Esteri

brexit
0

Brexit: prego, andatevene

a Gran Bretagna ha scelto: è Brexit. L’inimmaginabile è rapidamente diventato irreversibile. L’Unione Europea, all’alba del suo 65esimo anno di vita, perde un importante pezzo dell’ingranaggio politico-economico che dalla sua prima istituzione, nel 1951 con la CECA, ha garantito il più lungo periodo di pace e di sicurezza che il continente europeo abbia mai sperimentato…

0

The Donald: i motivi dell’ascesa di Trump

ino a poco tempo fa l’unica abilità riconosciuta a Donald Trump era quella di suscitare scandali. I vari media facevano a gara scommettendo su quale delle sue varie uscite politically incorrect avrebbe definitivamente affondato le aspirazioni presidenziali del candidato repubblicano. L’idea diffusa di buona parte dell’opinione pubblica americana era che il tycoon newyorchese avesse veramente poche probabilità di…

terrorismo
0

L’opinione di una studiosa sulla questione terrorismo

sis, terrorismo, islam, jihad. Termini ricorrenti, come abbiamo avuto modo di vedere, nel mondo dell’informazione per eventi sempre più frequenti che si verificano sia in Medio Oriente che all’interno dei confini europei.  Data la profonda complessità del mondo islamico e l’urgenza di riflettere sulla piaga del terrorismo che affligge i nostri giorni, abbiamo chiesto a…

isis
0

L’Isis e i mali (necessari) dell’informazione

ono ormai parecchi mesi che una fetta enorme dell’attenzione mediatica mondiale è assorbita da ISIS, detto anche Stato Islamico o Daesh (corrispettivo arabo di ISIL, Stato Islamico di Iraq e del Levante). Gli ultimi attentati di Bruxelles, all’aeroporto e alla stazione della metro Maelbeek, hanno ulteriormente alzato il livello di concentrazione, già molto catalizzato dopo…

0

Libia, la situazione politica attuale e il caso Calcagno-Pollicardo

ino Pollicardo e Filippo Calcagno, i due tecnici italiani dipendenti della società di costruzioni Bonatti, rapiti insieme a Salvatore Failla e Fausto Piano lo scorso luglio in Libia, sono stati liberati venerdì 4 marzo, dopo esser rimasti in ostaggio per molti mesi, e sono atterrati in Italia domenica 5 marzo, all’alba. I quattro italiani erano…

Abu Omar
0

L’Italia e il caso Abu Omar: storia di uno scandalo

a Corte europea dei diritti dell’uomo lo scorso 23 febbraio ha condannato l’Italia per il suo coinvolgimento nel rapimento dell’imam egiziano Abu Omar a Milano da parte della Cia, nell’operazione di extraordinary rendition (vale a dire una detenzione extra giudiziale) avvenuta nell’ormai lontano 2003. Ripercorriamo le tappe di questa vicenda per capire le motivazioni che…

NSA
0

Il caso Nsa: l’Italia come un protettorato straniero

’è qualcosa di preoccupante nel sapere che, nel 2011, il primo ministro italiano, Silvio Berlusconi, è stato intercettato dalla NSA, la National Security Agency statunitense. L’inquietudine tuttavia non è provocata dal fatto in sé, comunque gravissimo, quanto dall’assenza di novità. Le rivelazioni di Wikileaks infatti confermano solo con nuove prove che l’Italia è a tutti…

daesh
0

L’iconoclastia di Daesh e il traffico di opere d’arte

di Claudio Lo Jacono * ra gli eventi più scioccanti operati dall’inedita orrenda fede del Gihadismo, nella sua dissennata pretesa di accreditarsi come vero interprete del migliore Islàm, figura la decapitazione di ostaggi di varie nazionalità e religioni. Frustrante è stata però anche la furibonda iconoclastia che ha portato alla distruzione di alcuni monumenti che,…

0

Rebelo de Sousa vince al primo turno: chi è il nuovo presidente del Portogallo

Fonte dell’immagine di copertina:aventar.eu l 25 gennaio del 2016 Marcelo Rebelo Duarte Nuno de Sousa ha vinto le elezioni presidenziali in Portogallo al primo turno. Il candidato stra-favorito del centrodestra ha raccolto il 52,7% dei voti, contro il 22,3% del candidato socialista Antonio Sampaio de Novoa e il 10% dell’esponente del Bloco de Esquerda Marisa…

istanbul
1

L’Isis colpisce ancora: attacco kamikaze al cuore di Istanbul

Fonte dell’immagine di copertina: ilfattoquotidiano.it a Turchia è ancora scossa dall’attentato che la mattina del 12 gennaio ha insanguinato il quartiere di Sultanahmet, provocando 10 morti e 15 feriti, nel cuore di Istanbul. La piazza dove l’attentatore suicida si è fatto esplodere costituisce uno dei principali luoghi turistici della città, essendo posizionata vicino ad alcuni…