hustlers le ragazze di wall street

Hustlers – Le Ragazze di Wall Street, recensione del film con Jennifer Lopez

Un The Wolf of Wall Street al femminile. Hustlers – Le Ragazze di Wall Street , racconta la storia di un gruppo di spogliarelliste e della loro truffa ai signori della finanza nella Grande Mela

 

Cosa sei disposto a fare per prenderti quello che pensi ti spetta? Laurene Scafaria, sceneggiatrice, drammaturga, attrice, cantante e regista, cerca di raccontarlo con Hustlers – Le Ragazze di Wall Street, film presentato alla 14^ Festa del Cinema di Roma.

hustlers le ragazze di wall street

Un cast tutto al femminile per la terza prova da regista di Scafaria: Jennifer Lopez, Constance Wu, Lili Reinhart, Julia Stiles, Madeline Brewer. Due i cameo dal mondo della musica con la cantante Lizzo e Usher.

SINOSSI

New York, 2007. Destiny (Constance Wu) è una giovane newyorchese che cerca di sbarcare il lunario e di mantenere sua nonna ballando in un club di spogliarelliste nel cuore della Grande Mela, ma senza grandi successi. Sfruttata dai suoi capi, una sera assiste all’esibizione di Ramona (Jennifer Lopez), star del club, e capisce che – grazie al suo aiuto – la sua vita potrebbe cambiare.

Dopo un corso accelerato sul ballo e la seduzione, però, ecco scoppiare la crisi economica del 2008. Perse tutte le certezze economiche, Ramona propone a Destiny  di fare soldi derubando i loro stessi clienti di Wall Street. Per farlo metteranno su una vera e propria banda. Ma tutto andrà secondo i piani?

MOLTO DI PIU’ OLTRE LA LAP DANCE

Lorene Scafaria dopo Cercasi amore per la fine del mondo e The Meddler sceglie di cimentarsi con tutt’altra materia firmando sia la regia che la sceneggiatura. Tratto dall’articolo del New York Magazine “The Hustlers at Scores” firmato da Jessica Pressle, Hustlers – Le Ragazze di Wall Street mette in scena l’incredibile storia vera nata in uno strip club newyorchese alle soglie di quella che verrà ricordata come la più grande crisi economica degli ultimi decenni.

L’idea, azzeccatissima, è di raccontare le storie delle protagoniste senza vittimizzarle né celebrarle, di accendere una luce su ciò che si nasconde dietro una lap dance, la preparazione atletica/sportiva. Uno sguardo su un mondo che cela disagi economici, voglia di rivalsa, di ottenere un’indipendenza dal mondo maschile e maschilista. Il film parla di un gruppo di spogliarelliste ma, prima di tutto, mostra storie di madri, fidanzate, mogli, sorelle che vedono in quel lavoro un modo per cambiare vita.

La proposta della leader della banda Ramona, un’affascinante Jennifer Lopez che regala forse la sua migliore interpretazione (esibendo a 50 anni un fisico scultoreo), rappresenta per Destiny e le altre ragazze la via d’uscita. L’occasione di abbandonare per sempre quel mondo e di voltare pagina. Un’organizzazione criminale che droga e rapina quei clienti – i broker di Wall Street – che, a loro volta, truffano i risparmiatori. Della serie “truffa tu prima che ti truffino”.

Hustlers – Le ragazze di Wall Street non è però solo questo. Parla anche di famiglia, di unione – quella che si crea proprio tra le protagoniste – che trovano nel loro “piano” la strada per sentirsi meno sole. Già perché questo film parla anche di solitudine, quella in cui spesso si trovano chi sceglie di calcare quei palcoscenici facendo i conti con lo sdegno dei propri cari.

Il tutto è incorniciato in un tripudio di pali, palette, vestiti colorati, trucchi e una colonna sonora (varia e ben incastonata nella storia) che va da Britney Spears a Lorde per toccare anche Flo Rida, Kelly Rowland, Rihanna e Janet Jackson.

Hustlers – Le Ragazze di Wall Street è anche un film sull’amicizia, intesa come quella tra Destiny e Ramona. Un rapporto strano che inizia non in maniera intenzionale, che si sviluppa in un’ottica di business e che continua nonostante poi gli arresti e l’inchiesta.

UN FILM A META’ STRADA TRA LA COMMEDIA E IL DRAMMATICO

Keke Palmer e Lili Reinhart

Una pellicola “in movimento”, che non perde mai del tutto il ritmo e che si svolge in maniera non scontata. A metà strada tra un film drammatico, una commedia con venature crime, un poliziesco, una denuncia sociale/politica (di un sistema finanziario malato che ha arricchito pochi a discapito di tanti)  senza mai eccedere in nessun aspetto. Laurene Scafaria confeziona un film fortemente femminista e in cui gli uomini vengono – giustamente – lasciati sullo sfondo. 

Paragonato già dalla critica a The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese, Hustlers – Le Ragazze di Wall Street cerca di dipingere i tratti di un gruppo di ragazze in cerca di riscatto, di fare soldi per “rendere pan per focaccia” ai maschi che le hanno sfruttate. Un’umanizzazione delle criminali, un voler far sì che lo spettatore condivida le loro gesta, tifando per queste specie di Robin Hood, con la sola differenza – meno nobile – che “Questo è un Paese in cui ci sono quelli che ballano, e quelli che lanciano i soldi“. Voi chi vorreste essere?

 

Hustlers – Le Ragazze di Wall Street sarà nei cinema dal 7 novembre, distribuito da Universal Pictures e Lucky Red

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics - Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'Hustlers – Le Ragazze di Wall Street, recensione del film con Jennifer Lopez' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares