A cosa serve il reato di “combustione di rifiuti”?

A cosa serve un reato in più? Che cosa abbiamo guadagnato con l’introduzione del reato di “combustione di rifiuti” (come se finora potessimo dare fuoco a quello che ci pareva senza problemi)?

Abbiamo guadagnato un ulteriore intasamento dei tribunali. Pensateci: ad ogni rogo i pm saranno costretti, vista l’obbligatorietà dell’azione penale, ad aprire un fascicolo e a intraprendere un’indagine.terra-dei-fuochi

Tutto per arrivare a non trovare i responsabili la maggior parte delle volte, o, in caso contrario, ad intraprendere percorsi giudiziari in tribunale per poi arrivare a condanne dai 2 ai 5 anni, col risultato che 3/4 dei condannati non si farà nemmeno un giorno di galera grazie alle attenuanti (perché mettetevi in testa che a dare fuoco ai cumuli di rifiuti non sono killer, boss, latitanti, etc… Anzi, non mi stupirei se, molti di questi “appicciatori” di roghi, fossero ragazzini non ancora maggiorenni).

Come sempre questi politici si dimostrano per quello che sono: incapaci di affrontare la lotta alla Camorra, alla ‘ndrangheta, a Cosa Nostra con provvedimenti seri, utili e non ostacolanti.

In fondo a loro cosa importa? L’importante è poter dire “noi abbiamo fatto questo, quello e quell’altro”. E la maggior parte dei cittadini crederà a tutto questo?


About

Residente a Belluno, studia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna alla facoltà di Lettere, con indirizzo storico, per poi specializzarsi in giornalismo. giampross@katamail.com


'A cosa serve il reato di “combustione di rifiuti”?' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares