Cambio di direzione per Mercedes: ecco la nuova SL

Sport unt Leicht

Tradotto: Sportività e leggerezza. Le iniziali di queste due ultime parole sono la sigla con cui viene identificata, ormai dal 1954, la sportiva per eccellenza della casa di Stoccarda.

L’effetto (per usare una metafora) “vedo-non-vedo” del suggestivo video caricato nei giorni scorsi sul canale YouTube di Mercedes aveva l’arduo compito di far attendere ardentemente la sesta generazione della SL, divenuto ormai un must del marchio tedesco.

Nei giorni successivi sono state rese note altre immagini, che davano una visione più nitida della vettura che sarà svelata all’ormai prossimo Salone di Detroit (9-22 gennaio), per poi essere presentata anche in Europa a Ginevra.

Ciò che salta subito all’occhio vedendo la nuova R231 (sigla di progetto) è l’intero impianto luci che, nonostante segua le linee di tendenza del gruppo, presenta dimensioni esasperate, soprattutto se confrontate a quelle della quinta generazione, molto più taglienti e sottili. Lo stile un po’ retrò dei fari contrasta non solo con il resto del design dell’auto, molto più moderno, ma soprattutto con le fiancate, caratterizzate da una serie di tagli netti, che non hanno nulla in comune con le linee del secolo scorso.

La precedente versione della SL aveva sancito una rottura con il passato, poichè abbandonava le forme da cabrio elegante, adatta a qualsiasi uso, in favore di un design più aggressivo. Basti pensare al fatto che nello stesso periodo fu introdotta sul mercato anche la SLS: un mix riuscito di linee quasi d’epoca, inserito in un contesto di auto da competizione. Il nuovo modello, invece, segna un ritorno alle precedenti serie, mediante l’adozione delle stesse forme lunghe e bombate. Infatti crescono le dimensioni: +50 mm in lunghezza, ed un +57 in larghezza. Da non dimenticare anche la maxi-calandra, con la mastodontica stella a tre punte al centro (ennesimo tributo al passato).

Per quanto riguarda la meccanica, la nuova SL è caratterizzata da una scocca prevalentemente in alluminio, che permette un risparmio di 110 kg sull’equivalente modello realizzato in acciaio (Gente motori riporta i dati esatti: -125 kg per la SL500 e -140 per la SL350). L’acciaio sarà presente solo per motivi di sicurezza, quindi nei montanti anteriori. Da questo punto di vista il marchio tedesco non ha mai deluso, ma con questa vettura arriva addirittura a stupire: oltre al sistema anti-rollio, infatti, offre il dispositivo Pre-Safe, un doppio roll-bar, gli airbag a doppio stadio, i poggiatesta attivi, l’ Attention Assist, che (come spiegato nella nota che ha accompagnato i video su YouTube) << monitorizza il conducente per segnalare eventuali cali di attenzione e prevenire colpi di sonno >>, ed il sistema Adaptive Brake, che << interviene autonomamente sull’impianto frenante ed include le luci di stop attive con lampeggio in caso di frenata d’emergenza >>.

Le motorizzazioni disponibili saranno due: il “modesto” V6 di 3,5 litri, con 306 CV e 370 Nm di coppia (montato sulla SL350), e un V8 turbo di 4,6 litri e 435 CV (700 Nm di coppia per la SL500). Aspettiamoci scatti brucianti. Grazie all’adozione del cambio automatico G-Tronic da 7 rapporti, ed al sistema Start&Stop di serie, la super sportiva Mercedes necessiterà di 6,8 litri di verde per percorrere 100 km (SL350): il risparmio percentuale (rispetto alla precedente serie) tocca quota 30; un buon inizio, ci aspettiamo quindi lo stesso miglioramento anche per la versione “maggiorata”.

Ineccepibili gli interni, la cui gamma offre addirittura tre varianti di legno e due di alluminio. Interessanti anche le tre opzioni per il tetto, realizzato in magnesio (l’ormai collaudato tettuccio rigido impera): verniciatoPanorama (in vetro), oppure con il Magic Sky Control, un sistema che sfrutta delle cellette, permettendo l’oscuramento o meno del tettuccio, a seconda delle condizioni climatiche.

I prezzi, almeno per l’Europa, partiranno da 93.534 euro per la SL 350 e da 117.096 euro per la SL 500. Senza contare l’infinita gamma di personalizzazioni disponibili, tradizione dei brand di lusso tedeschi.

PIETRO CANCIAN

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed



'Cambio di direzione per Mercedes: ecco la nuova SL' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares