Basket, tutti a caccia dell’oro olimpico a Rio 2016

Pronti, partenza, via! A breve inizieranno ufficialmente le Olimpiadi di Rio 2016. E con esse comincerà anche il torneo di basket, una delle più interessanti competizioni. Come ogni 4 anni, i favoriti numero uno sono gli USA carichi e pronti per vincere la loro terza Olimpiade di fila. Subito dietro troviamo la Spagna, fresca vincitrice di Eurobasket 15. Ma andiamo ad analizzare con attenzione le squadre dei due gironi.

da eurobasket2015.org
da eurobasket2015.org

Girone A

Francia, Usa, Venezuela, Serbia, Cina e Australia. Queste le sei squadre che compongono il primo girone. Dato per scontato il primo posto, a giocarsi il successivo saranno Francia e Serbia. A guidare la prima nazionale sarà Tony Parker: il playmaker dei San Antonio Spurs è l’arma principale in attacco e leader di questo team. Ad affiancarlo non mancano giocatori di talento come Diaw, De Colo, Batum e Gobert. Vincent Collet potrà contare, quindi, su una squadra atletica ma riflessiva che oltre a poggiarsi sulle sue stelle è contornata da giocatori validi ed esperti.

Dopo essere stata eliminata dalla Spagna ai quarti di finali alle Olimpiadi scorse, la Francia quest’anno si presenterà ai nastri di partenza come una delle nazionali favorite per accedere alla fase finale. La Serbia, invece, arriva a questa competizione con la stessa squadra, più o meno, dell’ultimo Eurobasket dove venne sconfitta in semifinale contro la Lituania. Più solida come organico rispetto alla Francia, Teodosic e compagni cercano il riscatto soprattutto contro gli Stati Uniti dato che persero il mondiale nel 2014 proprio con la truppa di coach Krzyzewski. L’ultima piazza valida per la qualificazione alla fase successiva verrà presa, con molta probabilità, dall’Australia grazie ad alcuni giocatori che potranno fare la differenza contro il Venezuela e la Cina, come Mills, Bogout e Dellavedova.

Girone B

Argentina, Spagna, Brasile, Lituania, Croazia e Nigeria. Molto più complesso e difficile il secondo girone delle Olimpiadi. La Spagna rimane la favorita per il primo posto ma non è così scontato che ci arrivi. Coach Scariolo potrà contare su alcuni giocatori che erano stati a casa per l’Eurobasket scorso: Rubio, Navarro e Calderon infatti saranno le pedine aggiuntive a una squadra già perfetta di suo.

da eurobasket2015.org
da eurobasket2015.org

Unico difetto? Il forfait di Marc Gasol, giocatore importante sotto le plance. La Lituania, invece, riparte dallo stesso organico che gli ha permesso di arrivare a fare un grande Europeo l’anno scorso. Compatta, forte e con esperienza. Con queste parole si può riassumere la squadra guidata da Valanciunas. L’Argentina riporta agli albori la sua Nazionale, rimettendo in campo i giocatori che le fecero vincere l’Olimpiade del 2004 contro l’Italia. All’ultima corsa con la loro nazionale, Ginobili, Delfino, Scola e Nocioni proveranno a fare un’impresa storica. Brasile e Croazia sono un gradino sotto, ma attenzione alle sorprese. E come abbiamo potuto constatare, la truppa di coach Repesa è capace di tutto.

Le favorite

Senza ombra di dubbio le favorite sono le due finaliste delle due scorse Olimpiadi: USA e Spagna. La prima è la patria del basket, la seconda ha avuto un periodo in cui è riuscita a coltivare dei giocatori formidabili che, di fatto, sono stati protagonisti anche in NBA. Daranno il loro massimo anche in questa competizione e probabilmente si incontreranno in finale. Gli USA hanno sì dovuto lasciare a casa qualche nome importante, ma nonostante ciò possono godere di una squadra ottima dove i leader saranno Irving e Durant. La Spagna dopo aver recuperato alcuni giocatori importanti per le sue rotazioni proverà a dare il massimo per portare a casa la competizione. Forse è l’ultimo treno per Pau Gasol e compagni, quindi ne vedremo delle belle.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!

Sergio Pannocchia

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shares