Benetton connection: il gruppo Autogrill

Una famiglia di cui si sa tutto e niente al tempo stesso. E’ il 1965 quando i Benetton, famiglia trevigiana doc, fondano la famosa catena di abbigliamento omonima, oggi multinazionale di grande successo.

Nel corso degli anni però il loro giro di affari è andato molto oltre i vestiti e ha investito fette sempre più consistenti dell’economia italiana.

Nei prossimi giorni tenteremo di ricostruire a puntate gli intrecci che questa famiglia ha in società che spaziano dalla ristorazione ai viaggi, fino ai cda dei gruppi editoriali.

Oggi parliamo di ristorazione. Autogrill spa è un gruppo attivo nel settore della ristorazione, principalmente nelle stazioni di servizio presenti sulle grandi arterie autostradali. La società è controllata dal 1995, in seguito alla privatizzazione attuata dall’Iri, dalla Schematrentaquattro S.r.l. , azienda controllata a sua volta dalla Edizione S.r.l. (holding finanziaria della famiglia Benetton) che ne detiene il 50,1% del capitale sociale.

Il cda dell’azienda è così composto:

schermata-2016-11-25-alle-01-43-42

 

Nel 1999 il gruppo Autogrill acquisisce il 100% di HMS (Host Marriott Services), società leader negli Stati Uniti nel settore della ristorazione aeroportuale, sulle autostrade a pagamento e non, nelle grandi stazioni e nei centri commerciali. Con questa acquisizione diventa, di fatto, il primo operatore mondiale di ristorazione per le persone che viaggiano.

Tanti i marchi, sempre in questo settore, di cui Autogrill ottiene la concessione dopo essere arrivato ai vertici di HMS. Tra questi ricordiamo: Au Bon Pain, Baskin Robbins, Burger King, Dunkin’ Donuts, Häagen-Dazs, Kentucky Fried Chicken, Mrs. Fields, Pizza Hut, Sbarro, Starbucks, Taco Bell, Wendy’s .

Dal 2006 il gruppo Autogrill è presente nell’aeroporto di Copenaghen e negli scali italiani di Torino, Bologna, Brescia, Catania, Napoli, Orio al Serio, Palermo, Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Linate. In Belgio, con il 61,5% di Carestel, controlla anche il primo operatore del paese nei servizi di ristorazione in concessione.

Nello stesso anno acquisisce il 100% della divisione ristorazione aeroportuale di CARA, principale operatore canadese.

Quattro anni più tardi cede le attività di rifornimento di prodotti e merci alimentari per la vendita a bordo degli aerei alla società Dnata, attiva nei servizi aeroportuali in Medio Oriente.

A maggio 2013 Autogrill entra anche nel mercato russo. Sottoscrivendo infatti un accordo con le società Novikov Group e Ginza Project, costituisce Autogrill Russia, con il compito di gestire la ristorazione nell’aeroporto internazionale Pulkovo di San Pietroburgo.

La Schematrentaquattro S.r.l. controlla per il 59,283% anche la World Duty Free S.p.A., holding italiana costituita il 27 marzo 2013 che controlla il World Duty Free Group. Questo gruppo, nato da una costola di Autogrill, si occupa di vendita al dettaglio nelle aree commerciali aeroportuali.

LEGGI ANCHE :

Benetton connection: i trasporti e le infrastrutture.

Benetton connection: il settore immobiliare e agricolo.

Benetton connection: i media e lo sport.

Benetton connection: la finanza.

 


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Benetton connection: il gruppo Autogrill' have 4 comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares