IdV-Pd. Non solo Napoli: anomalia Campobasso

Le contestate primarie del Partito Democratico a Napoli hanno lasciato il centro-sinistra in subbuglio nella città.  presentando l’eurodeputato Luigi de Magistris. Antonio Di Pietro, leader dell’IdV, dopo aver sostenuto a malincuore alle elezioni regionali campane del 2010 il pluri-processato candidato del Pd Vincenzo De Luca, rivendica adesso maggiore chiarezza per sostenere gli equilibri della delicata situazione partenopea.

Ma oltre a Napoli c’è un altra questione che tocca particolarmente il Presidente dell’Italia dei Valori. E’ la provincia di Campobasso, luogo natio del deputato molisano, che andrà anch’essa a rinnovare le proprie istituzioni politiche in maggio. In realtà c’è da dire che da qualche anno la situazione molisana del centro-sinistra sembra alquanto strana. Il Partito democratico e l’Italia dei Valori non sono più alleati dalle ultime elezioni politiche del 2008. In quell’aprile che vide il trionfo berlusconiano in Italia, il Molise andò in una direzione totalmente nuova: 46% per la coalizione Veltroniana e 42% per quella Berlusconiana. La novità sta però nell’exploit dell’Italia dei Valori. Il partito raggiunse quota 28% staccando di 10 punti un Pd al 18% e affermandosi primo partito del centro-sinistra. Nella sola provincia di Campobasso raggiunse il 30% e nel solo comune di Campobasso addirittura tocco quota 33% diventando, nel capoluogo di regione, addirittura il partito più votato superando da solo il PdL.

Da questo momento in poi, però, il Pd non ha mai accettato di sostenere l’Italia dei Valori, presentando, per ogni tornata elettorale successiva, un suo candidato distaccato da quello dipietrista. Questa spaccatura ha portato così a facili vittorie da parte del Popolo della Libertà. Nel giugno del 2009 il comune di Campobasso deve rinnovare la propria giunta comunale. Il centro-destra è compatto (da La Desta al PdL passando per l’UdC) mentre il centro-sinistra si presenta diviso. Il Pd punta i piedi e sostiene un suo candidato, Augusto Massa – già sindaco due volte -, e scende addirittura all’11%. L’IdV presenta un giovane 28enne, Massimo Romano, e si conferma primo partito del centro-sinistra. Intanto le contemporanee elezioni europee vedono l’IdV al 30% come risultato provinciale e al 33% come risultato comunale a Campobasso. Nel 2010 lo scenario si ripete anche a Termoli, seconda città del Molise per numero di abitanti, dove i due partiti continuano a perdere separati, e addirittura nel comune dove è nato Di Pietro, Montenero di Bisaccia, in cui il candidato dell’IdV raggiunge addirittura il 40% ma, non appoggiato dal Partito Democratico, si trova a veder trionfare il candidato del PdL.

La stessa situazione si sta prospettando adesso per la provincia di Campobasso dove i due partiti già hanno espresso le loro candidature separate. E probabilmente si ripeterà anche per le vicinissime elezioni regionali dove il successo sarebbe facilmente raggiungibile con l’unione del centro-sinistra. Eppure la richiesta di Di Pietro, di essere sostenuto, oltre che a Napoli, anche a Campobasso, non sembra essere recepita. C’è da dire che però l’Italia dei valori si sacrificò, a mio avviso inutilmente e sbagliando, sostenendo il candidato del Pd Vincenzo de Luca alle ultime regionali nonostante i suoi problemi giudiziari. Dato che sicuramente le liste dell’Italia dei Valori sono più pulite di quelle del Partito Democratico, non vedo il perché di tanto astio nel sostenere i candidati dipietristi in una regione che si espressa fortemente su quale debba essere il partito leader della coalizione…e perché continuare a consegnare facili vittorie nelle mani dei berluscones…

IdV – Pd (ultime elezioni):

Elezioni politiche 2008:

Regione Molise: IdV 27,7% – Pd 17,9%

Provincia di Campobasso: IdV 30,9% – Pd17,6%

Comune di Campobasso: IdV 33,4% – Pd 18,3%

Comunali Campobasso 2009:

IdV 18,3 % – Pd 14,4%

Elezioni Europee 2009:

Regione Molise: IdV 28% – Pd 12,3%

Provincia di Campobasso: IdV 30,4% – Pd13%

Comune di Campobasso: IdV 32,9% – Pd 12,5%

Elezioni Comunali Termoli 2010:

Candidato coalizione IdV 26,75 % – Candidato Pd 8,78%

Elezioni Comunali Montenero di Bisaccia 2010:

Candidato IdV 39,55% – Candidato Pd 13,12


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'IdV-Pd. Non solo Napoli: anomalia Campobasso' have 2 comments

  1. 5 aprile 2011 @ 3:28 am Giovanni Pinna

    Sul fatto che le liste dell’IDV siano “più pulite” di chicchessia ti esorto a documentarti qua: http://www.iltribuno.com

    Prima riconosceremo la verità prima saremo liberi.

    Giovanni

  2. 5 aprile 2011 @ 9:31 am Francesco Angeli

    mi riferisco alla presenza di condannati eletti nel Pd molto più massiccia rispetto a quella IdV, Ovvio che poi l’IdV ha i suoi limiti


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares