Lo Strillo

Lo Strillo è una rubrica (quasi) quotidiana per ritagliarsi un momento di riflessione mentre ci si trova sull’autobus, sul treno o davanti ad un pc. Tenterà di far strillare le rughe della realtà che nella rapidità quotidiana possono sfuggire.

0

Veronesi, Beppe Grillo e le mammografie

Seguo Beppe Grillo dal 2005, quando era solo un comico ed era responsabile di un blog di controinformazione fenomenale. E almeno da allora, attacca Umberto Veronesi, chiamandolo “Cancronesi“, visto che in una trasmissione tv condotta da Fabio Fazio, sostenne che dagli inceneritori «usciva zero, non c’è alcun rischio». Il problema è che vicino a quegli…

0

Cosa rimarrà dell’Expo di Milano?

‘Expo, a cavallo fra l’Ottocento e il Novecento, era il trionfo di un sogno. A Londra si costruì il Crystal Palace, il più grande complesso interamente costruito in vetro e ferro della storia, per celebrare la potenza mondiale del (fu) Regno Unito; a Parigi si riqualificarono gli Champs-Élysées, si costruì la Torre Eiffel e il Planetario…

0

L’immigrazione nei talk show. Che tristezza…

ella programmazione televisiva di questi giorni, si capisce pienamente perché il talk politico, o quello di informazione (che dovrebbe farci capire i fatti, ponendo temi e visioni distinte ma serie), sia in crisi. Giustamente, le vaporose redazioni giornalistiche propongono come temi di punta l’immigrazione, i morti nel Canale di Sicilia e – soprattutto – il…

1

Il Pd e le proprie direzioni

orse non c’è niente di più isterico e masochista che seguire le direzioni del Partito Democratico. Viste le maggioranze, questi incontri non sono mai luoghi dove si decide la rotta, la “direzione” da seguire nel partito ma sono un continuo plebiscito e ricatto, orchestrato dal segretario-premier Matteo Renzi, il quale continua ad ottenere ragione solo grazie…

0

La lista che vorremmo sentire

uest’oggi Bologna sarà (giustamente) invasa di giovani provenienti da tutta Italia – e non solo – per la consueta marcia di Libera in memoria di tutte le vittime di Mafia. Un rito che si consuma da più di 20 anni e bello da vedere perché, almeno per un giorno all’anno, possiamo auto-assolverci, come comunità nazionale,…

0

La sospensione della dignità in Europa

‘Unione si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell’uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una società caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà…

0

La Grecia ha finalmente un governo

l programma di risanamento greco per uscire dalla crisi, concordato con l’Europa, sta facendo giustamente discutere e sta creando due fronti contrapposti: chi, con saccenza, sostiene che le promesse di Tsipras in campagna elettorale fossero velleitarie, perché “non c’è alternativa” e altri, con un trionfalismo imbarazzante, appoggiano sempre più il governo greco che “ha fatto il…

0

M5S, che tristezza…

ientri da una birra con gli amici, apri Facebook dal tuo cellulare e compare un post di Roberto Fico, deputato Cinque Stelle e presidente della commissione Vigilanza Rai, che comunica l’intenzione del suo movimento politico di continuare a votare, anche alla quarta votazione per il Presidente della Repubblica, Ferdinando Imposimato. Per un attimo ti fermi…

0

Povero Tsipras!

ai come in questo momento ho provato pietà per la cosiddetta “sinistra” italiana, costretta ad aggrapparsi ad un greco per rifarsi una nuova verginità. Il greco in questione, però, è veramente progressista, e infatti rischia di vincere addirittura le elezioni, in un Paese piuttosto arretrato e ora strangolato dalla Merkel (loro sì, non noi italiani) e…

0

Ciao Giorgio, vecchio comunista

econdo i devoti di corte, domani rassegnerà le dimissioni il peggiore presidente della Repubblica di tutti i tempi: Giorgio Napolitano. Non c’è dubbio che – fin d’ora – è la più bella notizia del 2015. Non ci mancherà e se ne sta andando nell’indifferenza generale. È stato un coerente comunista fino all’ultimo: intollerante alla stampa…

0

Je suis Charlie

eri era una mattinata come tutte le altre, scandita dagli impegni di tutti i giorni e anche un po’ noiosa. Poi alle 11 la TV irrompe nelle case con la notizia terribile, orribile: degli attentatori hanno assaltato la redazione di un giornale nel pieno centro di Parigi. Ed ecco, come avviene in questi casi, il…

2

Io sto con Vanessa e Greta

a sbornia del Capodanno è stata bruscamente interrotta dal video atroce, terribile, inequivocabile, di Vanessa e Greta dove chiedono aiuto e implorano il governo di fare presto. I servizi segreti hanno chiesto il massimo riserbo perché le trattative sono flebili e complicate. Contro le due cooperanti abbiamo sentito qualunque cosa: dal “se la sono cercata“,…

0

Grazie, Silvio!

uando pensi che la monotonia della domenica possa abbatterti e renderti triste, ecco che una gioia vera e risate autentiche arrivano: il comunicato di Silvio Berlusconi sparato a tv e radio unificate. Silvio ha chiesto lo scioglimento del Comune di Roma perché se “non ti accorgi della collusione dei tuoi collaboratori, sei un incapace e devi essere…

0

Roma è plumbea

ggi a Roma il cielo è chiuso, grigio. Una tempesta in atto sta per ripercuotersi sulla città più bella del mondo. Roma è plumbea: distratta, maleducata, spietata, disperata. Con i suoi soliti ritmi frenetici e i mezzi pubblici da Terzo Mondo. Roma rischia di essere sciolta per infiltrazione mafiosa, ma nessuno sembra avere paura, angoscia, timore….

0

Giorgia ci manchi!

na sola certezza abbiamo al nostro risveglio: le sparate di Giorgia Meloni su Facebook e Twitter su ogni cosa dello scibile umano, dalle tasse, ai migranti, al governo Renzi. Il problema è che oggi la stessa Meloni tace, soprattutto sull’immigrazione, e parla di Playstation. Giorgia dove ti sei nascosta? Forse perché hanno decapitato le vipere del tuo…

1

Siamo condannati all’incubo

una condanna perenne, una sentenza divina, un ciclo storico. Nel nostro Paese pare che non abbiamo il diritto di avere una politica normale, che si attacchi ferocemente, che ogni parte stia al proprio posto, ognuno faccia le scarpe all’altro con lo scopo di vincere le elezioni, ecc.. No, siamo invece condannati all’incubo perenne: prima le…

0

E il mestiere di cronista?

‘altra sera, in televisione, hanno trasmesso un video-reportage su Tor Sapienza: bastava che un fantasma strillasse anche parole sconnesse e il “circo mediatico” accorreva con passo felpato verso lo “strillone”. Senza porre domande, senza contestualizzare, senza un minimo di commento. Classico vizio italico di immaginare l’inviato non come un giornalista sul campo, ma come un reggi-microfono….

0

Marino, ma perché?

onsidero Ignazio Marino uno dei migliori sindaci di Roma di tutti i tempi. A differenza del governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che fa spot e accarezza i problemi veri della regione con il guanto di velluto, come i rifiuti (siamo ancora senza piano regionale) e non risolve le malattie della sanità come i conflitti di…

0

I giovani e il maltempo

asta una pioggia più forte del normale per bloccare una città intera come Roma, privando gli universitari della possibilità di studiare, ai (pochi) lavoratori di recarsi al posto di lavoro e di far (giustamente) gioire gli studenti delle scuole per un giorno di scuola saltato, con annesse interrogazioni rinviate, sermoni degli insegnanti risparmiati, deliri non…

0

Se non siete stati voi, allora sono stato io.

e notizie come la sentenza d’appello del processo Cucchi sono quei fulmini distruttivi che segnano innegabilmente una giornata. I casi come quelli dell’assassinio di Stefano sono un po’ di tutti noi: perché ad ognuno potrebbe forse capitare di essere fermato con una canna in tasca, in uno stato di leggera ebbrezza, di eccessiva allegria; e quindi poi…

0

28 Ottobre 2014 : una giornata bellissima.

oma è, già di suo, una città incredibile: maleducata nei suoi abitanti ma contemporaneamente bella da togliere il respiro; calda ma gelida nella sua crudeltà; caotica ma assieme terribilmente noiosa con i ritardi dei mezzi pubblici, il loro perenne sovraffollamento e i perpetui disservizi quotidiani. Questi sentimenti contrastanti oggi, chi era a passeggio per la…