Hollywood Vampires, foto live

Hollywood Vampires, il rock gradevole ma passeggero di Rise

Hollywood Vampires, Rise: una rivelazione che stenta a decollare

 

Hollywood Vampires, Cover Rise

Fonte: Elusive Disc

G li Hollywood Vampires, super-gruppo formato da Alice Cooper, Joe Perry e da Johnny Depp, tornano sulla scena con Rise, la loro nuova fatica in studio tra cover e brani originali.

Partiamo subito col dire che questo Rise nasce come un disco a metà tra chi ha nostalgia del buon vecchio rock e la voglia di mettersi in gioco e, perché no, espugnare qualche palco in giro per il mondo.

Hollywood Vampires, dalle cover ai brani propri.

Le idee di base sono anche buone e gli Hollywood Vampires stanno cercando di puntare su brani propri, come una vera rockband. Ad esempio in Rise ci sono solo tre cover a fronte di sedici brani.

Diciamo la verità, il disco è un bel tentativo e ci sono cose veramente interessanti. Allo stesso tempo però, Rise contiene anche brani molto canonici, con queste composizioni a volte troppo accademiche e poco “di pancia” se vogliamo.

Il risultato complessivo è un disco che si ascolta con piacere, fomenta anche in certi momenti, ma che alla fine dei conti non è così originale da far gridare “RIVELAZIONE!!”.

Ecco, Rise è come un lunghissimo aforisma in musica: una roba che useranno tutti prima o poi perché fa una certa cultura (musicale), ma che alla fine resta sospeso tra quest’aura di religioso tributo e “adesso ci butto dentro un bel solo come faceva coso….”.

In queste sedici canzoni gli Hollywood Vampires ci regalano un disco variegato ma con poca personalità: i pezzi per quanto ben arrangiati e ben prodotti, sono comunque fini a se stessi, non portando a una vera e propria coerenza compositiva.

Rise, tanta carne al fuoco e poca coerenza compositiva.

C’è molta carne al fuoco in Rise, forse troppa: prendiamo ad esempio il lunghissimo pezzo d’apertura Want My Now. Siamo davanti a un pezzo di chiaro stampo Aerosmith e un momento di vanità chitarristica.

Hollywood Vampires, band

Fonte: Radiofreccia

Prendiamo in considerazione invece brani come Good People Are Hard To Find, How The Glass Fell, The Wrong Bandage e A Pitiful Beauty. Quattro pezzi completamente strumentali buttati nella mischia con l’idea di fare ambient e raggiungere una sorta di teatralità che potrebbe tornare utile nei live.

Parliamo di Heroes, cover del compianto David Bowie. Uno dei brani su cui gli Hollywood Vampires puntano di più, cantato da Johnny Depp che nonostante tutto non fa gridare al miracolo. Resta piacevole e basta.

Potremmo andare avanti per ore a parlare bene e male di Rise. Potremmo passare in rassegna questo o quel pezzo, questo o quel riff di chitarra e via dicendo. Il risultato non cambierebbe: gli Hollywood Vampires sono icone e tutto ciò che producono va preso con la consapevolezza di trovarsi davanti a un ascolto occasionale. Gradevole ma passeggero.

Un disco da comprare?

Per chi fosse fans dei tre membri di spicco della band il suggerimento è: ascoltate il disco, andate ai concerti e scatenate il panico durante i pezzi più cattivelli.

Per gli amanti del rock classico vale quanto appena detto ma senza aspettarsi il miracolo. Gli Hollywood Vampires potrebbero suonare nel pub sotto casa (se fosse abbastanza grande per contenere i fans) e voi non riuscireste a distinguere i pezzi originali dalle cover meno famose.

Per chi cerca il disco rock della vita, puntate su altro. Qui c’è tanto “culto” e parecchie idee ma niente di così rivoluzionario da far presagire un ritorno dei giacchetti di pelle e degli anni ‘70. 

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Hollywood Vampires, il rock gradevole ma passeggero di Rise' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares