Continuate a stare tranquilli… va tutto bene!

“Nel 1994, l’ingegner Lo Verde, alias Bernardo Provenzano, mi fece avere tramite il suo entourage una lettera destinata a Dell’Utri e Berlusconi. Io la portai subito a mio padre, che all’epoca era in carcere: lui mi disse che con quella lettera si voleva richiamare Berlusconi e Dell’Utri, perché ritornassero nei ranghi. Mio padre mi diceva che il partito di Forza Italia era nato grazie alla trattativa e che Berlusconi era il frutto di tutti questi accordi”, Massimo Ciancimino.

Ma dove è il problema! Cosa c’è di male ad essere governati per quindici anni da una persona a capo di un partito nato dalla trattativa Stato-Mafia. Scusate non riuscivamo ad eliminare cosa nostra? Ecco la soluzione… portarla direttamente all’interno dello Stato.

“Ne è rimasta solo una parte eppure, fino a pochi giorni prima della perquisizione fatta dai carabinieri nel 2005 a casa mia, nell’ambito di un’altra indagine, il documento era intero. Ne sono sicuro. Non so cosa sia successo dopo”, Massimo Ciancimino

Ma cosa volete nella foga della perquisizione… la tengo io, no la tengo, no io no… STRACHHH… andata metà lettera… piccoli misteri italiani crescono!
Comunque nella lettera è rimasto questo…

“… posizione politica intendo portare il mio contributo (che non sarà di poco) perché questo triste evento non ne abbia a verificarsi. Sono convinto che questo evento onorevole Berlusconi vorrà mettere a disposizione le sue reti televisive”.

…ma niente il contributo che voleva portare era solo un servizio con telecamera in spalla al matrimonio di un parente tutto li… messo in onda sulle reti televisive del Silvio. Cosa avevate capito? Soliti comunisti!

“Provenzano voleva una sorta di consulenza da parte di mio padre: questo concetto di mettere a disposizione le reti televisive l’aveva suggerito proprio lui a Provenzano, qualche tempo prima. Mio padre si ricordava di quando Berlusconi aveva rilasciato un’intervista al quotidiano Repubblica. Diceva che se un suo amico fosse sceso in politica lui non avrebbe avuto problemi a mettere a disposizione una delle sue reti”, Massimo Ciancimino

…ah ecco perché tutti quei film e telefilm sulla mala! “Milano violenta”…”Milano spara”…”Milano 2″…

“A Vito Ciancimino, nel rapporto con Cosa nostra, si sarebbe sostituito Marcello Dell’Utri”… ” Mio padre mi disse che fra il 2001 e il 2002 Provenzano aveva riparlato con Dell’Utri”, Massimo Ciancimino

…anche se squadra che vince non si cambia a volte bisogna fare le sostituzioni e poi dai un pizzino non si nega a nessuno…

“Anche la settimana scorsa ho ricevuto delle pesanti intimidazioni sul parabrezza della mia auto è stata lasciata una lettera dal contenuto molto chiaro: neanche i magistrati di Palermo ti potranno salvare”, Massimo Ciancimino

…intimidazioni ad personam?!?

“Siamo alla pura invenzione che sfiora, anzi sicuramente entra nel campo della pazzia”…”Lo Stato non eravamo noi. In ogni caso, a parte che non siamo lo Stato, non siamo mai stati in condizione di essere parte in questi discorsi”, Marcello Dell’Utri… parola di uno condannato a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, che logicamente ha avuto tutto lo spazio necessario dal buon servo Vespa per parlare del “disegno” pericoloso di Ciancimino…
…informazione…

LUCA PUGLISI



'Continuate a stare tranquilli… va tutto bene!' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares