Ant-Man, grande ritorno della Marvel

991-01Scott Lang (Paul Rudd) è un ladro appena uscito di prigione, desideroso di recuperare il rapporto con sua figlia, ma la sua fedina penale sporca gli impedisce di avere i soldi necessari per pagare gli alimenti. Al fine di ottenerli, Scott accetta un “lavoretto” propostogli dall’amico ed ex compagno di cella, Luis (Micheal Peña), ovvero svaligiare la casa di un vecchio ricco mentre è in vacanza.

In realtà il vecchio altri non è che Hank Pym (Micheal Douglas), il quale ha organizzato il furto a se stesso per testare le doti di Scott e vedere se è “l’uomo giusto” per essere il nuovo Ant-man.

Per non finire nuovamente in prigione Scott accetta a malincuore la proposta del dottore, e insieme si esercitano per salvare il mondo dalla creazione di una nuova terribile arma.

UN GRANDE RITORNO.

L’universo Marvel partorisce un nuovo eroe, dopo Guardiani della Galassia e Avengers – Age of Ultron, e questa volta il risultato è decisamente migliore dei precedenti.

Se Guardiani della Galassia era stato un buon film (l’unico dopo una serie di risultati mediocri e non certo brillanti, specie per la Marvel) e Avengers –Age of Ultron era stato una mezza delusione, Ant-man può essere il segnale di un grande ritorno di questa incredibile produzione.

La pellicola è brillante e innovativa, cosa molto rara nell’ultimo periodo. Infatti, negli ultimi tempi, la Marvel stava rischiando di cadere nel vortice di tutte le grande case che producono molte opere simili tra loro. Ma Ant-man è diverso. E, questa volta, le innovazioni e i colpi di scena non fanno storcere il naso come in Avengers –Age of Ultron, ma anzi, meritano di essere fortemente lodati.

images (1)Ha contribuito al successo la scelta di un cast eccellente che è perfetto per ognuna delle parti, da Paul Rudd quale Scott Lang/Ant-man a Micheal Peña alias Luis. Ricordiamo solo alcuni degli attori, oltre ai già citati: Evangeline Lilly (Lost, Lo Hobbit –La Desolazione di Smaug, Lo Hobbit –La Battaglia delle Cinque Armate) nei panni di Hope Van Dyne, Micheal Douglas alias Dr Hank Pym e Corey Stroll alias Darren Cross.

UN NUOVO AMORE.

Quella che possiamo definire una delle caratteristiche migliori di “Ant-Man” sono le sue numerose innovazioni. Questo è un film, e un eroe, che si differenzia da tutti gli altri.

Una delle più importanti innovazioni è nel motore propulsivo della storia, la “miccia” che permette lo scatenarsi del tutto. Ciò che muove Scott Lang è l’amore per sua figlia, il desiderio di non perdere e proteggere ciò che ama di più al mondo. Che non è una donna o il mondo interno, ma semplicemente sua figlia.

Il nuovo eroe proposto dalla Marvel non è un uomo di successo, un principe o un ragazzo con grandi sogni, ma semplicemente un padre.

Così come la protagonista non è una grande donna più o meno follemente innamorata, ma una figlia, Hope Van Dyne, che soffre del rapporto complicato con suo padre, e che nonostante tutto spera di poter ricostruire, che anela a un riconoscimento solo, quelle del suo genitore.

Michael-Douglas-Paul-Rudd“Mi piace che il rapporto padre/figlia sia uno dei temi predominanti del film”, afferma Evangeline Lilly. “C’è sempre qualche difficoltà nel rapporto padre/figlia, e penso che pochissime persone le abbiano superate. In generale, i rapporti tra genitori e figli sono molto complessi e offrono sempre del materiale meraviglioso e verosimile”.

Da ciò ne deriva, come corollario, una maggiore attenzione alla psicologia dei personaggi e alla loro introspezione, elemento già iniziato con Loki, lo storico antagonista di Thor.

Certo il dato amoroso non scompare nella pellicola, ma, possiamo dire, cambia veste.

Oltre a questo il film ha una splendida grafica, musiche eccezionali e adattissime e dialoghi frizzanti e divertenti marchio esclusivo della Marvel.

Dopo diverse recensioni negative, si è felici di poterne dare una nuovamente positiva. Più che positiva. Ottima.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Studentessa di Editoria e Scrittura presso la Sapienza di Roma. COLLABORATRICE SEZIONE CULTURA.


'Ant-Man, grande ritorno della Marvel' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares