Europei Under 21 Israele: l’Italia frena in finale, la Spagna è campione

Termina 4 a 2 la finale del campionato Europeo Under 21, disputata tra Spagna e Italia allo Stadio Teddy di Gerusalemme.  Dopo il trionfo del 2011, la Spagna si conferma la squadra più forte in Europa. È stata una vittoria meritata, una sfida a senso unico, che ha condotto solennemente gli spagnoli al trofeo.

Arriva subito al 6° minuto del primo tempo il gol della Spagna firmato Thiago Alcàntara. Sull’esterno, l’abile Morata si lascia alle spalle tre giocatori azzurri e la mette in mezzo per il centrocampista blaugrana che solo, stacca di testa e non sbaglia.  

spagna_italia_under_21_gettyQuando sembra proprio che gli azzurrini abbiano subito il duro colpo, arriva inaspettatamente la reazione dell’ Italia: Bianchetti lancia in verticale per Immobile, l’ attaccante del Genoa, a tu per tu con de Gea la manda in rete con uno straordinario pallonetto. È 1 a 1. Ma la Spagna non ci sta, riparte come sa fare e trova gli spazi giusti. Al 16° minuto Morata si libera bene tra i difensori azzurri, solo davanti al portiere prova la diagonale, ma Bardi si oppone.

Pochi istanti dopo è sempre Bardi a salvare il risultato: Moreno calcia dalla distanza, il pallone viene deviato dalla difesa azzurra e finisce sfortunatamente tra i piedi di Tello. Il centroavanti spagnolo la mette in mezzo per Koke che colpisce magnificamente di tacco, ma Bardi respinge. L’ Italia risponde con una straordinaria azione di Florenzi. Lancio lungo da dietro la linea difensiva spagnola per i piedi del giocatore giallorosso che, con una magia smarca il difensore avversario e calcia al volo, ma de Gea ribatte. L’illusione dura poco.

Arriva al 31° minuto il raddoppio della Spagna: lancio che scavalca il distratto Caldirola e arriva  nella zona di Thiago Alcàntara, il giocatore del Barcellona stoppa di petto e calcia potentemente in porta. Vano il tentativo da parte di Bardi di intercettare il pallone. L’ Italia va in tilt. Al 37° minuto Donati entra in scivolata su Tello. Tocca prima il pallone, ma non riesce a evitare lo scontro con l’avversario: è rigore, forse un po’ generoso. Il numero dieci spagnolo tira dal dischetto e non fallisce.

Nella ripresa cala l’ intensità.  L’ Italia è stanca e la Spagna  non sembra troppo interessata a infierire con il quarto gol. Possesso palla snervante, passaggi precisi, il solito tiqui taca. Al 64° minuto, Regini, sorpreso dalla finta di Montoya, atterra il difensore blaugrana. E’ di nuovo rigore per la Spagna. questa volta è netto. Isco spazza Bardi.  All’ 80° minuto giunge la reazione d’ orgoglio  da parte degli azzurrini. Borini, già protagonista nella semifinale contro l’ Olanda, accorcia le distanze con un letale tiro dalla distanza,  imprendibile per de Gea. Così  l’Italia tenta il tutto per tutto, ma la Spagna rimane concentrata fino allo scadere dei novanta minuti.

Le lacrime dei nostri giocatori e le parole di rammarico e delusione di Mangia, ci mostrano quanto l’Italia sperasse nella vittoria. Ma non c’è mai stata sfida e la squadra ne esce comunque a testa alta. Non possiamo far altro che complimentarci con i nostri avversari, che da molti anni ormai, come i fratelli maggiori, sono sempre i migliori.

 

ITALIA (4-4-2):Bardi; Donati, Bianchetti, Caldirola, Regini;Florenzi, Rossi, Verratti, Insigne; Borini, Immobile.

A disp.: Leali, Colombi, Biraghi, Capuano, Marrone, Bertolacci, Crimi, Gabbiadini, Destro, Sansone, Paloschi, Saponara.

CT: Devis Mangia

 

SPAGNA (4-3-3):De Gea; Montoya, Bartra, Martinez, Moreno; Koke, Illarramendi, Thiago Alcantara; Tello, Morata, Isco.

A disp.: Mariño, Noel, Nacho, Marc Muniesa, Alvaro, Carvajal, Camacho, Sarabia, Rodrigo, Muniani, Alvaro Vasquez.

CT: Julien Lopetegui

 

Arbitro: Matej Jug (SVN)

Assistenti: Roland Brandner (AUT) – Vencel Tóth (HUN)

IV Ufficiale: Ivan Bebek (CRO)

Assistenti Arbitrali Aggiunti: Halis Özkahya (TUR) – Ivan Kružliak (SVK)

 

MICOL MIELI

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook



'Europei Under 21 Israele: l’Italia frena in finale, la Spagna è campione' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares