dario fo

La cultura italiana dice addio anche a Dario Fo. Purtroppo

La notizia della sua morte, presso l’ospedale Sacco di Milano, dove era ricoverato da alcuni giorni per problemi respiratori, giunge proprio nel giorno del conferimento del Premio Nobel per la letteratura a Bob Dylan: all’età di 90 anni, si è spento Dario Fo.

Nato nella primavera del 1926 in una modesta famiglia lombarda di tradizione antifascista, in un piccolissimo paesino in provincia di Varese, Fo è sempre stato una figura poliedrica, protagonista incontrastato della scena culturale italiana per 70 anni. La sua attività ha toccato il teatro, la letteratura, la satira, la pittura, la politica, segnando con il suo timbro inconfondibile ogni sua opera.

Inizia la sua carriera nei primi anni ’50, fra attività teatrale e radiofonica, con i primissimi spettacoli di satira sociale e politica. Sono gli anni delle censure reiterate e del provvidenziale incontro con Franca Rame, sua compagna di vita e di scena dal 1954. I due vivranno un amore profondo fino alla scomparsa di lei, nel 2013. Fo la ricordava così: “Con Franca abbiamo vissuto tre volte più degli altri” parlando dell’intensa vita trascorsa insieme.

Con i primi tumulti degli anni ’70, inizia per la sua attività la stagione del teatro politico di controinformazione, formando a Milano il “Collettivo Teatrale la Comune”. Poi è la volta del rientro in tv, dopo un esilio durato 15 anni. E’ un periodo particolarmente produttivo per Fo, negli anni ’80 ha continuato a produrre opere teatrali, come Johan Padan a la descoverta de le Americhe e Il diavolo con le zinne, occupandosi anche di regia e di didattica.

Nel 1987, per esempio, pubblica il presso Einaudi il Manuale minimo dell’attore, a beneficio non solo degli estimatori ma anche di coloro che desiderano intraprendere la strada del teatro. Nel 1997 arriva l’assegnazione del Nobel, che provoca, a seconda dei casi, consensi o dissensi, proprio per la natura poco definita della sua arte. Tuttavia Fo approfitta della cerimonia di premiazione per lanciare una nuova iniziativa contro la Direttiva sulla brevettazione di organismi viventi proposta dal Parlamento Europeo.

In breve, si trasforma in una sorta di “testimonial” della campagna lanciata dal Comitato Scientifico Antivivisezionista e da altre associazioni europee, intitolata Per opporsi al brevetto dei geni non occorre essere dei geni.

Negli ultimi anni, anche se anziano, continua con passione ed energia la sua attività artistica, dedicandosi anche alla pittura. Non manca anche di sostenere le idee politiche del neonato Movimento 5 Stelle di Grillo e Casaleggio.

Ultimo italiano vincitore del Premio Nobel per la letteratura, “…perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”, Fo guardava lontano.

Insieme a Franca Rame, ha rivoluzionato il panorama artistico-culturale dei tempi moderni, prendendo le distanze da quel teatro che lui definiva borghese, convenzionale, figlio della cultura della classe dominante, che nulla aveva a che fare con l’arte come lui, forse prima di tutti, la concepiva, credendo nel popolo come depositario delle vere radici della propria cultura.

Per questo ha sempre preso le distanze dall’etichetta di intellettuale che in molti gli attribuivano: la sua opera nasceva sempre dalla tradizione popolare e sempre veniva restituita al popolo, come in Mistero Buffo del 1969/1970, il suo capolavoro.

 


About

Nata a Roma nel 1994, studia Economia e Management presso l'Università di Roma Tor Vergata. Contemporaneamente sta muovendo i suoi primi passi in uno studio commercialista. Appassionata di arte, musica e teatro e con il sogno di collaborare con un giornale. Wild Italy è la sua prima esperienza nel mondo del giornalismo. COLLABORATRICE SEZIONE CULTURA


'La cultura italiana dice addio anche a Dario Fo. Purtroppo' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares