approfondimento Dallas Mavericks

NBA, le partite mai giocate: Dallas Mavericks 2006-07 vs. Oklahoma City Thunder 2011-12

Sesto appuntamento con la nostra rubrica “le partite mai giocate”. In questo speciale andremo ad analizzare due squadre atipiche le quali, una da favorita e una da grande protagonista dei playoff, non sono riuscite a portarsi a casa l’anello. Da una parte avremo i Dallas Mavericks della stagione 2006-07, dall’altra gli Oklahoma City Thunder 2011-12. Due squadre diverse e basate su perni offensivi importanti. A Dallas troviamo Dirk Nowitzki con un roster di altà qualità, mentre a Oklahoma il trio Durant-Westbrook-Harden. Chi potrebbe aggiudicarsi l’ipotetico incontro?

approfondimento dallas mavericks

da aminoapps.com

Dallas Mavericks 2006-07

Devin Harris, Jason Terry, Josh Howard, Dirk Nowitzki ed Erick Dampier. Questi sono i cinque schierati dal coach Avery Johnson. La stagione precedente a questa presa in analisi è quella sicuramente più amara per i tifosi dei Dallas Mavericks. I texani, infatti, sono usciti sconfitti dalle Finals con i Miami Heat del duo Wade-Shaq dopo essere stati sopra per 2-0. Il campionato 2006-07 doveva essere una vera e proprio rivincita per i Mavs ma la partenza non è delle migliori. Dallas perde le prime quattro partite della regular season e sembra aver accusato molto il colpo delle finali precedenti.

Ma è solo un’impressione. Infatti dal 9 novembre (vittoria contro i Phoenix Suns) Nowitzki e compagni non perderanno fino al 4 dicembre, vincendo ben 12 partite consecutive. A distanza di dieci giorni (e poche partite giocate) i Dallas Mavericks sono protagonisti di un’altra striscia positiva di 13 vittorie. Ma quella più lunga è quella che realizzano a fine gennaio: la squadra di Johnson, infatti, non perderà per più di un mese vincendo 17 partite consecutive. A fine stagione, la squadra texana sarà prima in tutta la NBA e la più favorita per il titolo finale.

Al primo turno dei playoff, Dallas incontra i Golden State Warriors, la squadra più ostica e propria bestia nera dato che in regular season era uscita sconfitta tre volte in tre incontri. La serie tra questi due team è una delle più belle e inaspettate degli ultimi anni del campionato americano. Baron Davis, infatti, guiderà la sua squadra a una delle più grandi imprese della storia della post-season: 4 a 2 il risultato finale. Se da una parte c’è il grande colpo dei Warriors, dall’altra c’è uno dei più grandi rammarichi di una squadra favorita al titolo NBA.

Oklahoma City Thunder 2011-12

Russell Westbrook, Thabo Sefolosha, Kevin Durant, Serge Ibaka e Kendrick Perkins. Questo, invece, il quintetto titolare schierato da Scott Brooks. Sesto uomo d’eccezione James Harden. L’anno precedente si era chiuso con la finale di conference che aveva visto i Thunder uscire sconfitti per 4 a 1 proprio con i Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki. La stagione 2011-12 vedeva Oklahoma come una delle squadre favorite al titolo e molti si aspettavano un duello in Finale tra LeBron James e Kevin Durant. È l’anno del lockout e si inizierà a giocare a fine dicembre.

approfondimento dallas mavericks

Ronald Martinez/Getty Images North America

I Thunder sono protagonisti di una stagione solida, costituita non da grandi strisce di vittorie (due volte solamente hanno toccato le 7 vittorie consecutive) ma dalla continuità. Al termine della regular season sono solo due le squadre che hanno fatto meglio: i Chicago Bulls di Derrick Rose e i San Antonio Spurs. Harden si aggiudica il premio di Sesto Uomo dell’anno e i Thunder si apprestano alla post-season come una delle pretendenti al titolo.

Al primo round, Oklahoma ha la sua rivincita contro i Dallas Mavericks che liquida in sole 4 partite. In semifinale di conference, invece, si impone per 4 a 1 contro i Los Angeles Lakers ma lo scontro più difficile è quello contro i San Antonio Spurs. La squadra di Duncan e compagni, con il fattore campo a favore, va sul 2-0 e iniziano i dubbi sul team di coach Brooks. Ma spinti da un grande Kevin Durant, i Thunder vincono 4 partite consecutive e volano in finale NBA. Alle Finals, però, trovano i Miami Heat di un Lebron James a caccia del suo primo anello. A spuntarla alla fine è proprio il team del Re che si impone per 4 a 1.

Il risultato

La solidità mentale da una parte e l’esperienza dall’altra. Queste sono le due caratteristiche in cui peccano le due squadre analizzate. A vincere lo scontro sarebbe Oklahoma che può vantare più frecce nel proprio arco offensivo.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'NBA, le partite mai giocate: Dallas Mavericks 2006-07 vs. Oklahoma City Thunder 2011-12' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares