atomica bionda recensione

Atomica Bionda, Charlize Theron felina e letale spia picchiaduro

Furiosa, Æon Flux, Cipher… giusto per nominarne alcune. E adesso, Lorraine Broughton. Charlize Theron (Mad Max: Fury Road, Il cacciatore e la regina di ghiaccio) non smette di aggiungere donne forti, combattive e con le quali è meglio non scherzare alla sua filmografia. Prestando la sua bellezza perfetta e ultra femminile a un genere, l’action, solitamente dominato dagli uomini, come a portare avanti una sua pubblica e al tempo stesso personale rivendicazione di genere. Atomica Bionda è solo l’ultima pellicola in tal senso girata dall’attrice premio Oscar per Monster, che ancora una volta dimostra di sapere ampiamente il fatto suo.

Dalla graphic novel alla sala

Adattamento cinematografico della graphic novel del 2012 The Coldest City, scritta da Antony Johnston e illustrata da Sam Hart, Atomica Bionda è diretto da David Leitch, alla seconda volta dietro la macchina da presa dopo la co-regia di John Wick.atomica-bionda-charlize-theron

La storia è ambientata nel 1989, alla vigilia del crollo del Muro di Berlino e del cambiamento nelle alleanze tra superpotenze. Protagonista è Lorraine Broughton (Charlize Theron), spia del massimo livello dell’MI6, che viene inviata nella capitale tedesca. Scopo è smontare una spietata organizzazione di spionaggio. Per farlo, a Lorraine viene ordinato di cooperare col direttore della sede di Berlino, David Percival (James McAvoy, Split).

Una protagonista letale e indimenticabile

Inutile girarci intorno. Di base Atomica Bionda altro non è che un action thriller di spionaggio senza infamia e senza lode, di quelli dalla trama meno coinvolgente e sorprendente di quanto gli autori vorrebbero. Eppure tre fattori riescono a risollevare la sceneggiatura un po’ troppo classica e a tratti confusionaria di Kurt Johnstad (300), decisamente più interessante nella seconda parte che nella prima.

Il primo punto è il cast, a partire dalla presenza di Charlize Theron. Sexy, letale, bisex e combattiva alla massima potenza. Da sola vale la visione. Il suo è un personaggio felino e sicuro di sé in un mix di attrazione e antipatia, che non può non catturare lo sguardo e l’ammirazione tanto maschile che femminile. A coadiuvare o a scontrarsi col suo personaggio, troviamo altri nomi di un certo spessore, come John Goodman, Toby Jones, James McAvoy insieme alla neo divetta Sofia Boutella, appena vista nel reboot de La mummia e protagonista con la Theron di una delle scene più bollenti (e furbette) del film.

atomica-bionda-charlize-theronSecondo punto è l’uso astuto della colonna sonora, che sfrutta la moda imperante del ritorno agli 80’s per proporre canzoni in voga del periodo che offrono un appassionante sottofondo alle disavventure spionistiche di Charlize.

Terzo punto è la regia di David Leitch. Il regista statunitense, coadiuvato dalla fotografia spesso “pop” di Jonathan Sela, riesce a regalare allo spettatore alcune sequenze davvero degne di nota.

Una su tutte, quella del piano sequenza verso la conclusione, quando Charlize si dà alla lotta contro un nutrito gruppo di nemici partendo dalle scale di un edificio per finire in strada e poi darsi a una fuga con inseguimento in macchina. Roba da far sentire affaticato anche il pubblico in sala.

Lo stile prima di tutto

Come da tradizione negli spy thriller, in Atomica Bionda niente è davvero come sembra. I doppi giochi e i colpi di scena dettano il ritmo della narrazione (nonostante qualche passaggio un po’ telefonato), che di fatto si propone come un lungo dettagliato flashback volto a ricostruire i fatti. La fine non è mai davvero tale.

L’estetica è quella di moda che vuole che tutto sia cool al massimo, dalla protagonista al confezionamento delle immagini. Lo stile straborda tra coreografie picchiaduro in cui non importa chi vince o chi perde, l’importante è che se le diano di santa ragione. E in cui anche un bagno ghiacciato per curarsi le ferite diventa l’apice della sensualità.

Insomma, un bel fumettone più bello da vedere che interessante da seguire nei risvolti della trama. Probabilmente non tra i miglior action thriller che abbiate mai visto. Ma provate dopo la visione a dimenticarvi di Charlize Theron…

Atomica Bionda sarà al cinema dal 17 agosto con Universal Pictures.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Da sempre cultrice del cinema classico americano per indole familiare e dei cartoni Disney e film per ragazzi anni ’80 e ’90 per eterno spirito fanciullesco, inizio più seriamente a interessarmi all’approfondimento complesso della Settima Arte grazie agli studi universitari, che mi porteranno a conseguire la laurea magistrale in Forme e Tecniche dello Spettacolo. Amante dei viaggi, di Internet, delle “nuvole parlanti” e delle arti – in particolare quelle visuali – dopo aver collaborato con la testata online Cinecorriere, nel 2013 approdo a SeeSound.it, nel 2015 a WildItaly.net e nel 2016 a 361magazine.com, portando contemporaneamente avanti esperienze lavorative nell’ambito della comunicazione. CAPOSERVIZIO CULTURA


'Atomica Bionda, Charlize Theron felina e letale spia picchiaduro' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares