approfondimento Dallas Mavericks

NBA, le partite mai giocate: Dallas Mavericks 2006-07 vs. Oklahoma City Thunder 2011-12

Sesto appuntamento con la nostra rubrica “le partite mai giocate”. In questo speciale andremo ad analizzare due squadre atipiche le quali, una da favorita e una da grande protagonista dei playoff, non sono riuscite a portarsi a casa l’anello. Da una parte avremo i Dallas Mavericks della stagione 2006-07, dall’altra gli Oklahoma City Thunder 2011-12. Due squadre diverse e basate su perni offensivi importanti. A Dallas troviamo Dirk Nowitzki con un roster di altà qualità, mentre a Oklahoma il trio Durant-Westbrook-Harden. Chi potrebbe aggiudicarsi l’ipotetico incontro?

approfondimento dallas mavericks

da aminoapps.com

Dallas Mavericks 2006-07

Devin Harris, Jason Terry, Josh Howard, Dirk Nowitzki ed Erick Dampier. Questi sono i cinque schierati dal coach Avery Johnson. La stagione precedente a questa presa in analisi è quella sicuramente più amara per i tifosi dei Dallas Mavericks. I texani, infatti, sono usciti sconfitti dalle Finals con i Miami Heat del duo Wade-Shaq dopo essere stati sopra per 2-0. Il campionato 2006-07 doveva essere una vera e proprio rivincita per i Mavs ma la partenza non è delle migliori. Dallas perde le prime quattro partite della regular season e sembra aver accusato molto il colpo delle finali precedenti.

Ma è solo un’impressione. Infatti dal 9 novembre (vittoria contro i Phoenix Suns) Nowitzki e compagni non perderanno fino al 4 dicembre, vincendo ben 12 partite consecutive. A distanza di dieci giorni (e poche partite giocate) i Dallas Mavericks sono protagonisti di un’altra striscia positiva di 13 vittorie. Ma quella più lunga è quella che realizzano a fine gennaio: la squadra di Johnson, infatti, non perderà per più di un mese vincendo 17 partite consecutive. A fine stagione, la squadra texana sarà prima in tutta la NBA e la più favorita per il titolo finale.

Al primo turno dei playoff, Dallas incontra i Golden State Warriors, la squadra più ostica e propria bestia nera dato che in regular season era uscita sconfitta tre volte in tre incontri. La serie tra questi due team è una delle più belle e inaspettate degli ultimi anni del campionato americano. Baron Davis, infatti, guiderà la sua squadra a una delle più grandi imprese della storia della post-season: 4 a 2 il risultato finale. Se da una parte c’è il grande colpo dei Warriors, dall’altra c’è uno dei più grandi rammarichi di una squadra favorita al titolo NBA.

Oklahoma City Thunder 2011-12

Russell Westbrook, Thabo Sefolosha, Kevin Durant, Serge Ibaka e Kendrick Perkins. Questo, invece, il quintetto titolare schierato da Scott Brooks. Sesto uomo d’eccezione James Harden. L’anno precedente si era chiuso con la finale di conference che aveva visto i Thunder uscire sconfitti per 4 a 1 proprio con i Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki. La stagione 2011-12 vedeva Oklahoma come una delle squadre favorite al titolo e molti si aspettavano un duello in Finale tra LeBron James e Kevin Durant. È l’anno del lockout e si inizierà a giocare a fine dicembre.

approfondimento dallas mavericks

Ronald Martinez/Getty Images North America

I Thunder sono protagonisti di una stagione solida, costituita non da grandi strisce di vittorie (due volte solamente hanno toccato le 7 vittorie consecutive) ma dalla continuità. Al termine della regular season sono solo due le squadre che hanno fatto meglio: i Chicago Bulls di Derrick Rose e i San Antonio Spurs. Harden si aggiudica il premio di Sesto Uomo dell’anno e i Thunder si apprestano alla post-season come una delle pretendenti al titolo.

Al primo round, Oklahoma ha la sua rivincita contro i Dallas Mavericks che liquida in sole 4 partite. In semifinale di conference, invece, si impone per 4 a 1 contro i Los Angeles Lakers ma lo scontro più difficile è quello contro i San Antonio Spurs. La squadra di Duncan e compagni, con il fattore campo a favore, va sul 2-0 e iniziano i dubbi sul team di coach Brooks. Ma spinti da un grande Kevin Durant, i Thunder vincono 4 partite consecutive e volano in finale NBA. Alle Finals, però, trovano i Miami Heat di un Lebron James a caccia del suo primo anello. A spuntarla alla fine è proprio il team del Re che si impone per 4 a 1.

Il risultato

La solidità mentale da una parte e l’esperienza dall’altra. Queste sono le due caratteristiche in cui peccano le due squadre analizzate. A vincere lo scontro sarebbe Oklahoma che può vantare più frecce nel proprio arco offensivo.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'NBA, le partite mai giocate: Dallas Mavericks 2006-07 vs. Oklahoma City Thunder 2011-12' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares