coppa del mondo sci di fondo 2017

Coppa del Mondo di Sci di Fondo 2017: calendario, pronostici e roster

Dopo 8 mesi, la Coppa del Mondo di Sci di Fondo 2017 riprende come di consueto dalla Finlandia, con l’apertura da Kuusamo. La Norvegia, nonostante tutto, è sempre la grande favorita della stagione. Anche l’Italia, però, ha tante frecce al suo arco.

Analizziamo calendario, pronostici e roster delle principali squadre in lotta per la sfera di cristallo nordica più ambita. I detentori Sundby e Johaug, per diversi motivi, non dormono sonni tranquilli.

Dalla Finlandia alla Russia: 4 mesi di sci!

La stagione 2016/2017 sarà molto intensa. Il prossimo febbraio – come avviene ogni 2 anni – si disputeranno i Mondiali di Sci Nordico a Lathi, in Finlandia. Nonostante quest’appuntamento, la Coppa del Mondo non risparmierà gli atleti, che saranno impegnati in 4 mesi di gare massacranti, dall’Europa all’Asia più orientale.

coppa del mondo sci di fondo 207

Si parte il 26 novembre da Kuusamo (Finlandia). Le danze si chiudono a Tjumen (Russia) il 19 marzo 2017. Proprio la Russia torna in calendario dopo 2 anni, ospitando le tanto attese finali di stagione, che l’anno scorso si svolsero in Canada.

Nel mezzo, tanti appuntamenti che decideranno le sorti della stagione; dal Nordic Opening di Lillehammer di inzio dicembre, al Tour De Skiitalo-svizzero-tedesco” di apertura del 2017, fino ad arrivare alle già citate finali russe di inizio primavera.

Tra gli altri appuntamenti da segnalare, c’è senz’altro la trasferta in terra coreana. Pyeongchang, infatti, ospiterà 3 gare di Coppa del Mondo a inizio febbraio, come grande prova generale in vista delle Olimpiadi del 2018.

Sundby, Johaug e quell’estate da dimenticare.

La stagione di sci di fondo riparte con tanti punti interrogativi. I campioni uscenti Sundby e Johaug, tralasciando i fatti di doping accertati e non, sono ora più che mai attaccabili. Per la bionda norvegese la situazione è ancor più in bilico, visto che per la vicenda “Clostebol” salterà perlomeno le prime tappe della stagione.

sundby coppa del mondo sci di fondo

Quindi quali sono i favoriti? Nonostante l’estate nerissima, non solo per le polemiche relative al doping e ai farmaci asmatici, la Norvegia rimane ancora la squadra da battere. Anche se dovessimo escludere dai pronostici Sundby e Johaug, i più forti sono comunque loro. E le modifiche al contingente nazionale non scalfiranno di sicuro l’egemonia.

Tutti quelli da tenere d’occhio per la sfera di cristallo: Norvegia.

Quest’anno più che mai, gli occhi sono puntati tutti sul solito fenomeno Petter Northug e sul grande rientro di Marit Bjorgen. In casa Norvegia, tolti Sundby e Johaug, sono loro i nomi più caldi. Da valutare c’è anche la preparazione in vista dei Mondiali, che sicuramente modificherà le strategie di atleti e team.

Ma la stagione in corso potrebbe essere anche “quella buona” per tutti coloro che puntano a diventare grandi. I Mondiali, gli interrogativi sui big e la voglia di smentire le malignità estive, sono tutti elementi a favore di tanti atleti new generation. Rispondono a quest’appello Krogh, Dyrhaug, Iversen e Toenseth tra gli uomini; Oestberg, Weng, Falla e Jacobsen tra le donne. I nuovi vincitori della Coppa del Mondo sci di fondo 2017 potrebbero trovarsi tra questi nomi. Attenzione anche al campione junior Johannes Klaebo.

coppa-del-mondo-sci-di-fondo-2016

Tutti quelli da tenere d’occhio per la sfera di cristallo: i nordici.

Tolta la Norvegia, tutte le altre nazionali partono con una marcia in meno. Sia tra gli uomini che tra le donne.

Rimanendo in Scandinavia, più precisamente in Svezia, i nomi sono più o meno gli stessi delle scorse stagioni. C’è grande attesa per il rientro di  di Marcus Hellner tra le file svedesi, protagonista di una buona pre-season. Tra le donne, invece, Charlotte Kalla è chiamata al grande riscatto, dopo un paio di stagioni decisamente sottotono. Occhio a Stina Nilsson.

In Finlandia la situazione è diversa. Mancano le vere punte di diamante, ma il livello di base delle nazionali, sia maschile che femminile, è molto alto. Potrebbero essere una bella sorpresa soprattutto le donne, magari nelle prove di squadra. Occhio a Krista Pärmäkoski.

falla diggins e weng coppa del mondo sci di fondo

Tutti quelli da tenere d’occhio per la sfera di cristallo: il resto del mondo.

Oltre alle compagini scandinave, la squadra più attrezzata per dar fastidio ai nordici, perlomeno tra i maschi, sembra essere la Russia. I fondisti dell’est puntano tutto sul ventiquattrenne Sergej Ustjugov, protagonista di uno strepitoso finale di stagione lo scorso anno. Il team potrà ancora contare anche sull’esperienza di gente come Legkov e Vylegzhanin, protagonisti di quella nazionale che sbancò alle ultime Olimpiadi di Sochi.

Il resto del mondo non sta di certo a guardare. Dario Cologna ha vinto una Coppa del Mondo a tavolino quest’estate, quella del 2015 tolta a Sundby. In casa Svizzera sperano in una sua rinascita, soprattutto in vista dei Mondiali. Stesso discorso per la polacca Justyna Kowalczyk, che dopo 2 stagioni nerissime è arrivata all’ultima chiamata per i piani alti.

manificat-sundby

Poltoranin, Harvey e Manificat sono invece i più attesi (e accreditati) di casa Kazakistan, Canada e Francia. Tra i transalpini c’è grande speranza e fiducia anche per la squadra “sprint”, con tanti ragazzi che hanno fatto bene lo scorso anno e che sono pronti a migliorarsi. Tra questi la punta di diamante è di sicuro Baptiste Gros.

Chiudendo con le donne, dopo le inarrivabili norvegesi c’è una grande lotta per la piazza d’onore. Si riparte dai risultati di marzo scorso, con un occhio particolare, oltre alle citate svedesi e finlandesi, alla squadra tedesca, molto interessante, e agli acuti di quella americana. Proprio quest’ultima punterà tutto su Jessica Diggins, che sta diventando sempre più competitiva e completa ad alti livelli, e sul rientro di Kikkan Randall.

Last but not least: il plotone azzurro.

La Coppa del Mondo sci di fondo 2017 sarà anche tinta d’azzurro. Il nostro Federico Pellegrino è reduce da un 2016 spaziale, chiuso con la vittoria della sfera di cristallo sprint. Francesco De Fabiani, invece, è probabilmente l’under-23 più promettente del panorama europeo, e anche quello con più margini di crescita. Loro due saranno i trascinatori di una squadra – forse di un movimento intero – che l’anno scorso ha subito un brusco ricambio generazionale.

pellegrino-coppa-del-mondo-sci-di-fondo

Gli obiettivi sono già dichiarati. Per Pellegrino, anche se sarà un’ardua impresa, c’è l’obbligo morale di provare a ripetersi. Per De Fabiani, invece, la volontà è quella di entrare nei primi 10 al mondo, cercando di portare a casa qualche altra soddisfazione dopo i podi della scorsa stagione. Lo sci nordico targato Italia passerà dalle loro prestazioni, con un occhio di riguardo alla preparazione per i Mondiali.

Discorso diverso, invece, per le donne. Da più di qualche stagione le azzurre soffrono gli alti livelli della Coppa del Mondo, annaspando nella parte medio-bassa della classifica. L’unica nota veramente positiva è rappresentata da Virginia De Martin Topranin, che l’anno scorso ha dimostrato di poter lottare per la top-20. L’idea di base, anche nella squadra azzurra stessa, è che c’è ancora comunque tanto lavoro da fare.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Classe 1992, originario di Albano Laziale, consegue la maturità scientifica nel 2011 e nello stesso periodo inizia a collaborare con varie testate di livello locale. Sempre dal 2011 studia "Lettere Moderne" all'Università La Sapienza di Roma e diventa speaker ufficiale e blogger della web radio www.radioliberatutti.it, nella quale conduce un programma sportivo, a cadenza settimanale, dal nome "Sport 43". Dal 2013 scrive periodicamente per giornali cartacei come "VelletriOggi", "Il Corriere Tuscolano" e "Il Caffè dei Castelli Romani", con articoli che variano dalla cronaca all'attualità, dallo sport alla politica, passando per cultura e spettacolo. Appassionato, a volte maniacale, di sport, cinema, musica e motociclette, è cresciuto con la voglia di scrivere di ciò che più lo attira. VICEDIRETTORE DI WILD ITALY


'Coppa del Mondo di Sci di Fondo 2017: calendario, pronostici e roster' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares