evasione iva

Evasione Iva, Italia passa dal terzo al secondo posto in Ue

In Italia cala (seppur di poco) l’evasione dell’Iva. Nonostante questo però rimaniamo sopra la media Ue e, nonostante il calo, siamo passati dal terzo al secondo posto in Europa.

Queste le valutazioni redatte dalla Commissione Europea nel dossier dal titolo Study and Reports on the VAT Gap in the EU-28 Member States: 2018 Final Report.

Il Vat Gap citato nel titolo riguarda la percentuale di differenza tra quante imposte lo Stato incasserebbe se tutti i contribuenti versassero interamente l’Iva e quanto lo Stato incassa nella realtà. Se la percentuale è alta, anche l’evasione dell’Iva ovviamente lo è.

I Paesi presi in esame dalla Commissione Europea sono di due tipologie: quelli che rientrano nell’Unione europea ma non hanno adottato l’euro e quelli dell’ “eurozona” (hanno la moneta unica).

Come suggerito dal grafico, presente nel documento della Commissione, la percentuale media di evasione Iva in Europa (comprendendo entrambe le tipologie di paesi) dal 2015 al 2016 – anni presi in esame –  ha visto una minima riduzione. Si è passati dal 13,2% al 12,3%. E’ la Romania, tra i paesi che hanno mantenuto il loro conio, quella con la Vat gap maggiore: 34,48% nel 2015 , 35,88% nel 2016. Ai primi posti, le medaglie d’oro, troviamo invece la Svezia (1,08% nel 2016 dopo il 3,51% dell’anno precedente) e la Croazia con l’1,15% (nel 2015 era al 4,22%).

I PAESI DELL’EUROZONA

Nell’eurozona, i paesi cioè che hanno adottato l’euro, il discorso è diverso. Partendo dall’Italia. 4 anni fa l’evasione Iva nei nostri confini era al 26,13%. Passato un anno ed ecco, nel 2016, la percentuale scendere al 25,90% (- 0,23%). Questo ci ha portati al secondo posto nell’Ue per evasione Iva dopo la Grecia, saldamente in testa con il 29,22%.

La medaglia di bronzo è adesso della Slovacchia con il 25,68%. In vetta, tra i “buoni”, figurano la Germania (al 9,39%) e la Francia (all’11,92%). Il Paese che si staglia sul punto più alto del podio è invece il Lussemburgo. Nel 2016, infatti, ha avuto una percentuale di evasione Iva che si attesta sullo 0,85%.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Evasione Iva, Italia passa dal terzo al secondo posto in Ue' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares