Italia Pulita?!?

Quasi 20 punti percentuali persi dalle ultime elezioni politiche e il rischio di divenire il terzo partito d’Italia, superati quasi dal Movimento 5 Stelle, stanno spingendo il Popolo della Libertà a rinnovarsi fortemente. Ovviamente il massimo che le menti del PdL possono prospettare sono i soliti cambi di nome e di simbolo all’italiana. Una plastica facciale che probabilmente cambierà solo l’immagine del partito berlusconiano.

E quale sarebbe la novità? Italia Pulita…così dovrebbe chiamarsi il nuovo partito erede del PdL, anche se sembra ci siano una serie di problemi dato che il nome sarebbe stato già registrato. Berlusconi aveva pensato anche ad un Gerry Scotti uomo simbolo che, per fortuna, ha rifiutato. Diciamo che l’esperienza nel PSI di Craxi ci ha già mostrato l’inefficienza dell’ex-socialista dato il suo alto tasso d’assenteismo.

Italia Pulita dovrebbe sorgere dalla ceneri del partito del pluri-rinviato a giudizio Silvio Berlusconi e della decina di condannati in via definitiva eletti nel 2008 come Dell’Utri o Ciarrapico. Dovrebbe nascere da Nicola Cosentino oppure dall’ex piduista, tessera 2232, Fabrizio Cicchitto.

Insomma…la pulizia promette bene…

FRANCESCO ANGELI

Segui Wilditaly.net anche su:

Facebook

Twitter

Youtube

Google+

Friendfeed


About

Originario di Campobasso, vive attualmente a Roma. Politologo, specializzato in Unione Europea, è cronista di Wild Italy sin dalla sua fondazione e da ottobre 2014 passa alla sezione blogger. Presidente Arcigay Roma. BLOGGER DI WILD ITALY


'Italia Pulita?!?' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares