fuga-da-reuma-park-locandina

Fuga da Reuma Park, l’autocelebrazione di Aldo, Giovanni & Giacomo

Aldo, Giovanni & Giacomo sono il trio comico che ha senza dubbio segnato la comicità in tv grazie a personaggi diventati delle vere e proprie icone – come i Bulgari, i Sardi, Tafazzi, Rolando, e molti altri – divenendo le punte di diamante di Mai Dire Gol.

Dopo aver conquistato il piccolo schermo, con Tre uomini e una gamba (1997), Così è la vita (1998) e Chiedimi se sono felice (2000) trionfarono anche al cinema grazie aFuga da Reuma Park un’ironia genuina. Sono passati quasi vent’anni dal loro primo lungometraggio cinematografico e i film successivi a questi tre non sono riusciti a replicare il grande successo di botteghino e di pubblico.

Oggi il trio celebra i 25 anni di carriera e per farlo decide di affidarsi al cinema con Fuga da Reuma Park, che li vede nei panni di tre vecchietti ospiti di un parco divertimenti per anziani, da cui tenteranno di fuggire.

Sinossi

Reuma Park è una casa di ricovero molto particolare, infatti è stata costruita in un vecchio Luna Park in cui le attrazioni sono ancora funzionanti e a disposizione degli ospiti. In questo particolare ospizio, più simile a una prigione di massima sicurezza, si ritrovano dopo vent’anni Aldo, Giovanni e Giacomo, componenti di un trio comico. Dopo essersi ricongiunti, i tre anziani decidono di fuggire da Reuma Park ma, oltre alla stretta sorveglianza presente nel parco, devono fare i conti anche con Ludmilla, la giunonica infermiera della clinica. Riusciranno a scappare?

Vecchi sketch e autocelebrazione

Gli anniversari si sa vanno festeggiati, soprattutto quando la ricorrenza sono i 25 anni di matrimonio, e Fuga da Reuma Park è proprio questo, la celebrazione delle nozze d’argento del trio composto da Aldo, Giovanni & Giacomo.

L’idea di presentarsi come vecchietti ormai da buttare poteva essere vincente, ma non viene sfruttata in maniera opportuna e diviene semplicemente una scusa, molto banale, per far rivedere al pubblico vecchi sketch dei loro tour teatrali divenuti cult – come quello di Pdor figlio di Kmer o della gita in montagna – e riproporre vecchi Fuga da Reuma Parkpersonaggi, spesso fuori contesto.

Fuga da Reuma Park non è altro che un modo per il trio di autocelebrarsi tentando di dare vita a una storia che vede protagonisti tre terribili anziani che tentano l’impossibile: fuggire da uno ospizio-prigione. L’enorme problema è che i dialoghi e le gag che li vedono protagonisti non fanno per niente ridere, lasciano indifferenti.

Si ride solo ed esclusivamente quando vengono mostrate le vecchie scene che sono diventate dei veri e propri tormentoni e che ancora oggi riescono a divertire di gusto. Tutto il resto è un contorno stantio e inutile, un debole trampolino per rivangare un passato glorioso.

Tra gag non riuscite, dialoghi ammuffiti e poco originali, i tre attori nei panni dei soliti personaggi – Giacomo è il saccente che odia tutti, Aldo è lo scapestrato e Giovanni la via di mezzo tra i due – e citazioni, il trio è protagonista di una sorta di road movie tutt’altro che avvincente.

Se con i film successivi a Chiedimi se sono felice Aldo, Giovanni & Giacomo hanno intrapreso una preoccupante discesa, con Fuga da Reuma Park si sono scavati la fossa, ci sono entrati e l’hanno riempita, decretando così la loro definitiva morte cinematografica. Sipario.

Fuga da Reuma Park al cinema da giovedì 15 dicembre distribuito da Medusa Film.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Fuga da Reuma Park, l’autocelebrazione di Aldo, Giovanni & Giacomo' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares