Eurolega 2017/2018: l'analisi della prima metà di stagione

Eurolega 2017/2018: l’analisi della prima parte di stagione

E’ da poco iniziato il girone di ritorno dell’Eurolega 2017/2018. A guidare il campionato è il CSKA Mosca che con un record di 13 vittorie e 4 sconfitte precede le dirette avversarie. A sorpresa le greche, Panathinaikos e Olympiacos, subito dietro. Nel fanalino di coda, invece, troviamo Milano, l’Efes e il Valencia terzo in campionato ma che sta faticando molto in Europa. Andiamo ad analizzare le migliori e le peggiori squadre di questo girone di andata e i protagonisti di questo campionato.

Le prime della classe

Spanoulis

da Eurokinissi Sports

Come accennato nell’introduzione, Mosca è al primo posto dell’Eurolega con una sconfitta in meno delle due squadre greche. La squadra di coach Itoudis, al suo quarto anno con il CSKA, ha fino ad ora ottenuto la maggior parte delle vittorie con le squadre di media classifica (eccetto il Panathinaikos) e ha subito le sconfitte con le “big” del campionato. L’addio di Milos Teodosic non è stato accusato molto dato l’arrivo di Sergio Rodriguez al suo posto. Il team è quindi rimasto quasi del tutto invariato ma l’acquisto di Will Clyburn ha sicuramente portato punti in zona offensiva. A guidare Mosca, però, è sempre Nando De Colo primo per punti di media (17.1) e per valutazione (20.6).

Appaiate con lo stesso numero di vittorie e sconfitte ci sono Pana e Olympiacos. La prima ha trovato un Nick Calathes alla sua migliore stagione europea e un Pappas ritrovato. La seconda, invece, è trainata dal duo Spanoulis-Printezis. Entrambe le squadre fanno della difesa una delle loro principali armi di gioco e occupano il primo (Oly) e il terzo (Pana) posto per punti subiti.

Al quarto posto troviamo il Real Madrid che dopo una partenza sprint (4 vittorie su 4 incontri), ha perso 6 gare su 7. Nel momento clou della stagione, la squadra di Laso ha cambiato la marcia conquistando sei vittorie consecutive e tornando ai piani alti della classifica. Protagonista indiscusso di questo girone di andata è Luka Doncic, sempre più leader del team. Andamento altalenante per i campioni in carica che si trovano un gradino sotto al Real. Obradovic può contare su un roster di prima qualità a cui si è aggiunto Jason Thompson, ex NBA, che aggiunge sostanza sotto le plance.

Ultime in classifica

ultime della Eurolega 2017/2018

da oasport.it

Ultima in classifica troviamo Milano. La squadra di Pianigiani deve provare a trovare una sua continuità. Disputare due campionati contemporaneamente con delle rotazioni che hanno difficoltà a dare un constante apporto è molto difficile. Il calendario sicuramente non è stato d’aiuto dato che l’Olimpia ha dovuto affrontare nelle prime tre giornate Mosca, Fenerbache e Real Madrid. L’aggiunta di Jerrells ha portato entusiasmo a una squadra che aveva incominciato a perderlo, ma non basta. Ora è il momento di Kuzminskas, arrivato da oltreoceano, e di Young vicino al rientro. In difficoltà anche l’Efes allenato da Ataman che ha solamente una vittoria in più rispetto alla squadra italiana. Nonostante possa contare su giocatori come McCollum, Dunston e Simon il team continua ad avere difficoltà nel trovare la vittoria.

Nella stessa situazione si trova anche Valencia la quale è riuscita ad ottenere solo 6 vittorie. Dopo una partenza ottimale (3 vittorie e 1 sconfitta), la squadra guidata da un ottimo Erick Green ha subito dieci sconfitte consecutive scendendo nei bassifondi della classifica. Menzione speciale va fatta anche per il Barcelona, squadra che può aspirare a posizioni ben più alte ma che, a causa di un girone di andata negativo, si ritrova ad avere un record di 6 vittorie e 12 sconfitte.

I protagonisti

Luka Doncic

da Getty Images

Dopo aver analizzato le squadre, andiamo a dare un’occhiata ai principali protagonisti di questo girone di andata. Il giocatore che ha impressionato di più in questa Eurolega è senza dubbio Luka Doncic che guida la classifica in valutazione (24.5) ed è al secondo posto per punti segnati a partita (17.6). Il ragazzo sloveno migliora giorno dopo giorno e si prepara per lo sbarco in NBA del prossimo anno. Subito sotto troviamo uno dei punti fermi ormai da anni, ovvero Nando De Colo. Il giocatore del CSKA è il leader offensivo della sua squadra e si trova al secondo posto in valutazione (20.6).

Il leader per punti segnati, invece, è Alex Shved che dopo essere stato protagonista con la maglia della Russia la scorsa estate, si conferma come uno dei migliori giocatori europei. Per quanto riguarda gli assist, il migliore per distacco è sicuramente Nick Calathes, diventato il faro del Pana. L’ultimo giocatore che merita attenzione, nonostante la sua squadra stia vivendo alti e bassi, è Shengelia, uno dei migliori in questo girone di andata grazie ai suoi punti e ai suoi rimbalzi.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'Eurolega 2017/2018: l’analisi della prima parte di stagione' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Shares