Come mai tutte le volte che si parla di sesso e di video segreti, spunta il nome del premier con i suoi giornali? L’ombra lunga dell’inciucio…immunità bipartisan?

“E’ vero. La telefonata c’è stata. Berlusconi si impegnò a non pubblicare, e rassicurò Piero, che in quel momento era disperato, sul fatto che, in ogni caso, avrebbe incaricato i “suoi” spazza immondizia di far comunque sparire il video dalla circolazione. La cosa, evidentemente, lo sollevò. Che poteva fare? Dire di no? E’ stato un errore, certo. Si consegnava a un potenziale ricatto politico. Ma in quei frangenti credo che quel comportamento sia comprensibile, umano…. Una cosa è sicura. Piero, dopo la telefonata di Berlusconi, non si mosse in alcun modo per avviare una trattativa con chi aveva quel video”…avvocato di Piero Marrazzo

Era chiaro che sarebbe finita così.
Come? Beh bastava guardare Porta a Porta ieri sera… puntata dedicata al caso Marrazzo, che sia chiaro deve dimettersi ed è indifendibile.
Dopo tutti questi mesi in cui sui giornali non si parlava d’altro che delle donnine del premier… delle escort di lusso… del lettone di Putin… del via vai a palazzo Grazioli… delle foto a villa Certosa… del fatto che l’Italia era guidata da un premier ricattabile da tutto il mondo… mai una trasmissione Rai (a parte l’intervista di Annozero) che parlasse di tale faccenda… ricordate l’incredibile puntata di Vespa dedicata ad Annozero reo di aver parlato delle faccende del premier? Per non parlare del minzoliniano Tg1 che si rifiutava di parlare di gossip…
Ieri sera, a pochi giorni dai fatti, puntatona di Porta a Porta sul caso Marrazzo… mancava solo il plastico di via Gradoli… con una bella schiera di deputati Pdl sorridenti come a dire “avete visto che tocca a voi adesso!”…
Siamo davvero un paese incredibile con un informazione da repubblica delle banane e con politici di quinta categoria…
Giornalisti televisivi che se ne fregano completamente del fatto che alla guida del paese ci sia una persona che va con minorenni, che va a “escort”, che fa entrare chiunque nei palazzi del potere, che ha rapporti con personaggi che hanno a che fare con lo spaccio di droga… elettori che continuano a votare gente che quando sale sul palco davanti alle grandi masse si batte il petto in favore del family day… dell’amore etero-puro… facendo leggi contro i clienti dell’amore a pagamento… per poi girare l’angolo e trasformarsi nell’utilizzatore finale.
Assistiamo a dichiarazioni da parte di esponenti del centro-destra che chiedono chiarezza a Marrazzo quando qualche mese fa si indignavano per le richieste de “La Repubblica” e di alcuni esponenti della sinistra… e gli stessi esponenti del centro sinistra che rimangono lì fermi imbabolati neanche stavolta in grado di rispondere in maniera adeguata all’avversario… vedere la faccia di Fassino eri sera.

Poi in nel torbido di questa inchiesta spunta come per magia la notizia che il premier sapeva tutto… che aveva avvisato Marrazzo… beh qui non si vuol fare dietrologia però vedendo quello che sta succedendo in questo momento nella nostra politica uno scandalo copre l’altro… una notizia spazza via la precedente… uno scandalo del genere porta la parte avversa, che per mesi ha fatto domande al premier, a ragionare sul fatto che volendo si è tutti ricattabili e che il grande fratello arriva ovunque… a questo sommate le richieste bipartisan di abbassare i toni… la vittoria della Bicamerale alla guida del Pd… beh il resto lo potete immaginare…chissà magari ora esce fuori anche una bella proposta bipartisan per una legge sull’immunità… tutti in pericolo… tutti protetti…

Domanda: come mai tutte le volte che si parla di trombate a destra e a sinistra… di escort… di minorenni… e di trans… di video segreti… di spiate… in qualche maniera esce fuori il nome del premier?

LUCA PUGLISI



'Come mai tutte le volte che si parla di sesso e di video segreti, spunta il nome del premier con i suoi giornali? L’ombra lunga dell’inciucio…immunità bipartisan?' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares