Friends, 30 curiosità sull’amatissima serie cult

Una delle sitcom statunitensi più amate di sempre compie 25 anni. Per chi ancora non le conoscesse, ecco una serie di curiosità dal dietro le quinte di Friends

 

 

 

Era il 22 settembre 1994 quando Friends andava per la prima volta in onda sul network televisivo americano NBC. Da quel dì sono trascorsi 25 anni, 10 stagioni televisive, 236 episodi, compensi passati dai 22mila dollari a testa per la prima stagione alla straordinaria cifra di un milione di dollari a episodio per l’ultima stagione. Friends è ancora oggi una serie amatissima e seguitissima in streaming, con battute ormai entrate nel linguaggio comune e scene passate alla storia della tv.

Per chi però stesse sperando in un revival della serie, niente da fare. La co-creatrice Marta Kauffman è stata piuttosto chiara: «Prima di tutto lo show parla di un periodo della vita in cui gli amici sono considerati come una famiglia e quel momento per i protagonisti è passato. Nel revival dovremmo riunire i 6 attori ma il cuore della serie non ci sarebbe più. Seconda cosa non so se farebbe bene allo show una reunion. Friends continua ad andare molto bene, la gente lo adora. [Una reunion] potrebbe solo deludere».

Per consolarvi e celebrare la sitcom, abbiamo dunque elencato alcune curiosità che raccontano Friends da un altro punto di vista, quello del backstage.

 

1.

Il primo titolo scelto per la serie era Insomnia Cafe, e non a caso. Il design del Central Perk si ispirava proprio a quello dell’Insomnia Cafe, locale realmente esistente di West Hollywood. Il titolo a un certo punto venne cambiato anche in Friends Like Us e Six in One, fino a giungere al definitivo Friends.

 

2.

Il primo attore a essere scritturato per Friends fu David Schwimmer. Il personaggio di Ross venne infatti scritto pensando proprio a lui, che già aveva lavorato con il produttore esecutivo Kevin Bright.

 

3. 

Prima che iniziassero le riprese di Friends, Matthew Perry propose alla NBC un suo progetto intitolato Maxwell’s House, basato sulla vita di un gruppo di ragazzi ventenni. Il network tuttavia lo rifiutò in quanto troppo simile a Friends. A Perry venne però offerta una parte in quest’ultimo show, che come sappiamo fu accettata dall’attore.

 

4.

Il ruolo di Rachel doveva inizialmente essere interpretato da Courtney Cox, mentre Jennifer Aniston era stata scelta per Monica. Nella Cox i produttori vedevano infatti un certo tipo di energia ed entusiasmo adatti al personaggio di Rachel. Marta Kauffman tuttavia cambiò idea dopo l’audizione di Courtney.

 

5.

Il personaggio di Gunther in principio non avrebbe mai dovuto pronunciare parola né avere un nome. Si decise di dargliene uno solo a metà della seconda stagione. Gunther inoltre è l’unico personaggio ad apparire in oltre 100 episodi (i sei protagonisti invece appaiono in tutte le puntate). L’attore James Michael Tyler ottenne il ruolo di Gunther in quanto era l’unico, durante i casting, a saper usare una macchina per il caffè espresso.

 

 

6.

Lisa Kudrow stava già interpretando la cameriera Ursula in Innamorati Pazzi (Mad about you) sempre della NBC quando fu scritturata come Phoebe. I produttori decisero di creare una sorta di crossover in Friends facendo interpretare alla Kudrow sia Phobe che Ursula, spacciate per sorelle gemelle.

 

7.

Furono diversi i cambiamenti apportati alla serie rispetto ai progetti iniziali. Ad esempio I personaggi principali avrebbero dovuto essere solo quattro: Monica, Ross, Rachel e Joey. Il personaggio di Chandler era previsto fosse gay. Si voleva inoltre introdurre un personaggio più adulto nelle vesti di mentore dei ragazzi.

 

8.

Se per gli interni le riprese avvennero in set costruiti dentro gli studi della Warner Bros. a Burbank, in California, per gli establishing shot (le riprese esterne) dell’appartamento di Monica si scelse l’incrocio fra la Grove Street e la Bedford Street, nel quartiere di Greenwich Village a New York. La famosa fontana che si vede nella sigla sembra la Fontana Pulitzer a Central Park, ma non lasciatevi ingannare. Anche la sigla è stata girata agli studi Warner Bros. di Burbank.

 

9.

Oggi non potremmo immaginare la sigla di Friends senza I’ll Be There For You dei The Rembrandts. E pensare che inizialmente ad aprire lo show doveva essere Shiny Happy People dei R.E.M. Il successo del brano dei The Rembrandts fu pazzesco: nel 1995 raggiunse il primo posto della classifica Billboard.

 

10.

I titoli originali degli episodi iniziano con le lettere TOW che stanno per “The One With…”, “The One When…”, “The One Where…” a indicare Quella (puntata) con…, Quella (puntata) in cui…, ecc. Poche sono le eccezioni, tra cui il titolo dell’episodio pilota The Pilot one e le due puntate finali The Last one (Part I) e The Last one (Part II).

 

11.

Ogni episodio richiedeva circa 5/6 ore di registrazione più 20 minuti per i cambi di set. A parte qualche scena particolarmente importante per lo show che avrebbe potuto rovinare la sorpresa, le registrazioni avvenivano di fronte a un pubblico così da poterne testare le reazioni dal vivo.

 

12.

Nel pilot l’appartamento di Monica è situato al numero 5, quello di Chandler al 4. Numeri troppo bassi per un piano alto. Ecco perché in seguito i numeri vennero cambiati in 19 e 20.

 

13.

Formano una delle due indimenticabili coppie di Friends, ma nei progetti Monica e Chandler non avrebbero dovuto intraprendere una vera e propria relazione. Secondo le intenzioni degli autori i due avrebbero infatti dovuto trascorrere una sola notte insieme senza conseguenze, a parte qualche scherzo sull’accaduto. Eppure una volta notato l’affiatamento tra i due attori e le reazioni positive tra il pubblico, si decise di sviluppare e approfondire la relazione tra i due personaggi.

 

14.

Non era previsto neppure che Ross e Rachel fossero la coppia principale della serie. La love story originale doveva essere quella tra Monica e Joey. Il feeling tra Jennifer Aniston e David Schwimmer fu tuttavia così potente da convincere i produttori a portare avanti la loro storia lungo tutto lo show.

 

15.

Come la stessa Phoebe, anche Lisa Kudrow non aveva un grande talento per la chitarra. Provò a convincere i produttori a far suonare al suo personaggio i bonghi, ma niente da fare. Dopo qualche lezione con un insegnante da cui apprese alcuni accordi, la Kudrow convinse i produttori che quello avrebbe potuto essere il modo di suonare di Phoebe.

 

16.

Giovanni Ribisi, che nella serie interpreta il fratello di Phoebe Frank Jr., appare anche come veloce comparsa nel ruolo di un ragazzo che lancia un preservativo nella custodia della chitarra di Phoebe al posto di una moneta.

 

17.

Come dimenticare la statua canina di Joey e Chandler? La buffa scultura era in realtà proprietà di Jennifer Aniston, che la ricevette in regalo da un amico.

 

18.

In un’intervista rilasciata al Jimmy Kimmel Live Show, Matt LeBlanc ha svelato che David Schwimmer non amava girare con la scimmietta Marcel, a cui invece il personaggio di Ross era molto affezionato. Ma il motivo per cui Marcel venne fatta uscire dalla serie era legato ai tempi sempre più lunghi che occorrevano per girare le scene con lei presente.

 

19.

Non tutti i fan hanno gradito, e a quanto pare nemmeno Matt LeBlanc a suo tempo fu inizialmente contento della svolta che portò allo sviluppo di una storia sentimentale – per quanto breve – tra il suo personaggio e quello di Jennifer Aniston. Secondo l’attore Joey era un amico di Ross, quel tipo di amico che non ruberebbe mai una ragazza.

 

20.

Il celebre divano arancione, uno dei simboli di Friends, venne trovato dal set decorator Greg Grande in stato di semi-abbandono nel magazzino del seminterrato dello studio della Warner Bros. a Burbank, in California. Grande lo ritenne perfetto per il look che si voleva dare al Central Perk, motivo per cui lo recuperò per la serie. Peccato che il divano alla prima prova per il pilota ottenne qualche critica a causa del suo stato non proprio perfetto. Anche grazie all’approvazione del regista James Burrows che invece lo riteneva credibile e reale, il sofà ottenne il suo posto nella serie, ovviamente dopo essere stato un po’ sistemato.

 

21.

Il quadro appeso sullo sfondo nel Central Perk non rimane sempre lo stesso, ma cambia ogni tre/quattro puntate.

 

22.

Nel corso delle riprese di Friends, Matthew Perry era spesso ubriaco e a un certo punto divenne anche dipendente dai farmaci, pur non presentandosi mai ubriaco o fatto sul set. Per due volte dovette anche ricorrere al rehab. Perry ha inoltre ammesso di non riuscire a ricordare un grosso pezzo della serie a causa della sua dipendenza. I funzionari della NBC tuttavia non hanno mai dichiarato che il trattamento di Perry avesse in qualche modo influenzato il programma.

 

23.

Oggi è un simbolo dello show, ma la cornice gialla intorno allo spioncino della porta di Monica inizialmente aveva un aspetto diverso. Aveva infatti uno specchio, che però fu rotto all’inizio delle riprese. La cornice era però così carina che si decise di mantenerla anche da sola.

 

24.

Le scritte sulla lavagna sul retro della porta dell’appartamento di Joey e Chandler cambiano di continuo nello show, ma non hanno nessun significato particolare. Escluse quelle post 11 settembre, che volevano essere di supporto dopo gli attentati terroristici.

 

25.

Il taglio di capelli di Rachel fu tra i più richiesti ai tempi della serie, tanto da essere ribattezzato proprio il “Rachel”.

 

26.

Lisa Kudrow durante lo show rimase davvero incinta, motivo per cui si decise di rendere Phoebe una madre surrogata per il fratello. Stessa cosa accadde a Courteney Cox verso la fine della serie, ma nel suo caso si preferì nasconderle la pancia con costumi e altro, perché si era già stabilito che Monica e Chandler non avrebbero avuto figli.

 

27.

Nella terza stagione Joey indossa tutti i vestiti di Chandler per dispetto. Come è stato possibile? Ha spiegato la costume designer Debra McGuire: «Costruire quel costume è stato molto divertente. Abbiamo preso i vestiti più iconici del suo guardaroba, li abbiamo tagliati e uniti per far sì che sembrassero strati sopra altri strati. […] C’era un velcro sulla schiena che non poteva essere visto. Posso dire che è stato proprio un ottimo lavoro di costruzione».

 

28.

L’apparizione di Bruce Willis nella serie è dovuta a una scommessa che l’attore perse con Matthew Perry. I due infatti ai tempi girarono un film insieme, FBI: Protezione Testimone. Mentre Perry scommise che il film si sarebbe piazzato ai posti più alti del botteghino, Willis era convinto del contrario. Alla fine ebbe ragione Perry, che chiese allora a Willis di apparire nella serie.

 

29.

Nonostante Friends sia terminato nel 2004, la serie continua ancora oggi a guadagnare soldi grazie alle repliche. I protagonisti avrebbero infatti un’entrata economica annuale di 20 milioni ciascuno.

 

30.

Già poco dopo la fine dello show, il network propose di girare un’undicesima stagione di Friends. Il cast tuttavia rifiutò, convinto che un’ulteriore stagione avrebbe potuto nuocere al ricordo e alla buona fama della serie.

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE! 

 


About

Da sempre cultrice del cinema classico americano per indole familiare e dei cartoni Disney e film per ragazzi anni ’80 e ’90 per eterno spirito fanciullesco, inizio più seriamente a interessarmi all’approfondimento complesso della Settima Arte grazie agli studi universitari, che mi porteranno a conseguire la laurea magistrale in Forme e Tecniche dello Spettacolo. Amante dei viaggi, di Internet, delle “nuvole parlanti” e delle arti – in particolare quelle visuali – dopo aver collaborato con la testata online Cinecorriere, nel 2013 approdo a SeeSound.it, nel 2015 a WildItaly.net e nel 2016 a 361magazine.com, portando contemporaneamente avanti esperienze lavorative nell’ambito della comunicazione. CAPOSERVIZIO CULTURA


'Friends, 30 curiosità sull’amatissima serie cult' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares