crisi olanda

Crisi Olanda: i perché di un flop imprevisto

Quarta a 5 punti dal primo posto del Girone A di qualificazione per i mondiali del 2018, l’Olanda, rimasta ora anche senza CT e fresca della sconfitta in amichevole per mano dell’Italia, è sprofondata in una crisi che dura ormai da più di due anni. Proviamo a individuare i motivi della caduta di una nazionale storica come quella Orange. Il passato non basta.

Profondo Orange

Francia, Svezia e Bulgaria, precedono l’Olanda nel Girone A. La nazionale dei Paesi Bassi ha raccolto appena 7 punti in 6 partite, conditi da 8 gol fatti e 6 incassati in altrettanti match. Il primobonucci olanda posto resta un’utopia; ora sembra essersi complicata anche la corsa al secondo piazzamento, valido per i playoff. Dopo la mancata qualificazione a Euro 2016, i tulipani erano chiamati a riscattarsi e a dimostrare che la non partecipazione in Francia fosse solo un incidente di percorso. Cosa che, però, non è stata.

Martedì sera all’Amsterdam Arena è arrivato un altro ko, seppur in amichevole, contro gli Azzurri di Ventura, capaci di mostrare maggiori organizzazione tattica e, soprattutto, sicurezza nel reparto arretrato. Doti per nulla esibite, invece, dalla compagine allenata dal traghettatore – ex portiere – Fred Grim. L’Olanda ha dimostrato per l’ennesima volta di non avere un’identità ben precisa, un assetto chiaro ed un equilibrio tattico, rifugiandosi semplicemente nel dogmatico 4-3-3, modulo simbolo del calcio rivoluzionario olandese – guidato da Crujff e i suoi fratelli – ma che con quello di oggi non ha purtroppo più niente a che fare.

Un problema di “giovani” e di “vecchi”

L’Olanda si è sempre contraddistinta, e si contraddistingue tutt’oggi, nella formazione di numerosissimi talenti, lanciati fin da subito dai club dell’Eredivisie. Cosa più importante, anche dalla stessa nazionale maggiore. Uno dei problemi cardine che si sta portando dietro ormai da tempo la nazionale olandese, consiste proprio nel far esordire tanti giovani provenienti dai vivai, chiamati fin da subito ad affermarsi nel calcio dei grandi. Troppo spesso, però, questi ragazzi falliscono l’appuntamento con il salto, vista la loro acerbità.

depay olandaTanti sono i giovani calciatori oggi finiti ai margini di molti progetti calcistici. O in cerca di rilancio. Basti pensare a Martins Indi, considerato ai tempi del Feyenoord il futuro pilastro difensivo dei top club europei, finito quest’anno allo Stoke City. Oppure Cillessen, diventato in questa stagione secondo portiere al Barcellona.

Ma su tutti c’è Depay. L’ex Psv, che proprio ad Eindhoven aveva brillato, ha vissuto 2 stagioni di anonimato nel Manchester United, prima di trasferirsi nell’ultima finestra di mercato al Lione, dove sembra si stia pian piano ritrovando. Ma se per i tanti esordienti la strada della nazionale sembra tortuosa e in salita, per i senatori sembra avvicinarsi il viale del tramonto. Tra questi ci sono Snejider e Robben.

Inoltre, essendo ormai finita l’epopea dei grandi bomber come Van Nistelrooj, Huntelaar e Van Persie, l’Olanda oggi fatica a trovare un attaccante capace di fare la differenza, affidandosi spesso alla formula del “falso nueve”. Formula che fino a ora non ha per nulla ripagato.

Cercasi CT

Io e Wesley Sneijder abbiamo 14 anni alle spalle con questa maglia – ha afferma in un’intervista l’esterno del Bayern abbiamo giocato tantissime partite e visto passare molti allenatori. Posso dire che ci siamo fatti una opinione chiara sul profilo che può servire alla Nazionale. Io sono il capitano, dunque la prima persona da sentire, credo”.

Finita l’era Blind, considerata fallimentare dall’opinione pubblica e dagli addetti ai lavori, è ufficialmente iniziata la ricerca di un nuovo CT. Si è fatto fin da subito il nome di Luis Van Gaal, vero guro e gota del calcio olandese, che però si ridurrà semplicemente a fare da consulente per la federazione, contribuendo a trovare il tecnico giusto con il quale ripartire. I nomi più gettonati dallaronald koeman stampa sono quelli di Seedorf, in cerca di riscatto dopo la parentesi Milan, e quello più importante di Ronald Koeman. L’ex allenatore di Az e Southampton sta facendo una grande stagione con l’Everton in Premier League, ma, vista la posizione a ridosso della zona europea dei suoi Toffies, Koeman ha preferito dare la priorità al suo club, rimandando tutti i discorsi a fine stagione.

Crisi Olanda: quale futuro per gli Orange?

Al momento la situazione olandese è tutt’altro che positiva. E se sarà difficile trovare l’allenatore giusto e rimontare il Girone A di qualificazione a Russia 2018, ancora più arduo sarà rinnovare la rosa. L’Olanda è chiamata ad un vero e proprio “processo di svecchiamento”, individuando quelli che potranno essere gli eredi dei vari Robben, Snejider e Van Persie. Compito assolutamente non riuscito fino ad ora.

La pazienza nello scegliere e nell’aspettare i giocatori e il tecnico del futuro sembrerebbero essere le armi migliori per tornare ai fasti di un tempo. Ma il fallimento della mancata qualificazione ad Euro 2016, e il flop delle attuali gare per staccare il biglietto per la Russia, rendono la nazionale dei tulipani la protagonista di una vera e propria Mission Impossible degna del miglior Tom Cruise.

Il tempo stringe, e la paura di una crisi senza fine incombe. Gli Orange sono chiamati a trovare fin da subito un CT in grado di trascinare perlomeno ai Mondiali questa nazionale. Una nazionale che, però, è destinata a un drastico e inevitabile cambiamento.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al "Liceo Scientifico Statale Louis Pasteur" di Roma, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tre. Ama lo sport, in particolare il calcio, la musica e il cinema. E' redattore di News24Italy, occupandosi della sezione dedicata al calcio. COLLABORATORE SEZIONE SPORT


'Crisi Olanda: i perché di un flop imprevisto' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares