Date a Cesare quel che è di Cesare

Nell’ultimo proclama settimanale davanti ai promotori della libertà dalle ramate chiome, il nostro Premier ha affermato che tutto il fango che sta arrivando addosso al Governo e agli uomini che ne fanno parte è tutta opera di una manovra oscura della stampa staliniana della sinistra e dei suoi amici magistrati.

Pur essendo il miglior presidente degli ultimi 150 anni, e nonostante il suo indiscusso carisma, non credo che con queste affermazioni riuscirà nel disperato tentativo di attribuire azioni concrete di “opposizione” a questa sinistra nel tentativo di far nascere consensi nei loro confronti.

L’attuale sinistra, in questo particolare momento della politica italiana, ma non solo, ha infatti diversi meriti di cui possono andare orgogliosi gli elettori, tra cui _________________________________________(lo spazio è lasciato libero di proposito, così ognuno può mettere ciò che crede sia stato fatto, di utile, dal partito di opposizione…..come ho fatto io….).

Per quanto riguarda invece la merda di cui sopra, scendendo nei particolari:

Il Ministro aviotrasportato Scajola, è stato nominato da Lui, e non è la prima volta, visto che, ad esempio ai tempi del famoso G8 di Genova, sciaboletta era Ministro dell’Interno…chissà dove abitava a quei tempi e chi gli aveva comprato casa.

Per l’”onorevole” Brancher invece, prima della nomina ha Ministro, il Presidente del Consiglio ha provveduto personalmente alla creazione del Ministero apposito, e non importa se: senza portafoglio, senza personale, senza ufficio e soprattutto senza alcuna delega…. Lo scopo era un altro..

Il sottosegretario all’economia e coordinatore del Pdl in Campania Cosentino, sempre da lui è stato nominato e confermato a pieno titolo  dopo la richiesta di arresto per collusione con la camorra; adesso si è visto costretto alle dimissioni dalla prima carica, ma per volere del Premier, rimane sempre in sella come coordinatore del Pdl in Campania, dove l’attuale Presidente della Regione, Caldoro, sempre in quota Pdl, è stato definito dallo stesso Cosentino, insieme alla Ministra Campana Carfagna e all’omonimo ex vice capogruppo alla camera…un bocchinaro (e non nel senso di corrente politica..) un vero gentleman.

Il senatore Dell’Utri, appena condannato in secondo grado a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa (non un Cosentino qualsiasi..), non solo è stato scelto da Lui, ma è suo compagno di merende da tempo immemore, ha fondato con lui il partito di Forza Italia, ha portato il boss Mangano nella villa di Arcore, è senatore della repubblica e in quanto tale teneva contatti con i compagni di cella Carboni, Martino e Lombardi per pilotare appalti, sentenze e Lodi vari…

Stesso discorso per Denis Verdini, coordinatore nazionale del Pdl e non certo scelto per questo ruolo da D’Alema o Fassino…..anche lui impegnatissimo a tessere trame nell’esclusivo interesse di Cesarone….

Senza dimenticare San Bertolaso, il factotum della protezione civile inguaiato tra il G8 della Maddalena e la ricostruzione dell’Aquila; anche se a dir la verità, qui qualche merito del Pd in effetti c è, visto che l’angelo salvatore era anche il preferito dell’ultimo Governo sinistrorso.

Quindi Presidente, non si modesto…in tutta questa storia, della sinistra (che si guarda bene da proferire parola..) non c è neanche l ‘ombra, questa è tutta farina del suo sacco..(e speriamo che sia solo farina…ci manca solo questa..), anche se Lei naturalmente non c’entra nulla ed è all’oscuro di tutto..(la compravendita dei voti per l’approvazione del lodo Alfano infatti doveva essere un regalo a sorpresa).

In conclusione dell’ennesimo comizio, il Presidente ha voluto tranquillizzare gli italiani, assicurando che fra un po’ si potranno finalmente riutilizzare i telefonini senza preoccupazione alcuna….Alla luce di tutto quello che sta succedendo, con tutta questa melma che sale a galla soprattutto grazie ad intercettazioni telefoniche ed ambientali, chissà a quali cittadini italiani in particolare era rivolto questo messaggio…..

VINCENZO PACILE`



'Date a Cesare quel che è di Cesare' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares