Kutso

Kutso, Che Effetto Fa: l’evoluzione sonora della band di Matteo Gabbianelli

KuTso, Che Effetto Fa: fatalisti, sguaiati e pungenti ma con un sound tutto nuovo.

I KuTso tornano sulla scena con un nuovo disco dal titolo Che Effetto Fa e una nuova line up che vede, dei membri originali, solo il frontman Matteo Gabbianelli.Kutso

Il sound della band è parecchio cambiato dagli esordi. Il rock ha lasciato il posto a sonorità più elettroniche ricche di synth e un sapore più “pop”. Il tutto sempre abbinato a questi testi sarcastici, pungenti e, a tratti, fatalisti e disillusi.

Kutso, nuova formazione e nuovo sound.

Iniziamo dicendo che questo cambio di rotta non è male. Una vena elettronica (forse) era proprio quello di cui i Kutso avevano bisogno per dare voce alle loro storie ciniche e agrodolci; per quanto riguarda il cambio di line up la differenza non si nota troppo (almeno su disco), vedremo per quanto riguarda la parte live, soprattutto per quella spettacolare e visiva.

Che Effetto Fa è uno dei brani più fedeli al sound dei Kutso di una volta, arricchito con una spruzzatina di synth. Questo primo singolo estratto funziona molto, resta fresco e simpatico, soprattutto per quanto riguarda il testo che fa il punto sui cambiamenti negli uomini alla scoperta del “reggiseno” e la fine delle avventure giovanili.

Manzoni Alieni riscrive I Promessi Sposi in una chiave futuristica e dal sapore elettronico. Molto interessante la vena melodica e tutto l’arrangiamento delle tastiere che crea quell’atmosfera elettronica ed estremamente ballabile. La parte testuale è simpatica se vista nella prospettiva di una storia da altri mondi che rinuncia (quasi del tutto) alla parte sarcastica e irriverente.

Le Rose Morte è un pezzo contro l’elite e i circoli esclusivi. Qui torna prepotente la vena tagliente e pungente dei Kutso riproposta in una sorta di ska dai toni fukeggianti ed elettronici.
Un bel brano, che l’ascoltatore memorizza facilmente e che fa sorridere e riflettere.
Uno dei pezzi migliori del disco.

Il Segreto di Giulio è un pezzo dall’anima dance estremamente anni ’90 ed estremamente coatto. Per questo brano la band si avvale della collaborazione di Giulio Berruti.
Una guida per piacere alle donne e per essere fighi, mentre risuona in “sottofondo” questa dance tamarra; che altro si può chiedere di più a una canzone?
Un brano molto simpatico che apprezzeranno molto anche gli amanti della dance anni ‘90.

Nessuno Ti Minaccia è una sorta di ballad elettronica dai toni leggeri. Un brano dritto, niente di troppo strano, forse un po’ sottotono rispetto ad alcuni brani precedenti. Molto bello il solo di chitarra: ottima scelta sonora e compositiva.

Chiude il disco Giovani Speranze, un brano bello carico che riporta alla mente i Kutso delle origini. Un pezzo che fa riflettere sul futuro dei giovani in questa chiave rock dai toni sguaiati e disillusi. Forse sul finale Matteo Gabbianelli e i Kutso sono riusciti a trovare (più che nei brani precedenti) l’anello di congiunzione tra i dischi precedenti e questa nuova direzione della band.

Molte buone idee e tanta voglia di rimettersi in gioco.

KutsoChe Effetto Fa è un disco simpatico con parecchie buone idee, che porta in scena un sound e una voglia di (ri)mettersi in gioco tutti nuovi, ma senza snaturare l’essenza originale del progetto e, soprattutto, le tematiche e l’atteggiamento fatalista e agrodolce delle origini.

Molto interessante questa aggiunta di sintetizzatori e di quest’anima più danzereccia che non dispiace e, anzi, sembra funzionare molto e dare quel tocco in più che (forse) ai Kutso mancava. Una sorta di spintarella sonora e compositiva per essere ancora più originale nel mare magnum della musica “underground” del Bel Paese.

I Kutso in questa nuova veste funzionano abbastanza bene. Sono rimasti coerenti pur evolvendosi in un qualcosa di diverso e di innovativo, cosa non facile soprattutto per la loro prima vera evoluzione sonora.

Non tutti i brani funzionano, ma ci sono molte buone idee e parecchio materiale molto interessante che, sicuramente, darà il 100% nella parte live che, in fin dei conti, è quello che più importa nella vita di un artista.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA


'Kutso, Che Effetto Fa: l’evoluzione sonora della band di Matteo Gabbianelli' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares