Australian Open 2017

Australian Open 2017, al via la stagione del grande tennis

Nella notte italiana, tra domenica 15 e lunedì 16 gennaio, prenderà il via l’edizione n°105 del torneo oceanico che apre l’annata del grande tennis: gli Australian Open 2017, sul cemento di Melbourne Park – come da tradizione – inaugureranno la stagione degli Slam. Dunque, tutti a caccia di Djokovic e Kerber, che saranno chiamati a djokovic australian opendover difendere i titoli conquistati nel 2016. La concorrenza sarà agguerritissima: cosa potrà realmente accadere nel corso di queste 2 intense settimane?

NOLE, NON C’E’ DUE SENZA TRE.

Dopo i trionfi nel 2015 e nel 2016, il serbo è chiamato a confermare la sua supremazia sulla superficie australiana, ma mai come quest’anno l’impresa sembra così ardua. E si, perché Nole non si presenta allo Slam di apertura stagionale da n°1 del mondo, cosa che non accadeva dal Roland Garros 2014. Proprio Andy Murray, che ha spodestato Djokovic dal trono, appare il più serio candidato ad impensierire il talento balcanico; la sua crescita, soprattutto a livello mentale, dall’estate dello scorso anno, è stata esponenziale, permettendogli di far man bassa dei più importanti trofei (Wimbledon, Olimpiadi, Finali ATP).

Di contro Djokovic ha vissuto probabilmente la fase più delicata della sua strabiliante carriera; ma la vittoria di Doha della settimana scorsa, proprio su Murray, ha sicuramente dato una grande iniezione di fiducia a Nole, che sembra stia pian piano ritrovando la brillantezza che gli ha permesso di cannibalizzare il circuito per anni. L’impressione che abbiamo, è che il cemento di andy murrayMelbourne Park possa avvantaggiare il serbo, che si trova perfettamente a suo agio su questa superficie, e avrà il massimo della motivazione per provare uno storico tris consecutivo, vincere il suo settimo AO, e staccare Roy Emerson nella classifica dei più vincenti all-time nella terra dei canguri. Gli Australian Open 2017 passano da qui.

INCOGNITE DI LUSSO.

Dopo i due dominatori incontrastati delle ultime stagioni ATP, è giusto nominare Stan Wawrinka, unico tennista a strappare uno Slam ai due sopracitati lo scorso anno (Us Open 2016). I primi tornei stagionali hanno evidenziato una discreta condizione di forma, e se trovasse le sensazioni e la continuità giuste, è forse l’unico in grado di spezzare il duopolio Djokovic-Murray.

Gli altri due punti di domanda, ma che meritano comunque una considerazione di rilievo per quanto hanno fatto, sono rappresentati da Federer e Nadal; i problemi fisici e anagrafici hanno impedito loro di competere con costanza e al massimo delle loro possibilità. Sono rispettivamente n° 17 e n° 9 del seeding, e possono essere delle mine vaganti per tutti. Il Re è tornato alla Hopman Cup dopo un periodo di assenza lunghissimo, Nadal ha fatto intravedere buone cose ad Abu Dhabi, prima di cedere a Raonic in quel di Brisbane. La speranza degli appassionati è quella di rivederli combattere per un titolo Major, anche se appare più sogno che realtà.

RAONIC E LA NEW GENERATION.

Fra i possibili outsiders, che potrebbero approfittare di eventuali buchi di tabellone, è d’obbligo citare Milos Raonic; il bombardiere canadese è ancora alla ricerca del suo primo Slam,milos raonic ma è probabile che debba attendere ancora, seppur sotto la guida di McEnroe ha fatto intravedere ottimi miglioramenti.

Altro nome da cerchiare in rosso è quello di Grigor Dimitrov; il bulgaro, dopo stagioni travagliate, sembra finalmente esploso con la convincente vittoria a Brisbane, accompagnata da un
tennis di pregevole caratura tecnica. Nishikori e Thiem potranno ambire a raggiungere i quarti di finale, ma vederli spingersi più in là rappresenterebbe una grossa sorpresa. Mentre Kyrgios e Zverev saranno due nomi da seguire con molto interesse: il primo, con la pressione del pubblico di casa, cercherà di concentrarsi sul talento del suo tennis mettendo da parte i soliti comportamenti alquanto discutibili; il secondo, classe 1997, forse considerato il talento più fulgido della nuova generazione, è atteso ad un ulteriore salto di qualità.

SARA’ ANCORA KERBER vs SERENA?

Per quanto riguarda il tabellone femminile, dopo 4 affermazioni diverse negli ultimi 4 anni (Azarenka, Li Na, Serena, Kerber), anche questa edizione sembra promettere delle grandi sorprese, come il circuito WTA ci ha abituato da tempo. Le due favorite principali sono Angelique Kerber e Serena Williams, finaliste 2016 e vincitrici delle ultime due edizioni australiane.

La tedesca, dominatrice della scorsa stagione e n°1 del mondo, non è partita con il piede sull’acceleratore in questo 2017, perdendo a Brisbane ai quarti. Serena, complice l’età che avanza kerber williamsinesorabile, non sembra più la fenomenale giocatrice degli anni passati; la sua motivazione di raggiungere la beniamina di casa Margaret Court a quota 7 Australian Open potrà fare la differenza, ma la sensazione è che rivedere una finale tra queste due tenniste sarà complicato.

LE POSSIBILI OUTSIDERS.

Al netto delle pesanti assenze di Madison Keys, Victoria Azarenka e Petra Kvitova, le possibili sorprese di questo torneo potranno venire dalle altre giocatrici di vertice. La Radwanska, tra i buoni propositi del 2017, avrà sicuramente appuntato il desiderio di vincere finalmente un Grande Slam, e nelle ultime settimane ha evidenziato una buona condizione di forma.

Altra potenziale vincitrice di questo Australian Open 2017 è sicuramente Karolina Pliskova, vincitrice a Brisbane due settimane fa; a settembre aveva fatto le prove generali a Flushing Meadows, perdendo in finale dalla Kerber, ma stavolta ha tutte le carte in regola per regalarsi un sogno. Muguruza non viene da un periodo brillantissimo, dopo la vittoria al Roland Garros, e il cemento non è certamente la sua superficie preferita.

Un’ultima possibile sorpresa, ma fino ad un certo punto, è Johanna Konta, data in grandissima forma, fresca di seconda affermazione WTA a Sidney, e motivata a difendere i punti della semifinale raggiunta lo scorso anno.

Non resta che goderci lo spettacolo del grande tennis in queste due settimane australiane. Come andrà a finire l’Australian Open 2017?

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al liceo scientifico statale Louis Pasteur, studia Scienze della Comunicazione presso l'Università di Roma Tre. Amante dello sport in generale, in particolar modo del calcio e del tennis. COLLABORATORE SEZIONE SPORT


'Australian Open 2017, al via la stagione del grande tennis' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares