Benetton connection: i media e lo sport

Una famiglia di cui si sa tutto e niente al tempo stesso. E’ il 1965 quando i Benetton, famiglia trevigiana doc, fondano la famosa catena di abbigliamento omonima, oggi multinazionale di grande successo.

Nel corso degli anni però il loro giro di affari è andato molto oltre i vestiti e ha investito fette sempre più consistenti dell’economia italiana.

Nei giorni scorsi abbiamo tentato di ricostruire a puntate gli intrecci che questa famiglia ha in società che spaziano dalla ristorazione ai viaggi, fino ai cda dei gruppi editoriali.

rcsOggi sfogliamo uno degli ultimi capitoli: i media e lo sport.

Nel luglio del 2000 la Caltagirone Editore, gruppo editoriale dei fratelli Caltagirone che controlla quotidiani come il Messaggero, il Gazzettino e il Mattino, si quota in Borsa. Il 7 luglio la Edizione Holding dei Benetton annuncia l’acquisizione del 2,23% delle azioni e mette così un piede nel secondo gruppo editoriale italiano per lettori medi giornalieri. Cliccando sulla scritta in grassetto della società, potrete leggere tutti i brand detenuti dal gruppo.

Nel 2006 esce sui giornali la notizia che il 15% delle azioni dell’ Rcs Media Group (editore, tra gli altri organi di informazione, de Il Corriere della Sera), detenuto inizialmente dal famoso Stefano Ricucci e poi preso in pegno dalla Banca Popolare Italiana a mo’ di risarcimento (ai tempi di Fiorani aveva sostenuto finanziariamente la tentata scalata del raider romano) è ufficialmente sul mercato. Edizione Holding dei Benetton inizialmente non si dice interessata a rilevare le quote, poi cambia idea e ne rileva il 5,1% . Cliccando sulla scritta in grassetto della società, potrete leggere tutti i brand detenuti dal gruppo.

I Benetton hanno poi anche una partecipazione in un altro quotidiano importante. Parliamo del Il Sole 24 Ore. Da anni, infatti, detengono il 2% de Il Sole 24 Ore Spa.

———–

Discorso a parte quello dello sport. In questo campo i Benetton dicono comunque la loro attraverso la Verde Sport Spa, azienda che controlla il 100% della Benetton Rugby Treviso, società professionistica di rugby a 15 fondata a Treviso negli anni ’30 e rinominata con l’attuale denominazione nel 1979, quando i Benetton entrarono come unici proprietari.

La squadra è la più titolata nel panorama del rugby nostrano (dopo l’Amatori Milano): ha vinto 15 campionati nazionali e quattro Coppe Italia.

Dal 2010 la Benetton Rugby Treviso ha abbandonato il campionato italiano perché è stata ammessa al Pro12, gara interconfederale riservata fino a poco tempo fa solo a club gallesi, irlandesi e scozzesi.

Il club trevigiano è anche uno dei due rappresentanti dell’Italia nell’Heineken Cup, la più importante competizione rugbistica di club in ambito europeo.

LEGGI ANCHE :

Benetton connection: il gruppo Autogrill.

Benetton connection: i trasporti e le infrastrutture.

Benetton connection: il settore immobiliare e agricolo.

Benetton connection: la finanza.

 


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Benetton connection: i media e lo sport' have 3 comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares