I figli della storia

0

Caro Giovanni ti scrivo…

aro Giovanni ti scrivo, così mi distraggo un po’. Sembra strano come, parafrasando una nota canzone di un cantautore come Lucio Dalla, io trovi il coraggio di indirizzarti queste poche righe. Senza alcuna presunzione mi rivolgo a te, caro Giovanni, perché oggi l’Italia ricorda quel triste giorno in cui un pezzo dello Stato ti voltò…

0

Il mondo perduto delle Granduchesse

i sono tante storie nella storia (passatemi il gioco di parole). Alcune insegnano o colpiscono di più delle versioni ufficiali che si trovano sui libri di scuola. Io sono rimasta estremamente affascinata da quella dell’ultima famiglia imperiale russa, la grande dinastia Romanov e, in particolare, mi sono focalizzata molto sulle ultime granduchesse. Se non altro perché erano…

0

Indra e la teologia vedica

Indra è la divinità più importante del Pantheon vedico: egli è, infatti, il re degli dei. E’ il dio guerriero, scelto dagli altri come l’eroe combattente [ŗ(a)sǻtrya] armato di folgore [vaj rabŗ(a)t ] e proposto 1 come la deificazione del sole [sa sūrya]. A proposito di Indra Hopkins scrive 2 : “[…] Indra è stato identificato con…

0

Un’amara riflessione

Il primo post de I figli della storia esplicitava chiaramente lo scopo dell’iniziativa: spiegarsi come l’Italia sia potuta arrivare a questo punto. Solo nella storia possiamo trovare ragione del presente, solo la conoscenza di ciò che siamo stati può aiutarci a non ricadere nei medesimi errori. È un’affermazione antica, che chiunque, anche solo alle medie, non…

0

Armiamoci e partite

Alcuni lustri della storia più recente si possono riassumere in queste frasi: promesse, minacce, ricatti e, alla fine, quale coronamento dell’edificio, l’ignobile assedio societario di cinquantadue stati. La nostra coscienza è assolutamente tranquilla. Con voi il mondo intero è testimone che l’Italia del Littorio ha fatto quanto era umanamente possibile per evitare la tormenta che…

Il seme di Tangentopoli

Sembra di essere ritornati al lontano 1992: ad uno ad uno iniziano a cadere i nuovi corrotti ed i nuovi corruttori. C’è chi parla e c’è chi tace preferendo coprire gli amici dei favori. La lista Anemone, i ministri, politici, protezione civile, ogni giorno che passa la macchia d’olio della corruzione si allarga. Ma bisogna…

Peppino Impastato

La mafia italiana è la sesta al mondo, ma la più conosciuta perché se ne parla. Non è la prima volta che l’amato premier sostiene l’inopportunità di parlare di mafia. I libri, i film, le fiction che si occupano della materia non fanno che danno, pubblicizzando un fenomeno che, se taciuto, si potrebbe tranquillamente ignorare….

0

La storia del 1° maggio

l 1° maggio nasce il 20 luglio 1889, a Parigi, durante la Seconda Internazionale: una grande manifestazione sarà organizzata per una data stabilita, in modo che simultaneamente in tutti i paesi e in tutte le città, nello stesso giorno, i lavoratori chiederanno alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore…

Quale storia?

È stato celebrato ieri in tutta Italia il 25 aprile, il giorno della Liberazione. Quando andavo a scuola, mi insegnavano che il 25 aprile 1945 i partigiani entravano a Milano e in altre città del nord, liberandole definitivamente dal giogo nazi-fascista. I fascisti e i nazisti erano stati battuti, con l’indispensabile aiuto degli Alleati, dai…

La Resistenza partigiana

Al di là delle ovazioni in piazza Venezia all’annuncio dell’ingresso dell’Italia nel conflitto, l’andamento della guerra causa tra la popolazione un crescente malessere verso il regime, del quale approfittano i gruppi antifascisti, già presenti prima dell’8 settembre. Sono i comunisti i primi ad organizzarsi, seguiti da socialisti, liberali e cattolici. Dal movimento Giustizia e Libertà,…

La politica coloniale fascista

Mussolini arriva al potere senza aver elaborato una precisa politica coloniale, motivo per cui nei primi anni non emergono in questo campo sostanziali novità rispetto alle azioni del vecchio Stato liberale. Sarà solo nel 1926, una volta superato il critico periodo del delitto Matteotti e ben instradatosi verso la dittatura, che il capo del fascismo…