Berlusconi indagato: “Concussione e prostituzione minorile”

La notizia è stata resa nota solo oggi, ma in realtà il Premier risulta iscritto nel registro degli indagati addirittura dal 21 novembre 2010. Dopo un lungo silenzio, la Procura di Milano esce allo scoperto proprio oggi con una nota: <<E’ stato notificato all’onorevole Silvio Berlusconi e ai suoi difensori un invito a comparire ai sensi degli articoli 375 e 453 codice di procedura penale, corredato dalla dettagliata indicazione delle fonti di prova per le ipotesi di reato a lui ascritte>>.

Come da titolo, i reati imputati al Cavaliere sono molto ma molto pesanti: concussione e, ancor più grave, favoreggiamento alla prostituzione minorile.
Secondo la Procura, infatti, Silvio Berlusconi avrebbe avuto ripetuti rapporti sessuali con la famigerata Ruby da Febbraio a Maggio 2010 per poi far terminare la “storia” con la famosa chiamata in Questura per intimare il rilascio della “nipote di Mubarak”. Ed è in questo secondo frangente che scatta la concussione. Proprio questo reato sarebbe stato commesso, secondo i pm, per nascondere il primo: i rapporti sessuali con una minorenne.

Secondo la legge, infatti, “chiunque compie atti sessuali con un minore di età compresa tra i quattordici e i diciotto anni, in cambio di denaro o di altra utilità economica, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa non inferiore a euro 5.164”.
È altresì ovvio che, non tanto per la pena, quanto più per un senso etico, la situazione è quindi molto delicata.

Non si sono fatte aspettare le reazioni del PDL che, come da copione oramai consumato, si è subito attivato per difendere a spada tratta il “capo”:

Gasparri: Beh guardate il calendario e giudicate voi…“. (giustizia ad orologeria)

Capezzone: Dinanzi al consueto e logoro copione, fatto di fughe di notizie e di accuse inverosimili, i cittadini possono ancora una volta scegliere se indignarsi o sbadigliare. Sono certo che una sempre più vasta maggioranza di italiani abbia ben compreso cosa sia in gioco e si stringerà a sostegno del Presidente del Consiglio. E se ancora c’è qualcuno, nella politica e non solo, che pensa di sconfiggere Silvio Berlusconi per via giudiziaria, avrà ancora una volta cocenti delusioni” (la solita manfrina)

etc. etc.

Nel frattempo sono in corso perquisizioni a tappeto per trovare nuove conferme riguardanti l’impianto dell’inchiesta.

Ma non è solo Berlusconi ad essere indagato, perchè accanto a lui si aggiunge anche l’ex igenista dentale diventata consigliere regionale della Lombardia, Nicole Minetti; il fido Emilio Fede e Lele Mora. Questi ultimi tre, però, risponderebbero ad un reato più grave: la violazione di alcune disposizioni della legge Merlin sulla prostituzione e – in particolare – gli vengono contestati l’induzione, il favoreggiamento, il reclutamento e lo sfruttamento di più prostitute maggiorenni nel 2010. Inoltre, tutti e tre rispondono di concorso in induzione alla prostituzione minorile in relazione alla marocchina Ruby.

I legali del Premier parlano di “gravissima intromissione nella vita privata del presidente del Consiglio senza precedenti nella storia giudiziaria del Paese” e di una inchiesta che “appare talmente assurda ed infondata in fatto ed in diritto che non meriterebbe commento alcuno”.

Un tocco di morale non guasterebbe al nostro premier, che è invitato, con tutta franchezza, alle DIMISSIONI IMMEDIATE! Ma questa, è solo una mia opinione che non sarà mai presa in considerazione. Tanto è vero che il Premier ieri – in risposta alla bocciatura parziale del legittimo impedimento – aveva detto che avrebbe spiegato in TV, giornali, radio e internet come stanno le cose e quali sono i fatti di cui è imputato dimostrando le prove della sua innocenza. Ditegli che deve andare in tribunale a fare queste cose, non in TV!

GIAMPAOLO ROSSI
giampross@katamail.com


About

Residente a Belluno, studia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna alla facoltà di Lettere, con indirizzo storico, per poi specializzarsi in giornalismo. giampross@katamail.com


'Berlusconi indagato: “Concussione e prostituzione minorile”' have 1 comment

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares