Ci mancavano solo i militari comunisti ora….

Non bastavano i giudici, i giornalisti, l’opposizione, la mafia e Obama, ad appoggiare il lavoro oscuro dell’impero Rosso, ci si mettono adesso anche gli (a questo punto  non c è altro appellativo) sbirri.

I giudici condannano il premier (indirettamente) l’avvocato Mills e la Mondadori (e quindi direttamente il premier), e sono Comunisti; i giornali – per dirne una – scrivono e pubblicano di incontri a pagamento da utilizzatore finale in compagnia di giovincelle premiate con eventuali seggi europei o nazionali, a stipendio statale assicurato (ed amen a Brunetta), e sono Comunisti; l’opposizione è composta – chiunque la rappresenti – anche se si tratta del suo miglior amico D’alema (che ha piazzato il suo “Delfino” a capo della coalizione) naturalmente da Comunisti, e adesso ci si mettono pure le forze dell’ordine a manifestare contro i tagli scellerati del Governo, tanto “ghé pensan le ronde”.

La manifestazione di oggi ha visto una partecipazione di circa 30mila persone, che costituiscono un enormità, se si tiene conto del fatto che si tratta di agenti liberi dal servizio in permesso o in ferie, visto che, gli appartenenti all’arma dei Carabinieri e alle forze militari non hanno diritto a manifestazioni o di sciopero.

Tutta questa partecipazione da parte di chi, molto probabilmente è stato elettore di questo Governo, perché?

Semplicemente perché nessuno meglio di loro può sapere come stanno veramente le cose in materia di sicurezza: i tagli ai fondi lasciano le autovetture senza manutenzione e senza benzina, levano agenti dalle strade, diminuiscono i controlli e l’efficienza stessa del servizio, il tutto coperto dalla bufala delle ronde e da qualche foto di militari a passeggio per le vie del centro della Capitale.

Tutto ciò, provoca, neanche troppo inconsciamente, quel senso di impunità e di mancanza di qualsiasi tipo di controllo, che rende le nostre strade una specie di Far West (senza sceriffi con la stella però), tra ubriachi e pirati della strada, stupratori seriali, bande di idioti bulli, o squadroni di ariani in vena di repulisti etnico; se a questo aggiungiamo quell’insostenibile leggerezza nel fottere, da parte dei più potenti grazie a, scudi fiscali, prescrizioni e autorizzazioni a non procedere si arriva ad un: Benvenuti in Italia, rivolto ai furfanti di tutte le etnie e classi sociali (purchè appartenenti all’UE però, negher sempre a casa..).

Mi chiedo, ma queste gigantesche forze del male Comuniste, che controllano: stampa, televisione, giudici, avvocati e ora anche le forze dell’ordine, non riescono ad avere la meglio sull’unico piccolo e indifeso (soprattutto se si affida a Ghedini Pecorella and son!) paladino del bene, costretto da solo a combattere contro cotanto oscuro potere?..E la legge del più forte che fine ha fatto? E’ stata abrogata pure quella??Ma soprattuto, il nostro premier, con chi ha passato l’ultimo week-end ante scarlattina?

VINCENZO PACILE’



'Ci mancavano solo i militari comunisti ora….' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares