Jessie J: la ragazza dalla voce “Black” reclamata in Italia!

Jessica Ellen Cornish, in arte Jessie J, è all’apparenza una ragazza minuta, gracile ma dentro di lei risiede uno spirito “black” che riesce a farsi spazio nei cuori delle persone grazie alla sua potente voce.

In Italia ancora non si conoscono le prodezze di questa cantautrice britannica che comincia a calcare le scene nel 2005 con Jessie+J+Jessie11l’etichetta discografica Gut Records, per la quale firma un contratto discografico per la realizzazione di un album. La Gut, però, fallisce prima dell’ultimazione del CD e Jessie rimane con solo il suo sogno in mano.

La grinta non le manca e, decisa a non arrendersi, in poco tempo riesce a strappare un contratto alla Sony come autrice.

Non tutti lo sanno ma, in quella “veste”, scrive canzoni per cantanti famosi come Christina Aguilera ,Justin Timberlake, Alicia Keys, Chris Brown e Miley Cyrus (una delle più famose è Party in the USA).

La sua carriera arriva ad un punto di svolta nel 2011, quando firma un contratto con la Universal e viene pubblicato il suo primo album “Who you are”. Il contatore delle vendite sale in poco tempo e riesce a segnare ben due milioni e mezzo di copie vendute.

Un vero successo che prosegue in seguito con il tormentone estivo “Price Tag”, cantato insieme a B.O.B., che la porta nuovamente in vetta alle classifiche mondiali.

Il 2012 è l’anno della sua partecipazione a “The Voice Uk” come giudice (è già stata riconfermata per l’edizione di quest’anno).

Arrivando ad oggi, sappiamo che sta preparando il suo tour 2013, mentre il suo secondo album è già bello che pronto.

Abbiamo raggiunto alcuni suoi fans italiani, gli HeartBeats, che da mesi chiedono alla Universal una data italiana per un concerto di Jessie.

Potete imbattervi in loro su Facebook e Twitter, dove cercano di promulgare le canzoni del proprio idolo per farlo apprezzare ad un pubblico più vasto.

Gli HeartBeats, cosi chiamati da Jessie, sono i suoi “battiti del cuore”, forse in riferimento ai problemi cardiaci avuti dalla cantante in giovane età.

Abbiamo deciso di metterci in contatto con alcuni di loro per sapere il significato che attribuiscono al loro idolo.

Questo è ciò che ci hanno raccontato:

“Jessie è il nostro idolo. Ma, per idolo, intendiamo una persona che, attraverso delle canzoni, è capace di cambiare il nostro stato d’animo e a “tenderci la mano”, in aiuto, anche se in lontananza.

Attraverso la sua musica, la sua voce e le sue parole è capace di trasmetterci delle forti emozioni.

Un idolo è qualcosa di speciale e noi siamo fieri di poterla chiamare in tale modo e, quindi, di poterci definire “Heartbeats”.

Ci ha aiutati a crescere, maturare, cambiare, migliorarci e, soprattutto, a credere in noi stessi.

Ci ha cambiato e salvato la vita. Si, decisamente possiamo dire di amarla.

La vogliamo qui in Italia perché desideriamo poter provare quell’emozione unica, che sarebbe sentire la sua voce, direttamente dalla sua bocca… Alle nostre orecchie. Vogliamo poter aspettare ore, fuori da un cancello, per poter finalmente avverare il nostro sogno, anche se per poche ore.

Basta così poco per avverare il nostro sogno, farcelo vivere fino all’ultima nota e ricordarlo per tutta la vita.

Vogliamo poter emozionarci insieme, noi Heartbeats, in un evento che riuscirà ad unire tutta l’Italia in un solo luogo… Per lei.

Vogliamo far sì che tutto ciò accada e, soprattutto, vogliamo farle sapere che ci siamo, che esistiamo”.

 

 

Jessie si è dimostrata un esempio da seguire, anche nei reparti ospedalieri dove visita spesso malati terminali.jessie+j

Un giorno, nell’ospedale affermò che avrebbe voluto fare di più per queste persone e una ragazza, Amy Knowles, le rispose: “Perché non ti radi a zero?”

Jessie accettò la “scommessa”, così, quest’anno, 15 Marzo 2013, data in cui si è svolto il famoso Red Nose Day (“festa” inglese durante la quale si fanno cose strane e divertenti in cambio di soldi, che andranno in beneficenza) si è appunto rasata la testa in diretta televisiva.

Durante il Red Nose Day, chiunque può sfidare chiunque a fare qualunque cosa (di particolare) e, in questa occasione, gli Heartbeats italiani hanno creato (con il contributo della pagina ufficiale italiana) un video, nel quale sfidavano Jessie a contare quante volte le ripetevano “Come to Italy”; Questo video è stato visto, retwittato e aggiunto nei preferiti (via Twitter) da Jessie J in persona, la quale rispose, dicendo “Verrò un giorno”, alimentando così le speranze dei suoi benevoli fans.

Tutti, da piccoli, abbiamo avuto dei sogni, e tutti, ancora oggi, li abbiamo, e speriamo con tutti noi stessi nella loro realizzazione. Questi ragazzi, sognano di incontrare una persona, che per loro, però  non è una qualunque, ma qualcuno di speciale, di importante. Credo che tutti sappiano cosa vuol dire realizzare qualcosa in cui si era tanto sperato, anche di piccolo…quindi perché non aiutare anche loro a fare un piccolo passo avanti? Chissà, magari ci ricambieranno, in futuro!

MIRIAM SPIZZICHINO

Segui Wilditaly.net anche su:


About

Studia Scienze della comunicazione presso l’Università di Roma Tre. Nota blogger esperta di moda, gestisce da tempo due blog personali, Pensieri Senza Confini e Rebel Fashion Blog. Scrive su diversi giornali, quali Shalom, Lusso Style e Fanpage. Nel dicembre 2013 è uscito il suo primo libro: Le malattie del nostro mondo. COLLABORATRICE SEZIONE CULTURA.


'Jessie J: la ragazza dalla voce “Black” reclamata in Italia!' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Shares