johan wall

La grande stagione 2017 dei Washington Wizards

L’ultima volta che i Wizards toccarono le 50 vittorie stagionali fu nella stagione 1978-79 dove uscirono, però, sconfitti nelle Finali NBA contro Seattle. L’anno precedente vinsero il titolo. Ma sono passati molti anni e quei tempi sembravano ormai solo vecchi ricordi. Sembravano perché, ora, finalmente si può tornare a sognare. I Washington Wizards 2017 sono tornati grandi con una stagione da protagonista nella East Conference. Wall e Beal guidano la capitale degli Stati Uniti verso la vittoria numero 50 ben orchestrati dal coach Scott Brooks. Andiamo a scoprire i principali protagonisti di questo strepitoso campionato.Wall e Beal

Play+Guardia: John Wall e Bradley Beal

I due attori principali sono Wall e Beal. Il duo di Washington è alla migliore performance della loro carriera: il numero 2 sta tenendo una media di 23.2 punti e 10.7 assist, mentre la guardia di St. Louis è subito sotto con 23 punti. Optimus Dime, soprannome del playmaker dei Wizards, sta mostrando il suo massimo potenziale e incantando migliaia di tifosi che non vedevano uno spettacolo così dai tempi di Gilbert Arenas.

Beal allo stesso modo del suo compagno sta dimostrando di che pasta e fatto e incomincia a essere decisivo nei momenti importanti di gara. Assieme, formano uno delle migliori coppie play-guardia della NBA. Dopo non essersi qualificata ai playoff lo scorso anno, ora Washington torna a sognare in grande, soprattutto in prospettiva futura. Le 50 vittorie stagionali sono a un passo e questo step può essere la base su cui costruire il futuro.

Washington Wizards 2017I compagni di squadra: Porter, Gortat, Morris e Bogdanovic

A supportare i leader di Washington ci sono i cosiddetti “coprimari”. Otto Porter, al suo quarto anno in NBA, ha trovato la sua dimensione e il suo rendimento è perfetto per i Wizards. Marcin Gortat è una sentenza: alla sua quarta stagione nella capitale, il polacco rende sempre al meglio e sotto le plance è una garanzia. Markieff Morris era il principale punto interrogativo dato lo scambio forzato che lo ha visto allontanarsi dal fratello (rimasto a Phoenix). Il lungo, però, ha risposto presente e ha dimostrato solidità nel suo ruolo.

L’ultimo arrivato è Bojan Bogdanovic giocatore per troppo tempo sottovalutato e rimasto in una squadra troppo mediocre per lui (Brookyln Nets). Il croato, arrivato a febbraio, si è integrato molto bene nelle rotazioni ed è sicuramente un’arma in più nella metà offensiva.scott Brooks

L’allenatore: Scott Brooks

Non era facile tornare ad allenare e ritornare subito protagonista. Non era facile soprattutto dopo aver lasciato, con l’amaro in bocca, una squadra con Russell Westbrook e Kevin Durant. Eppure, Scott Brooks ha svolto il suo lavoro e dopo un inizio difficile, è riuscito a migliorare una squadra che aveva il talento ma necessitava di quel piglio in più per tornare tra le grandi dell’Est.

Il merito va anche nell’essere riuscito a migliorare le performance dei suoi giocatori: oltre ai già citati Wall e Beal, ad aumentare le proprie performance sono stati anche Otto Porter, Marcin Gortat (doppia-doppia di media) e Markieff Morris. Il potenziale c’è, adesso starà ai giocatori e al loro coach dimostrare il loro vero valore.  Ora testa ai playoff e in una buona prestazione, in futuro chissà.

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT


'La grande stagione 2017 dei Washington Wizards' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares