hotel california

Hotel California, l’album più celebre degli Eagles compie 40 anni

Ascoltato e cantato, riascoltato e sognato. Hotel California, l’album più celebre degli Eagles, ha compiuto 40 anni lo scorso 8 dicembre. Correva l’anno 1976 e veniva pubblicato il quinto album da cui fu stato estratto il singolo, scritto da Don Felder, Don Henley e Glenn Frey.

Dopo l’uscita, il disco ha venduto 42 milioni di dischi, mentre la canzone ha vinto il Grammy e la rivista Rolling Stone l’ha inserita al 49esimo posto nella classifica delle canzoni più belle di tutti i tempi.

Con Hotel California, gli Eagles hanno catturato un’istantanea della fine degli anni ’70, fatta di eccessi e abusi di alcol e droghe. E fu un incredibile successo. Il 15 gennaio del 1977, l’album era già in vetta alle classifiche americane e il 26 febbraio New kid in town arrivò primo in classica in America. Ma la fama vera arrivò proprio con il brano omonimo.

HOTEL CALIFORNIA, UN SUCCESSO SENZA EGUALI

Dopo l’uscita della canzone Hotel California, esattamente il 7 maggio del 1977, l’album divenne disco d’oro in appena 5 giorni.

California e anni ’70 rappresentano il binomio per eccellenza che descrive alla perfezione il quadro dell’epoca. E Hotel California ha dato il colpo di grazia prendendo di diritto una poltrona nell’olimpo della musica rock.

Don Henley, batterista degli Eagles, ha raccontato che Hotel California è «la nostra interpretazione della bella vita a Los Angeles. Era una canzone sull’oscura vulnerabilità del sogno americano, qualcosa che conoscevamo bene». Lo stesso album parla di un periodo preciso, quello della fine di un’epoca rappresentata dalla decadenza di cui gli stessi artisti sono stati testimoni.

HOTEL CALIFORNIA E IL SUO SIGNIFICATO

«È fondamentalmente una canzone che parla del ventre scuro del sogno americano e dei suoi eccessi, che era qualcosa che conoscevamo molto bene». È quanto dichiararono i componenti degli Eagles che furono travolti da un successo planetario. Ma cosa c’è dietro il testo di Hotel California?

Nata da un’idea del chitarrista Glenn Frey, il testo è un insieme di spunti reali, come la rottura tra Don Henley e la fidanzata Loree Rodkin e quelli metaforici. Il racconto dell’uomo che, stanco di vagare nel deserto senza una meta, si ferma in un hotel per riposarsi è una allegoria che ha diversi significati. Dal raggiungimento della serenità al viaggio individuale che ognuno fa nella propria vita, fino alla perdita dell’innocenza. A causa dell’aspetto metaforicoche si celava dietro il testo, gli Eagle furono addirittura accusati di inneggiare al satanismo.

IL SIGNIFICATO DIETRO LA COPERTINA DELL’ALBUM

Non solo il testo ebbe il suo peso dal punto di vista metaforico. L’affascinante copertina, con un carattere esotico grazie all’edificio moresco, con le palme che fanno da cornice, è frutto del fotografo David Alexander. La fotografia fu realizzata insieme all’art director Kosh e vennero impiegate quattro ore.

Don Helnery disse che l’obiettivo dell’immagine di Hotel California doveva ricreare l’atmosfera di «gloria svanita, perdita di innocenza e decadenza». E così fu.

Purtroppo, la fama travolgente colpì negativamente il gruppo. Proprio quel luogo confortante che era Hotel California divenne anche un luogo in cui i componenti degli Eagles non riuscirono facilmente ad uscire.

Il gruppo entrò in crisi compositiva e creativa. Il successivo album venne sfornato dopo tre anni e il consumo eccessivo di alcol e droghe portò alla rottura degli Eagles.

Nonostante ciò, resta che Hotel California fa sognare e regala suggestioni come pochi brani sanno fare.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Mi chiamo Maria Giorgia, ma per molti sono MG. Sono laureata in filosofia e sono giornalista pubblicista. Lavoro sul web e adoro i gatti, la luna e il giallo ocra. COLLABORATRICE SEZIONE CULTURA


'Hotel California, l’album più celebre degli Eagles compie 40 anni' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares