Il più venduto, ossia il più corrotto

Il gruppo editoriale Rcs Media Group dovrebbe costituire una garanzia per l’infomazione libera a livello di quotidiani ed una alternativa valida al gruppo Mondadori in fatto di pubblicazione di libri e riviste. Corriere e Gazzetta sono i giornali più venduti: tra chi va in edicola la mattina, una buona parte si porta a casa il Corriere della Sera. Che informazioni ci sono scritte su questo quotidiano? Perchè sorgono come funghi blog (come questo in cui scrivo) di informazione libera e indipendente? La risposta è nel consiglio di amministrazione di Rcs Media Group S.p.A..

Già dagli anni ‘70 Rizzoli Corriere della Sera era entrata nelle mire di numerose lobby di potere, al punto di finire della rete della P2. Poi gli Agnelli, i Moratti, fino ad arrivare al noto tentativo di scalata del pivello Stefano Ricucci del 2005. Ed oggi? E’ un gruppo editorialista libero?

Direi di no. Attorno vi gravitano le banche Unicredit, Mediobanca, Intesa San Paolo; i gruppi industriali e finanziari maggiori come Fiat, Pirelli, Telecom Italia, Italmobiliare. Senza contare quelli che sono più ai margini.

Questo è il male dell’informazione oggi. Le notizie sono tutte pilotate, oscurate, modificate. Non sappiamo niente di quello che bisognerebbe sapere. Beppe Grillo aveva parlato l’anno scorso di una grossa truffa operata dalla Fiat che grazie ad una finanziaria creata ad hoc in Lussemburgo aveva acquisito in un giorno il 30% del pacchetto azionario. Il titolo era salito e il giorno dopo tutte le azioni vennero rivendute sul mercato in massa, facendone crollare il valore per realizzare il massimo utile. E di questo non si sa niente. Nessuno ne ha parlato anche se, probabilmente, molti giornalisti ne erano a conoscenza.

Questo è solo un esempio ma è la normalità della disinformazione.

EMANUELE MAZZUCA



'Il più venduto, ossia il più corrotto' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares