Il (falso) allarme dell’invasione di migranti in Europa

Proprio in questi giorni, l’Eurostat – l’istituto di statistica europeo – ha pubblicato un report che sembrerebbe spazzare via gran parte del dibattito europeo ed italiano in tema di immigrazione “clandestina”. A giudicare dai dati del primo trimestre del 2015 le domande dei richiedenti asilo sarebbero diminuite e non ci sarebbe alcuna emergenza, nonché nessuna “invasione”.

Numeri dei richiedenti asilo suddivisi per i Paesi UE

First_time_asylum_applicants,_Q1_2014_–_Q1_2015

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Come si può leggere dalla tabella, sarebbero appena 182 mila le persone che avrebbero richiesto asilo nella totalità dei 28 Paesi dell’Unione. Una città poco più grande di Perugia per un territorio grande come l’Europa. E la nostra Italia sarebbe terza in termini di ingressi con poco più di 15 mila domande. Un complesso cittadino della media provincia.
Numeri più importanti si hanno in Germania con oltre 73 mila ingressi e l’Ungheria con più di 30 mila. La Francia, che ha chiuso le frontiere con l’Italia per evitare “l’invasione”, si ferma dietro di noi con poco più di 14 mila persone.

Il falso mito dell’invasione dal Nord Africa

Ma il report non si ferma qui. Spiega come non siano i residenti dei Paesi del basso Mediterraneo a scappare da guerre, ma cittadini della nostra Europa (almeno intesa geograficamente). La prima popolazione a fuggire dalla fame sono i kosovari, con quasi 49 mila domande, seguiti poi dai siriani (29 mila) e dagli afghani (12900). E’ ripresa la fuga degli albanesi e degli iracheni, dove noi abbiamo fatto una guerra.

Le nazionalità

 

Five_main_citizenships_of_first_time_asylum_applicants,_1st_quarter_2015

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Questo grafico invece mostra come il nostro Paese non sia “invaso” dai magrebini, ma dalle popolazioni del centro-Africa, dove le nostre aziende hanno investito massicciamente. Siamo sicuri che “investire a casa loro” sia la soluzione migliore?

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Studia Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma Tre e ha scritto, fin dall’età di 17 anni, in vari giornali locali. Da qualche anno è rimasto folgorato dall’ambiente radiofonico e non se ne è più andato. Conduce ogni settimana un programma di attualità ed interviste su RadioLiberaTutti.it . REDATTORE SEZIONE POLITICA.


'Il (falso) allarme dell’invasione di migranti in Europa' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares