ferragosto

Ferragosto: come nasce e come si festeggia nel mondo?

Ferragosto a Jesolo. Fonte: hoteldanubio.it

Ferragosto a Jesolo. Fonte: hoteldanubio.it

Il giorno di Ferragosto è l’appuntamento più importante dell’estate e quello che segna, tradizionalmente, le ultime battute della “bella stagione”. Nel nostro Paese è un vero e proprio rito che si protrae addirittura dall’antica Roma: fu istituito dall’imperatore Ottaviano Augusto per celebrare la fine dei lavori nei campi e per concedere un periodo di riposo ai contadini. I festeggiamenti duravano un intero mese e il nome “Agosto” deriva proprio dall’imperatore romano, visto che fu proprio lui a voler concentrare in poche settimane tutte le feste del raccolto.

Il 9 si onorava, per esempio, Sol Indiges, il Sole Antenato (la vita). Il 12, Ercole Invitto: la forza. Il 13, Flora e Vertumno, dio delle stagioni, che si divorano l’una con l’altro. Poi Diana-Lucina, dea della luna e del parto: sull’Aventino, i servi brindavano con i padroni ed era l’unica volta nell’anno che potevano farlo. Fra il 16 e il 17, onore a Portuno, dio dei porti (degli approdi sicuri). Il 19, Vinalia Rustica: riti propiziatori di grasse vigne.

Il 21, ecco il turno di Conso, dio dei «silos» si direbbe oggi, cioè protettore del frumento raccolto in un tempio sottoterra e che solo in quel giorno veniva aperto. Conso era un personaggio un po’ bonaccione e un po’ infernale, poiché abitava ai piani bassi, ma anche un po’ menagramo, visto che durante la sua festa vennero rapite le Sabine. Sua moglie, Ops Consiva, vegliava anche lei sui raccolti e veniva onorata il 25 del mese.

Il 15 agosto, incastonato in mezzo a quelle celebrazioni, era giorno perfetto in cui finivano e ricominciavano le grandi mangiate popolari. Solo nel 383 dopo Cristo, quando il 15 agosto morì in Gallia l’imperatore Graziano, le masse si misero a dieta. Per poco.

Palio di Siena. Fonte: wikipedia.org

Palio di Siena. Fonte: wikipedia.org

Fu la Chiesa Cattolica, col Concilio di Calcedonia del 451 d.C., a dedicare la giornata del 15 agosto all’Assunzione di Maria in Cielo, dopo che l’imperatore Marciano decise di voler venerare il corpo della madre di Cristo con i giusti meriti. La leggenda narra che quando i funzionari imperiali andarono a riaprire il sepolcro, non trovarono più la salma e si rincorsero, col tempo, le voci che fosse stata assunta al Cielo direttamente dall’arcangelo Gabriele. Questo dogma di fede fu proclamato dalla Chiesa di Roma solo nel 1950, per volere di Pio XII.

Da allora il Ferragosto è celebrato in tutti i Paesi cattolici con ritualità più o meno sfarzose. In Italia, a darne così ampio risalto, fu il fascismo: Benito Mussolini lo istituì a Festa di Stato, invitando gli italiani a fare la gita fuori porta, la scampagnata fascista. Il 13, 14 e 15 agosto tutti erano esortati ad abbandonare le proprie residenze e a sfruttare i treni scontati che con 2 tariffe (Gita d’un sol giorno e Gita di tre giorni), permettevano di far vedere il mare e le città d’arte. E dal Ventennio la tradizione è più o meno rimasta con falò, scampagnate e quant’altro.

Sono molte le città che nei giorni del Ferragosto si rendono protagoniste di iniziative importanti. La più celebre è il palio di Siena che riprende l’antica usanza romana di decorare i cavalli e farli correre nel periodo agostano.
Si chiama palio in memoria del pallio, ovvero il drappo con il quale venivano impreziositi gli animali. Si tiene il 16.

Ferragosto nel mondo

Il 15 agosto, come detto, non è importante solo in Italia ma anche altrove, dove viene festeggiato con finalità e riti diversi.

Interessante è il Canada, dove Ferragosto coincide con l’Acadian Day, il giorno dell’Acadia, l’altra grande regione del Paese. Sentendosi diversi dal Quebec per tradizioni, usi e costumi, sfruttarono questa ricorrenza per celebrare la loro diversità e autonomia. Anche la bandiera dell’Acadia è segnata da questo evento: ha una stella d’oro posta a ricordo.

Fonte: forums.oneplus.net

Fonte: forums.oneplus.net

Poi l’Irlanda, dove i cittadini sentono particolarmente questa festa e hanno l’abitudine di farsi il bagno in mare, anche se fa freddo. Secondo la credenza popolare, chi si tuffa a Ferragosto avrà molti meno problemi di salute.

Il 15 agosto è importante anche in India ma non in quanto festa religiosa, ma di Stato: nel 1947 venne dichiarata indipendente dalla Gran Bretagna e i giorni precedenti i monumenti vennero adornati con i colori del Paese. La mattina in questione, invece, vennero lanciati in aria cervi volanti, perché per gli indiani solo il cielo può essere un limite dell’uomo.

Anche in Grecia questo giorno è importante: a Marcopoulos, nell’isola greca di Cefalonia, decine di serpentelli con una croce nera sulla testa sbucano dalle pietraie per entrare nella chiesa della Lagkubardas (Madonna dei Serpenti) a farsi benedire e accarezzare dai fedeli, per poi tornare nelle tane. Accade ogni anno da secoli. Secondo la tradizione, 600 anni fa, le monache del posto videro all’orizzonte la vela con la mezzaluna del Turco e chiesero a Maria di essere tramutate in bisce, pur di scampare ai pirati. Furono esaudite e sulle testine restò una croce. Ancora oggi i pellegrini possono accarezzare i rettili senza temerne i morsi, anzi chiedendo loro la fortuna.

Persino in Corea del Nord il 15 agosto ha un significato storico simbolico: in quella data, nel lontano 1945, ci fu infatti la Liberazione dal Giappone.

Il 15 agosto si festeggia anche in Cina ed India ma senza avere una connotazione religiosa. In Cina si può assistere al Qixi Festival, che in qualche modo ricorda la festa di San Valentino. Questa manifestazione ha origini molto antiche, risalenti alla dinastia Han I. Attraverso rituali, preghiere ed offerte si chiede di poter avere un matrimonio felice.

Addirittura anche in una parte del mondo islamico c’è una celebrazione. In Iran si ricorda il santo sufi Haji Bektash, morto nel 1337, che accolse le donne nel suo ordine e ne proclamò l’uguaglianza.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Studia Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma Tre e ha scritto, fin dall’età di 17 anni, in vari giornali locali. Da qualche anno è rimasto folgorato dall’ambiente radiofonico e non se ne è più andato. Conduce ogni settimana un programma di attualità ed interviste su RadioLiberaTutti.it . REDATTORE SEZIONE POLITICA.


'Ferragosto: come nasce e come si festeggia nel mondo?' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares