beni sequestrati

Quanti sono e a chi vengono destinati i beni sequestrati alla Mafia?

Quanti sono, quale destinazione hanno e come vengono gestiti i beni sequestrati alla Mafia?

Una risposta la si può rintracciare nella relazione annuale firmata e presentata nel marzo scorso dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (Anbsc).

L’Agenzia, prendendo a riferimento il periodo 2009-2016, spiega nel dossier come risultino censiti: «In gestione, nella banca dati, a livello nazionale e alla data del 28 febbraio, 16.696 immobili (fabbricati e terreni), 7.800 beni finanziari, 2078 beni mobili, 7588 beni mobili registrati e 2.492 beni aziendali. Si tratta di numeri tendenzialmente sottostimati, in quanto il censimento deve ancora completarsi».

«Allo stato – si legge ancora – l’ANBSC gestisce sul territorio nazionale, alla data del 28 febbraio 2017, 3.093 procedimenti giudiziari […] Dei predetti procedimenti in gestione 2325 sono nella fase di confisca definitiva (prevederanno quindi il sequestro di determinati beni, ndr.)».

A CHI VANNO I BENI IMMOBILI

Nel 2016 i 1098 beni immobili sequestrati sono stati destinati: per il 64% agli enti locali per scopi sociali (il caso del comune che destina la proprietà a un’associazione antimafia, per esempio); per il 23% sempre agli enti e alle autonomie locali ma per fini istituzionali (sedi distaccate o strutture sanitarie). Scendendo ancora abbiamo: un 4% come patrimonio dello Stato sempre per fini istituzionali; un altro 4% sempre come patrimonio dello Stato ma per l’ordine pubblico; 3% come patrimonio dello Stato/usi governativi; 1% patrimonio dello Stato/fini economici e 1% patrimonio dello Stato/Giustizia.

 

 

A CHI VANNO LE AZIENDE

Negli ultimi anni c’è stata una lieve flessione nella destinazione di società sequestrate: si è passati dalle 181 del 2015 alle 99 del 2016.

Il 95% delle aziende, nel 2016, sono state semplicemente liquidate dopo il sequestro. A essere vendute sono state solo il 4% mentre l’1% è la percentuale dell’unica azienda ceduta gratuitamente a una realtà locale che ne decide poi il futuro.

 

A CHI VANNO I BENI MOBILI

Ultimo capitolo i beni mobili come autovetture, attrezzature di vario tipo e perfino quadri d’autore, sculture.

Nel 2016 sono stati 662 gli oggetti e i beni mobili assegnati. La “torta” di ripartizione delle destinazioni vede le Forze dell’ordine al primo posto con il 35%. A seguire un 23% di beni che è stato venduto e il 19% che è stato distrutto.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Quanti sono e a chi vengono destinati i beni sequestrati alla Mafia?' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares