Jumanji-benvenuti-nella-giungla

Jumanji – Benvenuti nella giungla, una nuova partita al misterioso gioco

Era il 1995 quando il dodicenne Alan Parrish rinveniva il misterioso o gioco da tavolo Jumanji. Il ragazzo inizia a giocarci con la sua amica Sarah Whittle ed i due presto si accorgeranno delle inquietanti caratteristiche del gioco. Una partita che aveva portato Alan ad essere risucchiato dal board game e a passare ben 26 anni nella giungla.

A distanza di 22 anni la Sony Pictures ed il regista Jake Kasdan, ci portano a giocare una nuova partita a Jumanji insieme a Dwayne Johnson (Baywatch), Jackk Black (School of Rock), Kevin Hart (Duri si diventa), Karen Gillan (Guardiani della Galassia Vol. 2), Nick Jonas e Bobby Cannavale (I, Tonya).

Bentornati a Jumanji

I quattro liceali Spencer, Fridge, Bethany e Martha sono costretti a passare il pomeriggio in punizione, ognuno per motivi diversi. Durante il soggiorno forzato a scuola trovano una console vintage con il gioco di Jumanji inserito. Incuriositi iniziano una partita. Una volta accesa la console i quattro si ritrovano all’interno del videogioco nei panni degli avatar da loro scelti. I quattro ragazzi si ritrovano così a vivere l’avventura di sopravvivenza del gioco, e per poter tornare a casa non dovranno fare altro che finire il gioco. Riusciranno Spencer, Fridge, Bethany e Martha a salvare Jumanji e a fare ritorno nel mondo reale?

jumanji-benvenuti-nella-giungla-2017

Evoluzione di un gioco

Jumanji – Benvenuti nella giungla è tutto quello che ci si aspetti: una divertente avventura survivor nella giungla. Con battute, momenti tanto imbarazzanti quanto esilaranti, azione, avventura e quella dose di trash che non guasta. Un film che consapevole del mito e dell’amore dei fan per il capitolo precedente con Robin Williams, decide di prendere le carte in tavole e stravolgerle.

Se prima era più che normale che Jumanji fosse un gioco da tavolo – quando Alan e Sarah iniziano la partita è il 1969 – è più che lecito aspettarsi un’evoluzione del gioco in un videogame, piattaforma ludica che ha sostituito i board game. Per quanto la console sia vintage, il videogioco è la forma più adatta per mostrare la nuova avventura del gioco, essendo un film pensato soprattutto per le nuove generazioni.

Una pellicola che si ricollega al primo film iniziando lì dove si concludeva venti anni fa, e collegandovisi anche grazie ad un easter egg facilmente individuabile, che ci fa capire come le due storie siano una il seguito dell’altra, ma con protagonisti completamente nuovi.

Welcome to Jungle

Se la sceneggiatura del film ha un pregio, è quello di portarci nel pieno e nel vivo di quella giungla che nel film del 1996 avevamo visto solo a “pezzi”, poiché trasportata nel mondo reale. In questa nuova avventura diviene centrale, essendo il terreno su cui i protagonisti si troveranno a vivere la loro avventura.

Inoltre trovandosi in un videogame, le peripezie vissute dai protagonisti seguono la struttura tipica dei giochi per console. Così i ragazzi si troveranno ad interagire con personaggi non giocanti, a vedere i tipici filmati introduttivi e dover affrontare prove e concludere missioni. Un’avventura strutturata a livelli in cui dovranno essere abili ad usare le caratteristiche dei propri avatar e a stare attenti ai loro punti deboli.

Jumanji-Benvenuti-nella-giungla-recensioneDall’altra però la scrittura ha il difetto di tralasciare praticamente del tutto la caratterizzazione dei personaggi – sia dei liceali che dei loro avatar – , di presentare una situazione che ricorda in maniera sbiadita The Breakfast Club. Il rapporto tra Spencer, Fridge, Bethany e Martha è il classico rapporto tra i nerd sfigati e i fighi della scuola, tipico nei film liceali americani, ma privo di una qualsiasi utilità alla storia. Ma in fondo è anche giusto così, perché ciò che veramente conta sono l’azione, l’adrenalina e il divertimento. Che di certo non mancano.

In conclusione il film è un’action tutto scontri e prove da superare, condite con un pizzico di non sense che non guasta mai. Certo una sceneggiatura migliore ed un approfondimento sui personaggi e il rapporto tra di loro non avrebbe guastato, ma nonostante tutto il nuovo Jumanji riesce ad intrattenere e lo fa bene. Una nuova versione rispettosa e che aggiorna il precedente capitolo. Perfetto per passare due ore in spensieratezza.

Jumanji – Benvenuti nella giungla sarà al cinema dal 1° gennaio distribuito da Sony Pictures.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA


'Jumanji – Benvenuti nella giungla, una nuova partita al misterioso gioco' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares