Gheddafi, Il venditore di tappeti (fonte Lega..)

La visita del dittatore libico Muammar Gheddafi in Italia unisce risvolti grotteschi ed allo stesso tempo allarmanti.

Già il fatto che le visite all’Estero verso l’Europa del leader libico si limitino a soggiorni in tenda sul territorio italico e che nessun altro Governo mondiale si azzardi ad invitare questo dittatore in visita ufficiale la dice lunga.

Ma l’arrivo e la permanenza sul nostro territorio del personaggio Gheddafi non ha nulla di normale come nulla di normale ha d’altronde il nostro paese.

Dal punto di vista politico tutti si dissociano, si distaccano e  criticano la presenza e i discorsi vaneggianti del leader libico: dall’opposizione ai finiani passando per i leghisti (che ogni volta che disapprovano qualcosa di questo Governo parlano di Roma ladrona in terza persona … scordandosi che sulle poltrone di Roma loro la fanno da padroni) fino ad ambienti interni alla maggioranza; ma sono soltanto parole parole e parole… Fanno eccezione i berluscones fedelissimi che parlano a comando e analizzano l’opportunità economica di quest’alleanza, facendo fede all’unico vero credo politico del loro Presidente padrone, e cioè se paghi e se hai soldi hai diritto a fare e dire qualsiasi cosa…

Una nota a parte la merita l’onorevolissima Santanchè, quella che nell’ultima campagna elettorale urlava contro il premier e si vantava di essere una delle poche a non averla data a Berlusconi “Berlusconi è ossessionato da me. Tanto non gliela do…” ….ora, dopo non essere riuscita a raggiungere le quote di sbarramento alla camera e al senato alle ultime elezioni con la Destra di Storace, è stata appena promossa in parlamento a sottosegretaria di Governo..chissà se è cambiato pure qualcos’altro…. L’onorevolissima è quella che va in giro per le strade e in tv dicendo che Maometto è un pedofilo poligamo, salvo poi accusare gli altri di averla aggredita (motivo per cui…le è stata assegnata addirittura la scorta…)…Dov’è adesso durante la visita del presidente Gheddafi la sottosegretaria? A volte la realtà supera davvero qualsiasi immaginazione …. niente infatti potrebbe meglio caratterizzare un personaggio come la Santanchè se non la carica a….sotto…..segretaria…..

Dal punto di vista sociale, lo squallore della sfilata delle 500 “hostess” (è interessante notare come determinati “appellativi” varino a seconda delle occasioni e dei contesti), che in cambio di denaro e di una foto su qualche quotidiano, si presentano in massa tutte acchittate pronte a cambiare religione in cambio di una copia del corano, rende perfettamente l’idea del girl pride insito nelle donne italiane in questo momento…. …..“una grande opportunità” è il commento della maggior parte delle elette….alcune si sarebbero addirittura convertite..(chissà se anche in questo caso si tratta di un “appellativo” alternativo..)

E la chiesa? Dopo le parole del Leader sulla futura conversione dell’Europa intera all’islam, mentre fino a ieri non si era avuta notizia di reazioni, oggi dalle pagine del quotidiano Avvenire è partito un altro editoriale “comunista” molto duro nei confronti di questa storia: Avvenire si chiede come sia stato possibile che Gheddafi – nella “tollerante e pluralista Italia” dalle “profonde e vive radici cristiane” e al tempo stesso capace di “una positiva laicità” – abbia potuto “fare deliberato spettacolo di proselitismo (anche grazie a un Tg pubblico incredibilmente servizievole…). “Non sapremmo dire”, continua l’editoriale, “in quanti altri paesi tutto questo avrebbe avuto luogo o, in ogni caso, avrebbe avuto spropositata eco”.

Al di la dell’aspetto grottesco e folkloristico di questo teatrino resta però la grave situazione determinata dal fatto che mentre da un lato si critica e si discute solo a parole, dall’altro restano i fatti della visita, degli affari, degli interessi economici e dell’alleanza tra un dittatore responsabile di soprusi, guerre (Iraq) e stragi (Lockerbie) e gli attuali vertici dello Stato Italiano….

VINCENZO PACILE’



'Gheddafi, Il venditore di tappeti (fonte Lega..)' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares