kyrie irving cleveland

Dove andrà a giocare Kyrie Irving nella NBA 2017/2018?

Kyrie Irving se ne vuole andare da Cleveland. Un fulmine a ciel sereno che colpisce i sostenitori dei Cavs. Golden State chiama, confermando Iguodala e Livingston e prendendo Nick Young, ma i Cavaliers non rispondono. Sembrava fatta per l’approdo di Paul George nella squadra di coach Lue ma all’ultimo i Pacers ci hanno ripensato, portando molto malumore in casa Cleveland.kyrie irving golden state

E mentre tutta l’attenzione dei media era concentrata sulla reazione di LeBron James, Irving era pronto a fare la valigie già prima del draft, direzione Chicago con Jimmy Butler ad attenderlo. Purtroppo, per lui però, i Twolves hanno preceduto la sua intenzione portando il nativo di Houston a Minnesota. Dove andrà quindi Uncle Drew e perché ha fatto una scelta del genere? Andiamo a scoprire quali possono essere le sue possibili destinazioni e il motivo che sta dietro a questa richiesta.

Il motivo

Molti tifosi dei Cavaliers si saranno chiesti il perché di questa richiesta. Il motivo che sta dietro è sicuramente LeBron James. Il Re ha tolto la scena a Irving proprio quando incominciava a sentirsi il futuro e la stella dei Cavs. Il playmaker sperava che la squadra fosse costruita attorno a lui e non si aspettava di certo un ritorno del prescelto.

Da quando James ha fatto ritorno, si parlava prevalentemente di lui, anche quando Uncle Drew ha messo la tripla del titolo a gara 7. Irving da due anni a questa parte è uno dei migliori giocatori della NBA ma è stato spesso messo in disparte per via di LeBron. Ora vuole una squadra che lo possa valorizzare del tutto, una squadra che lo metta al centro del progetto. Sarà pronto per questo salto?

kyrie irving san antonio spursSan Antonio Spurs

Secondo le ultime indiscrezioni, San Antonio sarebbe la destinazione preferita di Irving. La truppa di coach Pop sta cercando un giocatore che possa sostituire Parker nel quintetto titolare e aggiungere uno dei playmaker più forti della lega potrebbe impensierire seriamente i Golden State Warriors. La trattavia da intavolare è sicuramente difficile ma non impossibile.

La pedina dello scambio sarebbe lo scontento LaMarcus Aldridge che negli ultimi tempi si sarebbe lamentato troppo con la dirigenza. Nella trade ci sarebbe anche Phoenix e vedrebbe questi movimenti: Irving a San Antonio, LaMarcus Aldridge ai Suns e Bledsoe, Warren e Anderson ai Cavs. Leonard e Irving diventerebbero così il futuro degli Spurs.

Minnesota Timberwolves

La seconda destinazione possibile sarebbe Minnesota, alla corte di coach Thibs. I Twolves hanno piazzato un colpo importante come Jimmy Butler e vogliono incominciare a fare sul serio già da quest’anno. Irving sarebbe la ciliegina sulla torta e diventerebbe il leader di una squadra giovane e molto promettente.

Wiggins e Towns hanno mostrato già una parte del loro potenziale e con l’arrivo di Kyrie potrebbero sbocciare del tutto. Così facendo i “lupi” possono tornare prepotentemente alla ribalta dopo il periodo di Garnett. La difficoltà principale è la pedina di scambio: al di là degli intoccabili (Towns, Butler e Wiggins) rimane Jeff Teague che però non può essere scambiato prima di dicembre dato che è appena arrivato.

New York Knicks

Un altro scenario molto interessante è New York. La grande Mela si è stufata di Carmelo Anthony e lo stesso si può dire del giocatore. In aggiunta Carmelo è stato più volte accostato ai Cavs e questa volta potrebbe essere la volta buona. Ad attenderlo ai Knicks c’è Kristaps Porzingis che da poco ha dichiarato che “vincere a New York è come essere un Re”.

kyrie irving new york

La situazione non è delle migliori a New York ma Irving potrebbe riportare l’entusiasmo a una squadra che si è spenta negli ultimi anni. Dietro agli Spurs, la squadra di coach Hornaceck è la favorita a intavolare uno scambio.

Miami Heat

La Florida sarebbe un’altra destinazione per Irving. Sicuramente il progetto è meno interessante rispetto agli altri per via del roster di contorno ma qua Uncle Drew avrebbe completamente la squadra in mano. Ad attenderlo ci sarebbe Whiteside che aspetta una stella dopo l’addio di Wade e di Bosh. A fare da pedina di scambio questa volta sarebbe Goran Dragic.

 Cleveland Cavaliers

L’ultima opzione è la permanenza. È altamente improbabile ma una remota possibilità c’è. Irving sa che se rimane avrà ottime chance per riapprodare alle finali NBA. Il vero problema, in questo caso, sarebbe quello di ricucire il rapporto con LeBron James. Per tornare di nuovo in alto bisognerà avere una chiarificazione tra i due.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'Dove andrà a giocare Kyrie Irving nella NBA 2017/2018?' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares