portogallo-euro2016

Alla scoperta di Euro2016: il girone F del Portogallo

Si conclude il nostro viaggio alla scoperta dei gironi di Euro 2016, mettendo ai raggi x il raggruppamento che vede coinvolti il Portogallo, l’Islanda, l’Austria e l’Ungheria. Si tratta del Girone F, il sesto e ultimo impegnato in questa nuova formula di europeo a 24 squadre.ronaldo-portogallo

Portogallo: Ronaldo e il Tallone d’Achille.

La selezione portoghese è una delle più curiose e particolari dell’intero panorama calcistico europeo. Se da una parte, può vantare di sfornare continuamente nuovi centrocampisti e fantasisti dal futuro assicurato, dall’altra non può dire lo stesso degli attaccanti. La nazionale capitanata da Cristiano Ronaldo infatti, convive da tempo con un problema, quello di non avere in rosa attaccanti di livello, e si sa quanto sia importante avere dei bomber nel calcio di oggi.

Il ct Fernando Santos proverà a sopperire all’assenza di un cannoniere, affidandosi a Cristiano Ronaldo, all’esperienza dei suoi difensori in rosa, vedi Carvalho, Pepe, Bruno Alves e Josè Fonte, calciatori da anni impegnati ai massimi livelli e di sicuro affidamento, ma soprattutto affidandosi alla qualità dei suoi uomini a centrocampo. Il punto di forza dei rossoverdi è senza dubbio rappresentato dalla tcnica dei tanti centrocampisti in rosa, giocatori già conosciuti, come Joao Moutinho e Nani, ma anche altri nuovi talenti pronti a prendersi le luci della ribalta, come Andrè Gomes, giocatore moderno, duttile e di grandi doti tecniche, nel mirino della Juve, ma che probabilmente verrà acquistato dal Manchester United per una cifra vicina ai 60 milioni di euro; passando poi per Rafa Silva del Braga, Carvalho e Andrè Silva dello Sporting, Andrè e Danilo del Porto.

islanda-euro2016Il Portogallo non dovrebbero avere troppi problemi a passare da primi il Girone F, con il leader e trascinatore Ronaldo pronto a fare valanghe di gol anche all’europeo.

Islanda: gli uomini di ghiaccio.

Qualificatasi seconda alle spalle della Repubblica Ceca, con ben 20 punti totalizzati in 10 giornate nel girone di qualificazione, l’Islanda rappresenta una vera e propria sorpresa per il calcio del nord Europa, spesso troppo poco competitivo con quello delle principali nazioni del vecchio continente. Gli uomini di ghiaccio sono la mina vagante del torneo, e possono lottare quanto meno per fare bella figura con le altre compagini.

Il capitano Gunnarson, Sigurdsson, Finbogasson e Bjarnason e il veterano Gudjohnsen, sono le principali stelle del calcio islandese, giocatori titolari in pianta stabile nei loro club di appartenenza. La selezione del ct Lagerback gioca un calcio pratico ed efficace, facendo della fisicità e degli spunti dei singoli le armi principali, e, con determinazione e umiltà, potrebbe togliersi più di qualche soddisfazione nella manifestazione sportiva che inizia il 10 giugno.

Austria: Alaba e i suoi fratelli.austria-euro2016

28 punti, 9 vittorie e 0 sconfitte; 22 gol realizzati e 5 subiti in 10 partite. Questo l’impressionante score dell’Austria, che ha dominato il Girone G di qualificazione, guadagnandosi il ruolo di possibile outsider per Euro 2016. Un po’ come per la Svizzera, anche l’Austria ha sfruttato a pieno i propri “oriundi”, giocatori come Alaba, superstar del Bayern Monaco, Marco Arnautovic, autore di una brillante stagione con lo Stoke City, e per finire Dragovic, difensore centrale cresciuto nel Basilea e attualmente nella Dinamo Kyev, da sempre nel mirino di top club europei.

Oltre a loro, non vanno certamente lasciati nel dimenticatoio gli altri autori della cavalcata degli austriaci, principalmente rappresentati da Harnik, attaccante dello Stoccarda, Prodl, Fuchs, fedelissimo del Leicester di Ranieri, e l’esperto attaccante Janko. I biancorossi hanno tutte le carte in regola per qualificarsi alla fase finale, e l’impresa non dovrebbe essere così ardua. ungheria-euro2016Chissà che la banda austriaca non possa stupire ancora.

Ungheria: ritorno al passato?

44 anni dopo l’ultima apparizione nei tornei internazionali, torna l’Ungheria, che si è guadagnata il pass europeo battendo nello spareggio la Norvegia. Ipotizzare uno scenario positivo per la selezione di Storck è utopico, vista la scarsa qualità dei singoli – escludendo il capitano Dzsùdzsàk – e non è sbagliato considerarla come la cenerentola del gruppo F.

Gli ungheresi fanno della forza difensiva e della cattiveria agonistica la loro forza, compensando così all’inesperienza dei suoi calciatori. Il portiere Kiraly, il già citato Dzsùdzsàk, Gera e Szalai, sono i principali giocatori della rosa dell’est Europa, che non ha nulla da perdere, ma che sarà probabilmente destinata ad occupare l’ultima posizione del gruppo F.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al "Liceo Scientifico Statale Louis Pasteur" di Roma, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tre. Ama lo sport, in particolare il calcio, la musica e il cinema. E' redattore di News24Italy, occupandosi della sezione dedicata al calcio. COLLABORATORE SEZIONE SPORT


'Alla scoperta di Euro2016: il girone F del Portogallo' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares