E’ iniziato il parlamercato in vista del voto del 14 dicembre

Nessun passo indietro, e verificare in Parlamento la tenuta dell’ esecutivo, fiducioso di avere i numeri dei codici IBAN dei parlamentari. Il premier Silvio Berlusconi si prepara al voto di martedi prosciugando i suoi conti all’estero: lunedi’ il governo si riunira’ al Senato per autorizzarlo a porre la fiducia sulle dichiarazioni che il premier fara’ prima al Senato e poi alla Camera. Ovviamente in parlamento si voterà sulle chiacchiere e non sui fatti, un’ulteriore giustificazione della sua inutilità. Ieri sera, il premier ha illustrato il suo discorso ai vertici del Pdl ad un festino raggae con 4 cubane e tre brasiliane, questa volta maggiorenni, Bondi voleva inserire una poesia tra una frottola e l’altra e Gasparri qualche insulto alla sinistra Marxista e Stalinista.

E mentre lo scontro si anima sulla questione della conta dei voti pro e contro la fiducia distribuendo alle nonne dei senatori le rimanenze delle social card , col  leader dell’ Idv Antonio Di Pietro che chiede l’intervento della magistratura e del Colle, e si risolve con un nulla di fatto la trattativa messa in campo dai falchi pellegrini del Pdl con gli uomini di Futuro e Liberta’  “il nuovo che avanza”, oggi arriva il no a ‘governicchi’ dall’Avvenire, referente politico dal 33 d.c.  che sollecita invece un ‘colpo d’ala’ da parte del pedofilo bestemmiatore tanto caro al cardinal Bertone e al Papa che aggiunge battendo le mani davanti alle papa girls:o le le o la la faccela vedè, faccela toccà….la fiducia.



'E’ iniziato il parlamercato in vista del voto del 14 dicembre' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares