Inter…un derby “Principesco”!

NEL POSTICIPO SERALE LA SQUADRA DI RANIERI SI AGGIUDICA IL DERBY E RIAPRE IL CAMPIONATO (- 6 DALLA VETTA); DECISIVA LA RETE DI DIEGO MILITO. PER IL MILAN GARA SOTTOTONO.

MILAN – INTER: Doveva vincere e ha vinto; l’Inter si aggiudica il primo derby stagionale battendo per 1 a o un Milan frastornato e quasi mai pericoloso nell’arco dei 90 minuti di gioco; una partita non bellissima ma molto agonistica, decisa da una rete di Milito al nono minuto della ripresa su errore di Abate che porta la squadra neroazzurra a – 6 dalla Juventus capolista e -5 proprio dai cugini rossoneri.

Pronti via e l’Inter va in goal; punizione di Maicon dalla destra e Thiago Motta insacca all’angolino con un colpo di testa precisissimo; ma Copelli (secondo assistente di Orsato) annulla per fuorigioco inesistente. Inizia così il possesso palla della squadra di Allegri; la partita non decolla e soprattutto non aiuta nemmeno la temperatura che si registra a Milano (- 1°). Le squadre provano a studiarsi; l’Inter attende i rossoneri che provano a farsi vedere in avanti prima con un tiro alto di Pato e poi da azione di calcio d’angolo con Boateng, che spara alto da ottima posizione. Ibrahimovic poco assistito dal duo Pato – Emanuelson prova a fare qualcosa da solo, ma la difesa interista è attenta. La prima grande occasione del primo tempo capita sul piede sinistro di Alvarez, assistito ottimamente dalla fascia sinistra da Nagatomo, che a tu per tu con Abbiati, gli spara addosso. Il Milan tenta una reazione e, su azione di Abate dalla destra, colpisce una clamorosa traversa con Van Bommel, con Julio Cesar immobile. Finisce il primo tempo.

La ripresa si apre con il Milan che sembra molto più intraprendente; ma, a sorpresa, è l’Inter a passare in vantaggio; su un contropiede sbagliato dai rossoneri, Zanetti recupera palla, salta con facilità Nocerino e Van Bommel (come se avesse ancora vent’anni!), serve Milito che, approfittando di un errore clamoroso di Abate, si invola nell’area di rigore e infila con un sinistro chirurgico Abbiati; palo, goal e San Siro neroazzurro in delirio. Prova immediatamente una reazione il Milan, ma non riesce a giocare come sa; i meccanismi non funzionano; Ibra lontano dal gioco, Boeteng, rilegato sulla sinistra,  completamente fuori posizione, Pato non riesce ad esprimersi al meglio e al momento della sostituzione (entra El Shaarawy) viene fischiato dal suo pubblico. Oltre al giovane trequartista Allegri getta nella mischia Seedorf e Robinho per Zambrotta e Nocerino: e subito l’olandese ci prova con un gran tiro da fuori ma Julio Cesar non si fa sorprendere. Nell’Inter entrano Chivu, Sneijder, Forlan per i rispettivi Alvarez, Milito e Pazzini. Partita che si avvia alla fine, ma la grande occasione per il pareggio capita nei piedi di Robinho, che si divora letteralmente il goal davanti al portiere interista, che respinge. Tre minuti di recupero senza grandi emozioni.

Con questa vittoria tutto il popolo interista sogna una rimonta che avrebbe dell’incredibile; Moratti e Ranieri possono essere soddisfatti della prestazione dei suoi e della grande striscia di vittorie (8 nelle ultime 9 gare, la sesta consecutiva); il Milan adesso si deve rimboccare le maniche e cercare il riscatto subito la prossima giornata, anche perchè la Juve non ha vinto e il distacco rimane di un solo punto.

LE ALTRE PARTITE DELLA 18ESIMA GIORNATA DI SERIE A:

Lazio – Atalanta 2 – 0 (Hernanes (R), Klose)

Juventus – Cagliari 1 – 1 (Vucinic, Cossu)

Genoa – Udinese 3 – 2 (Ferronetti, Granqvist, Jankovic, Palacio, Di Natale (R) )

Fiorentina – Lecce 0 – 1 (Di Michele)

Parma – Siena 3 – 1 (Biabiany, Valiani, Grossi, Giovinco)

Chievo – Palermo 1 – 0 (Sammarco)

Cesena – Novara 3 – 1 (Mutu, Mutu (R), Rinaudo (AG), Morimoto)

Catania – Roma sospesa sul risultato di 1 a 1 (Legrottaglie, De Rossi)

Napoli – Bologna (stasera alle 20,45)

 

DOMENICO LIMER

 

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed

 



'Inter…un derby “Principesco”!' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares