immigrazione

L’immigrazione, tutto quello che dovrebbero dirci

L‘ ‎immigrazione‬ – e quindi l’integrazione – sarà la grande sfida dell’Europa e della generazione che rappresento, simile al riscatto dalla Seconda Guerra Mondiale per i nostri nonni. Nessuna persona che ricopra un incarico politico vuole dire al suo popolo che sarà un fenomeno lungo, decennale, complesso, dove dovremo dimostrare – con i fatti e non con le parole – di essere davvero figli di secoli di battaglie civili e della filosofia dei diritti. Ad ora, non ci sono soluzioni dirimenti e questo andrebbe detto pubblicamente, senza vergogna. Su un dato si misurano gli statisti dai politicanti: i primi sanno dire la verità e riconoscere i propri limiti; i secondi fanno solo propaganda.

Non dimostriamo agli altri di essere liberi dall’oscurantismo solamente bestemmiando qualunque dio, ma che ogni barriera della vita è – per noi – una sfida laica per rimettersi in discussione, ove possibile.

I nostri prossimi politici, le cariche istituzionali e le persone di comando saranno figli della seconda generazione degli immigrati di oggi, che avranno studiato qui, avranno popolato le nostre case e avuto le loro relazioni all’interno dei nostri confini. Saranno europei ed italiani a tutti gli effetti.

La forza di un continente che si vanta di essere il più civile al mondo – e di una nazione come l’Italia che si ricorda delle proprie radici solo a Natale quando allestisce il presepe – sarà quello di dire: vieni qui, ti tratterò bene, studierai la nostra lingua e dopo farai un esame per dimostrare di esserti integrato, di avere un lavoro ben retribuito e di conoscere la nostra Costituzione e le nostre leggi. E’ lo stesso procedimento che attuano da sempre gli americani (non a caso si parla di Stati Uniti). Ci vogliono leggi d’accoglienza serie, senza xenofobie accecanti o piagnistei sinistri. Ci vuole un Paese e un continente che diano la mano (ma per davvero) a chi vuole riscattarsi, mandando via chi non vuole restare a certe condizioni. Tutto il testo è solo dibattito sul nulla, per ripulirci la coscienza.


About

Studia Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma Tre e ha scritto, fin dall’età di 17 anni, in vari giornali locali. Da qualche anno è rimasto folgorato dall’ambiente radiofonico e non se ne è più andato. Conduce ogni settimana un programma di attualità ed interviste su RadioLiberaTutti.it . REDATTORE SEZIONE POLITICA.


'L’immigrazione, tutto quello che dovrebbero dirci' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares