Da Álvaro Soler a J-Ax, l’estate 2016 a colpi di tormentoni

L’estate 2016 è ormai iniziata. Nelle radio e in televisione già impazzano i suoni e le strane mode che ci faranno compagnia per l’intera stagione. Come ogni anno arrivano, immancabili, anche i tormentoni musicali che animeranno spiagge, discoteche e piazze italiane.

Álvaro Soler
Álvaro Soler

Il tormentone musicale, come è noto, è quella canzone che, complice un’importante diffusione commerciale e un ritornello orecchiabile che ti entra subito in mente, non ti abbandona fino all’inverno successivo. Pezzi come Gangnam Style, Danza Kuduro e Asereje hanno fatto scuola nel corso degli anni. In questo 2016, però, sembra aver bruciato le tappe facendosi spazio già con l’avvento della primavera.

Quali saranno le potenziali hit di questa estate? Wild Italy le ha scovati e ha selezionato le cinque più importanti tracce che saranno, o già lo sono, in voga.

SOFIA NEL CUORE DI ALVARO SOLER

Mira…a bissare il successo del 2015 Álvaro Soler, cantautore classe 1991, nato nella caotica Barcellona ma cresciuto in terra nipponica da padre tedesco e madre belga-spagnola, che dopo esser salito alla ribalta con El mismo sol si appresta a vivere da protagonista assoluto l’estate 2016 con il brano Sofia, singolo apripista della riedizione di Eterno Agosto (album, già Disco d’Oro, con il quale ha debuttato lo scorso anno) e sotto l’etichetta discografica della Universal Music Group.

La canzone parla di una rottura sentimentale, proprio con questa Sofia, e della voglia di andare comunque avanti nonostante ci si senta sconfitti. Un sentimento e uno stato d’animo che l’artista spagnolo riesce a rendere allegro. Allegro e solare come il ritornello e come il video che, già da qualche mese, sta spopolando su Youtube. Ma per il barcellonese, già entrato nel cuore dei suoi numerosi fan, questa volta non si tratterà di un mordi e fuggi, di una semplice bolla destinata a scoppiare, perché lo ritroveremo quest’inverno nelle vesti di giudice di X-Factor, al fianco di Arisa, Manuel Agnelli e Fedez.

FEDEZ E J-AX, UN’IMPROBABILE COPPIA VINCENTE

Fedez e J-Ax
Fedez e J-Ax

Tra i tormentoni targati estate 2016 è impossibile non selezionare l’ultimo singolo lanciato dal rapper milanese Fedez, al secolo Federico Leonardo Lucia, in coppia con un altro guru della musica rap e anch’esso nato all’ombra della Madonnina, quel J-Ax (Alessandro Aleotti) che, proprio come Soler, non è nuovo al fenomeno tormentone visto e considerato che anche nella scorsa estate, con la sua Maria Salvador cantata in coppia con Il Cile, ha fatto cantare l’Italia intera. Vorrei ma non posto è il titolo del loro singolo che già da diverse settimane è in cima alle classifiche e ha toccato 10 milioni di visualizzazioni online. Lanciata, quasi strategicamente, nello spot di una nota marca di gelati, Vorrei ma non posto è una canzone che parla soprattutto ai giovani e della loro dipendenza dai social network ma che non risparmia frecciate nemmeno al mondo politico.

SFUMATURE DI AFRICA NELLO STILE DI JAIN

Nella nostra scelta delle 5 hit rientra anche Jeanne Louise Galice, in arte Jain, cantautrice che sul territorio transalpino è diventata, in breve tempo, uno dei migliori fenomeni emergenti del pop. Un’artista che, per quanto giovanissima, prima di stabilirsi definitivamente a Parigi ha girato il mondo in lungo e in largo, autodefinendosi cittadina del mondo. Nata a Tolosa nel 1992, da padre petroliere francese e madre originaria del Madagascar, ha vissuto la propria infanzia fra il Congo e gli Emirati Arabi ed è lì che ha scoperto la sua passione per la musica.

Il suo singolo, Come, è ricco di tutte le sfumature che compongono la colonna sonora della sua vita, spaziando dal soul all’electro fino ad Jain_arrivare all’afro, all’hip-hip e a qualche accenno di swing. È una traccia che sprigiona allegria da tutti i pori, lanciata nell’autunno del 2015 in Francia e pubblicata, nell’album d’esordio Zanaka, nel resto d’Europa solo con l’inizio del nuovo anno. Il risultato è un tripudio di successi, persino in Italia.

CAKE BY THE OCEAN, LA RICETTA DEGLI DNCE

C’erano una volta tre fratelli americani che, appassionati di musica, decisero di unire le loro forze e fondare una band a dir poco “casereccia”. Questi tre ragazzi erano i Jonas Brothers e, per quasi un decennio, si sono rivelati un fenomeno musicale di portata mondiale. Un giorno, però, questo sogno si interruppe. I tre fratelli, per diversi motivi, decisero di sciogliersi e misero la parola fine alla parabola Jonas Brothers. Uno di loro, Joe, restio però a rimanere con le mani in mano, decise di dare un seguito alla propria carriera musicale.

Ecco comparire così la band Dnce. La formazione di questo complesso è composta da tutti gli ex musicisti che accompagnavano i Jonas Brothers nei loro tour. Cake by the ocean è il titolo del loro brano di debutto, avvenuto nel settembre del 2015 con l’album Swaay e sotto l’etichetta della Republic Records ma che soltanto negli ultimi mesi ha iniziato a spopolare in Italia, ed è una miscela di generi che comprende funky e pop. Una canzone allegra, orecchiabile e dal forte sapore estivo, proprio come il loro video.

Zucchero
Zucchero

PARTIGIANO REGGIANO, LA CARICA DI ZUCCHERO

Non esiste occasione migliore che tornare in auge in estate. Come un orso dopo il letargo. Il suo, però, è un ritorno sulla cresta dell’onda dopo ben sei anni di silenzio. E lo fa in grande stile. Stiamo parlando di Zucchero, l’uomo da 60 milioni di dischi venduti in quasi quarant’anni di carriera, che nel giro di poche settimane ha saputo ritagliarsi, sgomitando, uno spazio importante nelle classifiche italiane, pronto a mettere anche il suo fedele cilindro nella griglia dei tormentoni estivi. Dal suo cilindro, stavolta, è uscito fuori Partigiano Reggiano, singolo che fa parte del dodicesimo album di inediti del cantautore emiliano, Black Cat, prodotto dalla Universal Music.

Partigiano Reggiano è un brano energico, deciso e che inneggia alla libertà, al coraggio e alla voglia di spronare i giovani di oggi a fare qualcosa di clamoroso, con un pizzico di blues e di slancio internazionale, elementi che rappresentano un po’ il marchio di fabbrica del Fornaciari.

Questa è la Top Five per l’estate 2016. Qual è la vostra?

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!

Valerio Pizziconi

Nato a Roma nel 1989. Dopo aver conseguito la maturità in ragioneria, vista la sua passione per la scrittura frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia all’Università di Tor Vergata con indirizzo lingue straniere abbandonando, però, gli studi dopo tre anni. Nel 2013 un'enorme opportunità bussa alla sua porta: quella di scrivere per un giornale. Inizia così una collaborazione con Il Corriere laziale, occupandosi principalmente di calcio giovanile e dilettantistico locale. Fra le sue passioni, oltre alla già citata scrittura, spiccano la poesia, la musica folk e i viaggi. Dal 18 giugno 2015 è iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti del Lazio. COLLABORATORE SEZIONE CRONACA E POLITICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shares