attacco-al-potere-2

Attacco al potere 2, Gerard Butler torna a combattere i terroristi

attacco-al-potere-2-gerard-butlerGiovedì 3 marzo arriverà nelle sale, distribuito da m2 Pictures, Attacco al potere 2 (titolo originale London Has Fallen), nuovo action movie del regista svedese Babak Najafi. Poiché squadra che vince non si cambia nel sequel di Attacco al potere – Olympus Has Fallen capitolo tornano Gerard Butler ed Aaron Eckhart rispettivamente nei ruoli di Mike Banning – capo della scorta del Presidente USA – e Benjamin Asher, Presidente degli Stati Uniti. A fianco dei due ritroviamo Morgan Freeman nei panni del Vicepresidente Allan Trumbull, Angela Bassett torna ad interpretare Lynn Jacobs, Melissa Leo, Robert Forster, Mehedi Dehbi e Waleed Zuaiter.

Sinossi

I più importanti leader mondiali – incluso il Presidente degli Stati Uni d’America Asher – si riuniscono a Londra per partecipare al funerale del  Primo Ministro inglese. Un’evento di portata non semplice a causa delle enormi misure di sicurezza che l’Inghilterra dovrà mettere in atto per proteggere i vari Capi di Stato. Un evento, inoltre, che risulterà essere molto più pericoloso del previsto e che vedrà ancora una volta l’agente dei servizi segreti Banning tornare in azione per portare in salvo il Presidente Asher.

Gerard Butler contro tutti

Nel 1998 il rapper romano Piotta si faceva conoscere dal grande pubblico al grido di robba coatta e con il singolo Supercafone, e non ci sono aggettivi migliori per definire Attacco al Potere 2 e il suo protagonista Gerard Butler. Sorretto da una sceneggiatura tutt’altro che solida e ben scritta – probabilmente le uniche parole usate sono state bang, rat-ta-tatata e BOOM – , molto prevedibile e con dialoghi che strappano più di una risata, la pellicola risulta essere una storia di vendetta poco coinvolgente e praticamente priva di climax o sorprese spiazzanti.

Attacco al potere 2 è proprio ciò che ci si aspetta: 100 minuti di inseguimenti, sparatorie, scazzottate mortali (in stile Griffin) senza esclusione di colpi ed ovviamente condito da un’ignoranza e una coattagine unica. Come già detto, squadra che vince non si cambia e questo vale sia per gli attori che per la struttura. Se da una parte ritroviamo un Mike attaco-al-potere-2-london-has-fallenBannign/Gerard Butler più duro e tosto che mai, non è da meno il Presidente USA Benjamin Asher/Aaron Eckhart che si trasforma in uomo d’azione vista la situazione. E agli americani, si sa, apprezzano quando il loro Presidente prende a calci nel sedere i cattivi di turno. Inoltre il film mantiene la stessa struttura del primo capitolo: i terroristi attaccano un’importante città – dopo Washington è la volta di Londra – con l’intento di catturare ed uccidere il Presidente americano. Ci ritroviamo così in una situazione praticamente fotocopia, ovvero: Gerard Butler che da solo fa fuori un centinaio di terroristi. Neanche fosse dotato di super poteri.

Il problema fondamentale di Attacco al potere 2 non è ne la sua scarsa sceneggiatura, ne tanto meno l’improbabilità che un 47enne imbolsito ed un politico che non guida da sei anni riescano a sgominare un’organizzazione terroristica, su tutto questo ci si passa sopra grazie alla sospensione dell’incredulità (grazie di esistere!) che riesce a farci digerire praticamente tutto. No, i veri problemi sono il non sapersi prendere in giro – cosa che faceva il primo film – e la becera e spudorata propaganda pro USA. Mancava solo il poster dello Zio Sam! Purtroppo questi due elementi affossano un film già precario di suo che in questo modo non ha alcun appiglio a cui aggrapparsi. Ed è un peccato perché avrebbe potuto essere un divertissement niente male. Il film rispecchia in pieno la definizione che Mike Bannign/Gerard Butler da di se stesso: “bourbon e pessime scelte“. Bei tempi quelli in cui c’era Antoine Fuqua (Training Day, King ArthurThe Equalizer) alla regia e il buon Benning si sbarazzava dei terroristi a suon di capitelli di Lincoln. Di sicuro erano divertenti.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Attacco al potere 2, Gerard Butler torna a combattere i terroristi' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares