Coach Carter: etica e disciplina nel basket, tra sport, cinema e storia vera

Escludendo le competizioni con le nazionali, l’estate ferma la stagione cestistica. Gli appassionati e i fan, però, possono passare il tempo con alcuni film dedicati alla palla a spicchi. Uno di quelli che non può mancare nella cinetica di un esperto di basket è sicuramente Coach Carter.

Interpretato da Samuel L. Jackson (Miss Peregrine, Kong: Skull Island), è una delle pellicole che rimangono impresse in mente sia dagli allenatori che dai giocatori per i valori espressi fuori e dentro il campo da gioco.

Sinossi

Il film racconta la storia di Ken Carter, ex giocatore di basket, che prende il posto di capo allenatore agli Oilers, squadra del liceo Richmond dove lui stesso ha iniziato a giocare a pallacanestro. Il quartiere e la scuola sono composti prevalentemente da famiglie molto povere e diffusi sono i casi di ragazzi che prendono la via della delinquenza. Il coach fin da subito ha il compito di farsi rispettare dai membri della squadra, difficili da gestire. Dopo le problematiche iniziali, Carter riesce ad abbattere il muro di diffidenza dei giocatori e diventa il loro principale mentore.

Da educatore porta i suoi atleti ad essere consapevoli che la strada per migliorare la loro vita passa attraverso l’istruzione. Carter, infatti, pretenderà dai suoi giocatori risultati scolastici buoni, pena l’esclusione dalla squadra. Questa mossa attirerà le ire di tutti, insegnanti e genitori in primis.Coach Carter

Etica e disciplina del basket

I valori trasmessi in questa pellicola sono da prendere come modello sia per allenatori che per i giocatori. Carter cerca di istruire i suoi ragazzi su quanto sia importante l’educazione in ogni singola cosa che si fa nella vita: dal vestirsi prima di una partita all’orario dell’allenamento. Ma l’educazione passa anche per l’insegnamento: andare bene al liceo è il primo e fondamentale passo per uscire dalla condizione in cui si trovano i ragazzi nel quartiere di Richmond.

Il sacrificio e l’etica del lavoro sono gli altri due ingredienti di questo film. Sacrificarsi per gli altri e per sé stessi è la prima cosa che viene insegnata ai giocatori dal coach e porta i suoi frutti dato che la squadra rimane imbattuta in campionato. Ma a questo va aggiunto il lavoro svolto dai ragazzi ogni giorno sia a scuola che sul campo di gioco. I principi promossi da Carter, dopo un’iniziale rivolta da parte dei giocatori e genitori, vengono adempiuti alla perfezione come si può vedere dal futuro dei ragazzi alla fine del film.

Ken Carter

La pellicola è inspirata alla storia vera di Ken Carter, allenatore degli Oilers dal 1997 al 2002. Proveniente da una famiglia abusiva, Carter è stato cresciuto con una educazione accademica rigida e ha trovato nello sport una via di sfogo. Come allenatore di pallacanestro, ha sostenuto l’educazione scolastica assieme all’attività sportiva perché una buona formazione accademica avrebbe consentito ai ragazzi di accedere all’università e altre opportunità nella vita.

Questa convinzione è stata messa a dura prova quando, come allenatore degli Oilers, ha bloccato la sua squadra imbattuta per onorare i contratti accademici e comportamentali che aveva istituito con i ragazzi. Dopo essere stato oltraggiato, l’opinione pubblica è cambiata elogiando Carter per la sua determinazione e per i valori trasmessi agli atleti. Il suo approccio ha consentito che tutti i suoi giocatori, che ha allenato dal 1997 al 2002, si laureassero.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'Coach Carter: etica e disciplina nel basket, tra sport, cinema e storia vera' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares