I candidati alle Regionali 2010

Le elezioni regionali si stanno avvicinando (28 e 29 marzo) e i partiti politici, stanno utimando le nomine dei candidati e le alleanze da stringere nelle varie realtà locali. Come al solito, l’Udc, da partito “nuovo”, “riformatore”, ha stretto alleanze sia con il centro-sinistra, sia con il centrodestra (tranne in pochi casi, dove ha schierato uomini interni al partito)…quel che si dice coerenza….

Ma vediamo nel dettaglio i candidati governatore:

PIEMONTE

Nella regione piemontese, vediamo contrapposti l’attuale Presidente Mercedes Bresso (Pd), sostenuta dall’Udc ma con qualche incertezza da parte dell’ala della sinistra radicale.

Nel centro-destra, Berlusconi ha dovuto chinare il capo alla Lega Nord, che ha indicato il Presidente dei deputati dal fazzoletto verde, Roberto Cota, come sfidante della Bresso. Speriamo che Cota si metta una mano sul cuore e non mantenga tutti e due gli incarichi….

Il Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo, propone Davide Bono, come candidato governatore.

LOMBARDIA

In Lombardia troviamo schierati, da una parte, il ciellino sempreverde Roberto Formigoni (il quale ha ricevuto un avviso di garanzia per un’inchiesta riguardante ambiente e inquinamento) in corsa – per diretta investitura di Silvio Berlusconi -per un quarto mandato alla Regione.

Dall’altra – per il centro-sinistra – abbiamo l’ex Presidente della Provincia di Milano (il quale ha ricevuto il medesimo avviso di garanzia di Formigoni), sostenuto da Pd, Idv, Sel (Sinistra Ecologia e Libertà) e Verdi; Filippo Penati. Amareggiato per la sconfitta inferta dal berlusconiano Guido Podestà nel giugno 2009, è stato consolato prima con la direzione dell’ufficio politico della segreteria di Bersani, e poi con la candidatura alla Regione.

La Federazione della Sinistra, chiama ad esporsi, Vittorio Agnoletto, ex parlamentare europeo.

L’Udc candida l’ex sindacalista Savino Pezzotta, già deputato. Speriamo che – se verrà eletto – si dimetta da uno dei due incarichi…tutti questi proclami di trasparenza, di nuova politica e poi….

Claudio Crimi, invece, sarà il candidato del Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo.

VENETO

Il Pdl accetta a testa bassa, ancora una volta, un candidato leghista: il Ministro dell’Agricoltura, Luca Zaia. Il Pd sceglie l’assessore alle Attività Produttive del comune di Venezia, Giuseppe Bortolussi.

L’Udc candida il deputato centrista, nonchè segretario regionale, Antonio De Poli. Il solito “professionista della politica”…

Il Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo, dà carta bianca all’attuale consigliere comunale di Treviso, David Borrelli.

LIGURIA

Il centro-sinistra ripresenta l’attuale governatore Claudio Burlando, sostenuto da una grande coalizione, che include anche l’Udc. Va ricordato che Burlando, imboccò (anni fa) l’autostrada A10 contromano e – agli agenti che lo fermarono – si giustificò dicendo: “lei non sa chi sono io!” , mostrando (a causa del fatto che era privo di documenti) la sua vecchia tessera di deputato scaduta.

Il Pdl risponde, facendo scendere in campo il predecessore di Burlando (nonchè deputato), Sandro Biasotti.

Pannella, sceglie il medico protagonista – tra le altre – delle battaglie per l’istituzione del testamento biologico e per l’introduzione della pillola RU 486 in Italia, Silvio Viale.

EMILIA ROMAGNA

Contro l’attuale governatore Vasco Errani, il Pdl aveva inizialmente individuato il deputato Giancarlo Mazzuca, come possibile sfidante. A causa però delle dimissioni del sindaco di Bologna, Flavio Delbono, la candidatura a livello regionale di Mazzuca, è stata reindirizzata verso la sfida per accaparrarsi la poltrona di primo cittadino. La scelta è ricaduta sul deputato berlusconiano Anna Maria Bernini , la quale avrà anche l’appoggio della Lega.

L’Udc dopo non aver trovato nessun accordo con il Pdl, candida il deputato centrista Gian Luca Galletti.

Anche qui, Beppe Grillo presenta il suo candidato: è Giovanni Favia (già consigliere comunale a Bologna).

Pannella spinge per il radicale  Werther Casali, il quale sta ancora raccogliendo le firme necessarie per la sua candidatura.

TOSCANA

Il Partito Democratico, per andare sul sicuro in una regione notoriamente “rossa”, libera il campo a Enrico Rossi il quale amministra da 10 anni la sanità toscana da assessore regionale. Sarà sostenuto da Pd, Idv, Ps, Verdi e Federazione della Sinistra che riunisce Prc, Pdci e Socialismo2000.

Il Pdl e la Lega, scelgono il sindaco di Castiglione La Pescaia (oltre che deputato), Monica Faenzi.

I centristi optano, anche in questo caso, per un loro deputato: Francesco Bosi.

Gli sherpa di Pannella (i radicali), appoggiano la candidatura dell’imprenditore Alfonso de Virgiliis.

MARCHE

Il Vice sindaco di Civitanova Marche, Erminio Marinelli (Pdl), si sta già riscaldando per minare la credibilità delle proposte avanzate dall’attuale Presidente Gian Mario Spacca, in corsa per un secondo mandato e sostenuto da Pd-Udc-Idv-Verdi, con l’appoggio di Api, Alleanza Riformista più alcune liste civiche. L’Udc si schiera dalla parte del centro-sinistra, facendo riposare i suoi deputati…..

Rappresentante della lista Bonino-Pannella, sarà il senatore Marco Perduca.

UMBRIA

Dalle primarie del Pd, svolte il 7 febbraio, è uscito fuori il nome di Catiuscia Marini, ex europarlamentare ed ex sindaco di Todi. Marini inoltre, è entrata a far parte (nel novembre 2009) della segreteria di Bersani, con delega all’Europa, relazioni internazionali e Diritti.

La sfidante è Fiammetta Modena, capogruppo in consiglio regionale di FI-PDL.

I Radicali mandano avanti il deputato, eletto nelle file dei democratici, Maria Antonietta Farina Coscioni .

Il candidato di Movimento Umbria cinque stelle, che fa riferimento a Beppe Grillo, è Filippo Gallinella.

LAZIO

La sindacalista Ugl (con esperienze un pò più “a sinistra”), Renata Polverini , ha ceduto alle lusinghe del Pdl e già da tempo gira come una trottola per tutta la regione per promuovere la sua candidatura. Sulla Polverini, si è abbattuta più di una critica: secondo Il Fatto Quotidiano (e per stessa ammissione della sindacalista, in seguito) la candidata Pdl è un evasore fiscale.

Renata ha comprato un appartamento (dalla Banca del Vaticano), richiedendo“di avvalersi delle agevolazioni fiscali previste dall’articolo 1 della Tariffa” (l’agevolazione prima casa che abbatte l’aliquota dal 10 al 3 per cento). La povera smemorata, dichiara al notaio (per non pagare 19 mila euro), “di non essere titolare esclusiva di diritti di proprietà su un’altra abitazione acquistata con le agevolazioni previste” anche se 9 mesi prima, aveva comprato un altro appartamento con lo stesso sistema (stavolta dall’INPDAP). Tutte e due le richieste sono state firmate di suo pugno ed è impossibile che – come afferma la candidata governatrice – abbia affidato tutto ai suoi consulenti rimanendo all’oscuro della vicenda.

Sul fronte dei democratici, dopo mesi di confusione, si è imposta la candidatura della radicale Emma Bonino , già Vice Presidente del Senato, la quale ha fatto partire la sua campagna elettorale leggermente in ritardo (dopo che a Roma, tutti i muri erano tappezzati da foto della Polverini!) con lo slogan “Ti puoi fidare”.

L’Udc appoggerà la Polverini.

La candidatura del segretario nazionale di Forza Nuova, Roberto Fiore, è stata “bocciata” il 15/03/10. Non parteciperà quindi alla competizione elettorale.

La Rete dei Cittadini, candida Marzia Marzoli.

CAMPANIA

In Campania troviamo schierati, da una parte, il plurinquisito Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno in quota Pd, il quale ha ricevuto incredibilmente anche l’appoggio dell’Idv, all’inizio in pieno disaccordo con la sua candidatura. Il Pdl, non potendo nominare il sottosegretario Cosentino (in quanto indagato per associazione camorristica) manda la riserva, ovvero un suo “discepolo”: l’ex ministro Stefano Caldoro.

Il Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo, lancia anche qui il suo candidato: è Roberto Fico.

PUGLIA

Plebiscito scontato per l’attuale governatore Nichi Vendola, il quale vince le primarie del Pd contro il deputato democratico Boccia, e con il 70 % dei consensi si ricandida per un secondo mandato alla regione.

Sul fronte pidiellino, abbiamo la candidatura (per volere del ministro pugliese Fitto) del capogruppo in consiglio regionale, Rocco Palese.

L’Udc che sperava nella vittoria di un candidato moderato come Boccia, ha ripiegato sull’ex aennina Adriana Poli Bortone.

CALABRIA

L’attuale governatore Agazio Loiero, vincendo le primarie del Pd con il 65% dei consensi e si appresta a intraprendere la sua campagna elettorale. Loiero, è stato imputato nel 1994 per peculato ed abuso d’ufficio (le accuse caddero in seguito per avvenuta prescrizione). Ha ricevuto inoltre un avviso di garanzia nel 2006, per un suo coinvolgimento in un’inchiesta condotta dall’ex PM Luigi De Magistris, denominata “Why Not”. L’accusa ha chiesto un anno e mezzo di reclusione.

Il Pdl (con l’appoggio dell’Udc), lancia il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti condannato dalla Corte dei conti al pagamento di un milione e 300 mila euro, insieme al tecnico del Comune Giuseppe Granata, per l’acquisto della ex fabbrica per la lavorazione degli agrumi Italcitrus. Il Comune aveva acquistato l’ex fabbrica Italcitrus per trasformarla in un centro di produzione della Rai. Secondo la Corte dei conti, il prezzo di acquisto di due milioni e mezzo di euro era doppio rispetto ad una precedente valutazione fatta tempo prima, da un perito del Tribunale di Reggio in un altro processo.

L’Idv, insieme alla lista Bonino-Pannella (ed altre liste civiche), ha deciso di appoggiare l’imprenditore ed ex presidente di Confindustria Calabria, Pippo Callipo .

BASILICATA

In terra di Basilicata, troviamo la ricandidatura del governatore uscente Vito de Filippo, per il centro-sinistra.

Il centro-destra, propone il consigliere regionale di FI-PDL, Nicola Pagliuca.

Magdi Cristiano Allam, attuale europarlamentare dell’Udc, ha pensato bene di candidarsi alla carica di governatore con la sua lista “Io amo la Lucania”.

Candidato della lista Bonino-Pannella, è Maurizio Bolognetti.

 MATTEO MARINI


About

Giornalista pubblicista, fondatore e direttore di Wild Italy. Ha collaborato con varie testate nazionali e locali, tra cui Il Fatto Quotidiano e La Notizia Giornale, ed è blogger per l’Huffington Post Italia. Nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Emanuela Loi (agente della scorta di Paolo Borsellino, morta in Via d’Amelio) come “giovane non omologato al pensiero unico”. Studioso di Comunicazione Politica, ha lavorato in campagne elettorali, sia in veste di candidato che di consulente e dirige, da fine 2016, Res Politics – Agenzia di comunicazione politica integrata . DIRETTORE DI WILD ITALY.


'I candidati alle Regionali 2010' have 1 comment

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares