deadpool

Deadpool, il mercenario chiacchierone tutto azione ed ironia

deadpool-ryan-reynoldsUn mercenario chiacchierone, dall’ironia sboccata e piena di doppi sensi, tele dipendente. Tutto questo e molto di più è Deadpool, nome in codice di Wade Winston Wilson, personaggio Marvel creato da Fabian Nicieza (testi) e Rob Liefeld (disegni), apparso per la prima volta su New Mutants, prima serie n.98 nel febbraio del 1991, ed in poco tempo in cima alle classifiche di gradimento del pubblico, tanto che pochi anni dopo avrà una testata tutta sua.

Il prossimo 18 febbraio, distribuito dalla 20th Century Fox, arriverà nelle sale la trasposizione cinematografica del fumetto. Deadpool, nuovo atteso cinecomic diretto da Tim Miller  (all’esordio dietro la macchina da presa) vede protagonista nei panni dell’antieroe Ryan Reynolds (che riprende il ruolo dopo averlo interpretato in X-Men le origini – Wolverine) cui si affiancano Morena Baccarin, Ed Skrein, T. J. Miller, Gina Carano, Brianna Hildebrand, Andre Tricoteux e Leslie Uggams.

Sinossi

Wade Wilson è un ex agente operativo delle Special Forces e mercenario, il quale per guarire dal cancro decide di sottoporsi ad un terribile esperimento. L’ex soldato acquisisce così un’eccezionale potere di guarigione che gli permette di rigenerarsi velocemente. Il mercenario chiacchierone si arma così della sua ironia e delle sue abilità per andare a cercare l’uomo che gli ha quasi rovinato la vita.

Antieroe fuori dagli schemi

Non è da tutti infrangere un record, ma se ci riesci è perché sicuramente hai quel qualcosa in più degli altri che te lo ha permesso. Se sei un film infrangere i record di incassi non è mai facile, ma quando ci riesci vuol dire che hai trovato la formula giusta (o magica) per piacere al pubblico. E Deadpool rientra in questa categoria. Non è un caso che abbia fatto il record di incasso per un titolo r-rated (vietato ai minori di 17 anni non accompagnati) nel week end di esordio nei cinema USA con 135 milioni di dollari.

Essere consapevoli di cosa si sta trattando e di cosa vuole il pubblico, è questo l’elemento principale che fa di Deadpool un film che i fan del mercenario chiacchierone ameranno. Gli sceneggiatori Rhett Reese e Paul Wernick hanno capito non solo cosa il pubblico ha sempre voluto dai cinecomic – ovvero che rispettassero i personaggi senza snaturarli – ma anche che Deadpool è un antieroe diverso da tutti gli altri.

Il personaggio creato da Nicieza e Liefeld è quanto più di politicamente scorretto, scurrile, violento, (auto)ironico e citazionista ci sia nel mondo dei comics. La natura da vero “cazzone” di Wade Wilson pervade l’intera pellicola dall’inizio alla fine. Non esiste un momento in cui tutte le caratteriste del personaggio non vengano fuori.
La pellicola rispecchia quindi in pieno lo humor sboccato fatto di doppi sensi e citazioni di film e serie tv – preparatevi a ridere di gusto – che hanno fatto di Deadpool uno dei personaggi più amati della Marvel.

Azione e divertimento

deadpool-colossoCome ogni cineomic che si rispetti non mancano azione ed adrenalina, cui si aggiunge una sana dose di violenza – è pur sempre un film che narra di vendetta – che fanno di Deadpool un film coinvolgente ed appassionante che tiene lo spettatore con gli occhi incollati sullo schermo.

Deadpool rompe gli schemi dando vita ad un personaggio consapevole di essere un antieroe dei fumetti (guai a chiamarlo eroe) e quindi consapevole di avere un pubblico che lo guarda a cui si rivolge in più occasioni, disintegrando così la quarta parete. Quest’ultima trovata, per inciso, ha permesso di creare un film completamente nuovo.

Punto di forza della pellicola è sicuramente la sceneggiatura che oltre a dare vita a personaggi a tutto tondo – almeno quelli principali – è riuscita a creare una storia avvincente ed entusiasmante anche grazie al continuo saltare tra presente e passato che gli conferisce un ritmo incalzante.
Convincenti anche gli attori, tutti a loro agio nei rispettivi ruoli, a partire dalla coppia formata da Ryan Reynolds e Morena Baccarin.

Nonostante il film non sia esente da difetti, a partire dalla love story frettolosa e un po’ forzata che però funge da motore dell’azione e un massiccio uso della CGI che rendono le scene di combattimento fin troppo plastificate, il film non deluderà i fan del mercenario grazie al suo essere fedele al personaggio che tutti amiamo. Deadpool è uno dei migliori cinecomic degli ultimi anni. 

P.S.: Come sempre restate fino alla fine dei titoli di coda per l’immancabile scena extra.

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Deadpool, il mercenario chiacchierone tutto azione ed ironia' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares