Il Ragazzo Invisibile - Seconda Generazione

Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione, gli Italian X-Men all’attacco

A tre anni di distanza dal primo capitolo, Gabriele Salvatores (Happy Family, Educazione Siberiana) e Ludovico Girardello, ritornano insieme per raccontare le avventure di Michele Silenzi. Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione è il titolo della nuova pellicola.

Il-Ragazzo-Invisibile-Seconda-Generazione-Ludovico-Girardello

Prodotto da Indigo Film, con la collaborazione di Rai Cinema, il film ripropone in toto lo stesso staff tecnico del precedente capitolo. Il cast artistico presenta volti noti e non. Tra questi: Ludovico Girardello (Il ragazzo invisibile, Capri-Batterie), Ksenia Rappoport (La sconosciuta, La foresta di ghiaccio), Galatea Bellugi (A 14 Ans, Riparare i viventi) e Valeria Golino (Lupo Solitario, Il colore nascosto delle cose).

Sinossi

Dopo aver scoperto di essere, oltre un ragazzo invisibile, un ragazzo speciale, per Michele ritornare alla vita di sempre è decisamente complicato. Raggiunta la dura età dei sedici anni, il protagonista vive un adolescenza tutt’altro che serena. La ragazza dei suoi sogni è innamorata di un altro, il rapporto con la madre e con gli adulti è complicato e drastico. Questa situazione lo porta ad uno stato di rabbia continua e di infelicità. Ad irrompere nella sua vita ci saranno Natasha e Yelena, la sua madre naturale, che stravolgeranno la noiosa routine del protagonista catapultandolo in una nuova avventura alla quale non potrà sottrarsi.

Tra incertezze e colpi sicuri

Il-Ragazzo-Invisibile-Seconda-Generazione-Galatea-Bellugi-Ksenia-Rappoport

Rispetto al primo episodio, Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione lascia  un po’ l’amaro in bocca. I punti deboli sono per lo più in ambito artistico. La sceneggiatura è, senza dubbio, la pecca più grande. Fatta di troppi luoghi comuni e di situazioni create con lo stampo, la dinamica della storia non sorprende. Non vi è presente alcun punto di svolta, tutto è facilmente intuibile sin da subito. Forse colpa del finale del primo capitolo che, inconsciamente, ha lasciato troppi sbocchi aperti per il seguito.

Un altro punto negativo, con grande tristezza, è il livello di recitazione. Se nel primo si perdonava, data la giovane età, ora inizia un po’ a stufare. I protagonisti non convincono e, da soli, non riescono a reggere l’impianto dell’intera pellicola. A tratti ci sembra di assistere ad una parodia del genere, in pieno stile Scary Movie. Le prestazioni dei giovani attori vanno senza dubbio migliorate, per cercare almeno di donare credibilità a personaggi che dovrebbero trasmettere gioia e tristezza.

A salvare Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione, oltre l’infallibile tocco registico di Salvatores, subentra il VFX Artist Victor Perez (Rogue One – A Star Wars Story, Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, Harry Potter e i doni della morte). Perez si è occupato della supervisione e creazione degli effetti speciali che, per quanto uno non ci scommetterebbe un centesimo, in realtà rappresentano proprio l’elemento essenziale della pellicola. Su questo punto di vista, il cinema italiano, ha preso ultimamente una piega convincente, bisogna ammetterlo.

Il vecchio contro il nuovo

Il-Ragazzo-Invisibile-Seconda-Generazione-Ludovico-Girardello-Galatea-Bellugi

A proposito di luoghi comuni, quello del “vecchio conto nuovo” è uno dei più caratteristici. Sebbene sia un passaggio visto e rivisto, per il film è assai funzionale. Questa lotta tra prima e seconda generazione è la chiave centrale in questo sequel. Raggiunge, di fatto, uno stato di primo piano per lanciare quella che, a tutti gli effetti, sarà una vera e propria saga. Via il vecchio, dentro il nuovo.

A conti fatti Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione si dimostra una pellicola che barcolla ma non molla. Trama scontata, recitazione poco convincente a quanto pare non bastano a far crollare il film. I punti deboli (sostanziosi), non fanno perdere la speranza allo spettatore.

Con effetti speciali da far invidia ad Hollywood, una solida regia e una pecca artistica da colmare, Salvatores dimostra quanto il cinema nostrano non solo può voltare genere ma, effettivamente, lo sta facendo e lo sta facendo con grande impegno e volontà.

Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione è al cinema dal 4 Gennaio distribuito da 01 Distribution.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Classe 1992, vive a Fregene, comune di Fiumicino. Si è laureato in Sociologia presso la sede di Scienze della Formazione a Roma Tre. E’ da sempre appassionato di cinema e questa passione lo ha portato qui per poter dire la sua opinione ufficiale sulle pellicole in uscita sul grande schermo. COLLABORATORE SEZIONE CINEMA


'Il Ragazzo Invisibile – Seconda Generazione, gli Italian X-Men all’attacco' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares